Connect with us

Hi, what are you looking for?

Lettere

Parco Santa Teresa, Verona Sud risponde all’assessore Padovani

Manifestazione per il verde a Santa Teresa, Verona
Manifestazione per il verde a Santa Teresa, Verona

In merito al previsto all’allargamento del Parco Santa Teresa, il Comitato di Verona Sud si permette di replicare all’assessore Marco Padovani quando pochi giorni fa disse che «Le parole stanno a zero quando carta canta»: un modo simpatico per dichiarare che le parole del Comitato sono inutili, in quanto i fatti stanno dimostrando tutt’altra situazione.

Così lo informiamo che le nostre dichiarazioni non sono altro che le pubbliche affermazioni che uno dei responsabili del Comune di Verona ha rivolto non più di un mese fa ad una dozzina di persone, tra cui 5 componenti del Comitato di Verona Sud.

Poi da urbanisti – quali noi componenti del Comitato non siamo – riteniamo che dal febbraio 2021, data dello Studio di fattibilità riguardante i lavori preparatori per l’ampliamento del Parco Santa Teresa, i tecnici del Comune abbiano avuto un bel po’ di tempo per effettuare le opportune verifiche viabilistiche e decidere le soluzioni più opportune da adottare.

Se così non fosse, per l’allargamento del Parco Santa Teresa vedremo la realizzazione di due cantieri in tempi diversi: uno per la “rinaturalizzazione” del terreno, che andrà ad allargare il Parco Santa Teresa, ed uno per riconversione a verde del manto stradale di parte di Via Ongaro.

Con l’evidente lievitazione dei costi che i cittadini dovranno alla fine saldare e la preoccupante mancanza di organizzazione progettuale e di dialogo operativo da parte dei vari uffici comunali.

Ricordiamo anche all’assessore che il Comune ha fatto “cantar la carta”, cioè ha risposto al Comitato con modi molto evasivi e “politichesi”, riguardo alla richiesta sui tempi per l’inizio dell’allargamento del Parco; solamente quando abbiamo dovuto rivolgerci al ministero della Funzione Pubblica per ottenere la dovuta, ma purtroppo scialba risposta.

Per finire, all’assessore Padovani ci permettiamo di ricordare che “carta canta” per tutti. Anche per lui, quando nell’ottobre del 2021 dichiarò che «in questi quattro anni di amministrazione sono stati piantati in totale almeno 20.000 alberi e che a questi devono essere aggiunti tutti gli arbusti e i cespugli per un totale di 40.000 nuove piantumazioni».

Tuttavia, nella recente presentazione alla stampa della mappatura on line di tutto il verde pubblico del Comune è emerso che le nuove piantumazioni sono scese a 37.000 (e non 40.000) e gli alberi a 7.964 (e non più 20.000).

“La carta che canta”

Il Comitato di Verona Sud
Foto di Enrico Marcolini e Giorgio Bernini

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altri articoli

Advertisement