Connect with us

Hi, what are you looking for?

Meteo

Ritorna la stabilitá ed il caldo, qualche disturbo a metá settimana

Previsioni meteo per Verona di Paolo Frontero, climatologo e meteorologo AMPRO (Associazione Meteo Professionisti) di Meteo in Veneto

Nuvole meteo

Lasciamo una settimana che ha visto l’azione della depressione associata ad un nucleo freddo responsabile delle terribili alluvioni in Germania, Belgio e Olanda. Anche da noi notevoli sono state le precipitazioni, specie nel giorno 13 luglio con oltre 100 mm in 24 ore circoscritte ai rilievi vicentini ( dati ARPAV); mentre il Lago di Garda é stato bersagliato da venti impetuosi e grandinate.

Unico vantaggio é stato l’andamento termico con massime che non hanno superato i 30 gradi. Ora lo scenario meteorologico cambia e per la settimana entrante saremmo quasi sempre sotto l’influenza stabilizzante   di un promontorio anticiclonico salvo un temporaneo disturbo tra mercoledì e giovedì.

Il tempo a Verona nei prossimi 7 giorni
Settimana soleggiata in pianura, mentre in montagna annuvolamenti cumuliformi pomeridiani tipici dell’estate; solo una possibile parentesi tra mercoledì e giovedì non escludendo forse qualche rovescio o isolato temporale.

La temperatura, come si evince dal meteogramma di Verona sará compresa tra 31 e 33, con possibili picchi di 34 gradi in ambito urbano, minime tra 22 e 23 gradi. Moderato disagio fisiologico causa anche l’elevata umidità.

Focus sui cambiamenti climatici
Gli scienziati del clima hanno da tempo previsto che le emissioni umane avrebbero causato crescenti e intense  inondazioni, ondate di calore, siccità, tempeste e altre forme di condizioni meteorologiche estreme, ma gli ultimi picchi hanno superato molte aspettative.
Con il cambiamento climatico ci aspettiamo che tutti gli estremi idro-meteorologici diventino più estremi.  Quello che abbiamo visto in Germania è sostanzialmente coerente con questa tendenza”.  ha affermato Carlo Buontempo, direttore del Copernicus Climate Change Service presso il Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine. Quindi é tassativo accelerare con la decarbonizzazione. Nella figura sotto é evidenziata l’attuale anomalia termica di Eurasia e Africa con le aree arancioni più calde del normale, quelle azzurre piú fredde.  A livello globale la temperatura risulta piú elevata di +0.2 gradi, mentre l’emisfero nord arriva fino a +0.7, entrambe le anomalie calcolate rispetto alla base climatologica 1979-2000.

Paolo Frontero
Meteorologo AMPRO di Meteo in Veneto

Written By

Paolo Frontero, climatologo e meteorologo, è nato e vive a Verona, si è laureato in Fisica all’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Fa parte dell’Associazione Professionisti Meteo (AMPRO) e dell’Associazione Italiana di Scienze dell'Atmosfera e Meteorologia (AISAM). Lavora presso Meteo in Veneto dopo essere stato Fisico dell’Atmosfera all’ARPAV. paolo.frontero@gmail.com

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altri articoli

Advertisement