Connect with us

Hi, what are you looking for?

Ambiente

Accordo tra istituzioni e cittadini per promuovere il volontariato ambientale

Da oggi il lavoro volontario delle associazioni ambientaliste sarà favorito dalle istituzioni con appositi regolamenti e tutele al cittadino.

AMIA in accordo con il Comune di Verona regolamenta l’attività di volontariato di associazioni e privati a favore dell’ambiente. Bastano un modulo e poche ma importanti regole per garantire un’attività in continuo aumento, che necessita di indicazioni chiare e precise. Tra le misure di tutela stabilite dall’azienda c’è la fornitura di guanti, giubbini protettivi, sacchi e borracce.

Da oggi, sui siti di Amia e del Comune, è pubblicato il regolamento e il modulo per segnalare i vari interventi in programma e chiedere il supporto di Amia. Poche ma fondamentali le norme di comportamento da seguire indicate dall’azienda comunale, mirate a tutelare la salute dei cittadini di fronte a rifiuti speciali e a garantirne uno smaltimento rispetto delle leggi in vigore.

Da metà aprile sono più di 20 le operazioni di pulizia effettuate da associazioni ambientaliste in aree verdi che non rientrano tra quelle in carico ad Amia o al Comune. Da lungadige Campagnola alla Zai Storica, da via della Diga alla zona di Porta Vescovo, dalle Golosine agli argini del fiume Lorì, i volontari intervengono su tutto il territorio, concentrandosi sui punti più insidiosi, come i cespugli e le aiuole, dove ristagna ogni tipo di rifiuto.

Tra le realtà più attive, ci sono le associazioni Cittadinanza Attiva, Plastic Free, Ecospiracy Verona, Legambiente, D.A.S. spa. Volontari, che non perdono occasione anche per sensibilizzare all’importanza della cura dell’ambiente.

L’accordo tra Comune, Amia e Associazioni, stipulato sotto forma di patto di sussidiarietà, è stato presentato oggi al bastione dell’ex Zoo, una delle aree spesso oggetto di pulizia da parte dei volontari. Erano presenti l’assessore alle Strade e Giardini Marco Padovani, il presidente di Amia Bruno Tacchella e alcuni volontari di Cittadinanza Attiva e Plastic Free, rappresentati rispettivamente dalle referenti di zona Antonietta di Renzo e Giovanna Verdini.

A ulteriore dimostrazione dell’impegno ambientalista il Comune ha donato, in occasione dei 60 anni di Amnesty International, l’albero dei diritti, che verrà piantato sabato 19 giugno ore 10.30 nei giardini all’incrocio tra via Pallone e Lungadige Capuleti all’inizio del piazzale Maestri del Commercio.

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firma la petizione

Meno agitazione più informazione. Abbonati a Verona In

Campagna abbonamenti Verona In

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Opinioni

È necessario un rapporto riconciliato con la politica per costruire con fatica e coraggio mediazioni alla ricerca del maggior bene possibile.

Lettere

«Un Servizio Sanitario che continua a definirsi nazionale mentre non lo è. La mia esperienza al momento della seconda dose di vaccino»

Meteo

Situazione generale. Le nostre regioni settentrionali si trovano all‘interfaccia tra due principali centri di azione ( vedi prima immagine con situazione media in quota-ECMWF):  un...

Meteo

Lasciamo una settimana che ha visto l’azione della depressione associata ad un nucleo freddo responsabile delle terribili alluvioni in Germania, Belgio e Olanda. Anche...

Advertisement