Connect with us

Hi, what are you looking for?

verona jazz 2021-bollani-gualazzi-fresu
Stefano Bollani, Raphael Gualazzi, Paolo Fresu

Spettacoli

Verona Jazz 2021 Massignan gioca un tris d’assi

TEATRO ROMANO. Stefano Bollani (domenica 20 giugno), Raphael Gualazzi (mercoledì 23 giugno), e Paolo Fresu (mercoledì 30 giugno) i protagonisti della storica rassegna.

Verona Jazz apre la settantatreesima edizione dell’Estate Teatrale Veronese al Teatro Romano.  La rassegna organizzata da Ivano Massignan di Eventi, ospita tre indiscusse star del jazz: Stefano Bollani (domenica 20 giugno), Raphael Gualazzi (mercoledì 23 giugno), e Paolo Fresu (mercoledì 30 giugno), alle prese con progetti di contaminazione, come quello che vede Bollani reinterpretare il musical Jesus Christ Superstar e Fresu i grandi successi di David Bowie. «Sul palco avremo i tre più grandi rappresentanti del jazz in Italia con programmi unici nel loro genere – ha dichiarato Massignan -. Tre nomi che ritraggono l’eccellenza musicale del nostro Paese in tutta Europa».
Stefano Bollani (domenica 20 giugno), Raphael Gualazzi (mercoledì 23 giugno), e Paolo Fresu (mercoledì 30 giugno). Vediamo nel dettaglio i tre appuntamenti del Verona Jazz 2021.

verona jazz 2021-bollani

Stefano Bollani

Il 20 giugno 2021 Stefano Bollani apre la rassegna con Piano Variations on Jesus Christ Superstar. A 50 anni dalla pubblicazione dell’album originale Jesus Christ Superstar, Bollani ha deciso di creare la sua personale versione del capolavoro di Andrew LIoyd Webber & Tim Rice, con il benestare del compositore inglese. Piano Variations on Jesus Christ Superstar è una versione totalmente inedita e interamente strumentale per pianoforte solo, ma che custodisce come un tesoro l’originale: «Ho scelto la forma del pianoforte solo perché la storia d’amore è tra l’opera rock e me – spiega Bollani – E una storia d’amore cresce in bellezza se resta intima». Non bisogna però aspettarsi una trascrizione intera per pianoforte solista. Stefano Bollani, grato per l’eccezionale permesso ricevuto da Andrew LIoyd Webber di reinterpretare la sua opera cult, si è liberamente, ma rispettosamente, avvicinato al capolavoro improvvisando sui motivi originali e sulle canzoni seguendo il suo guizzo giocoso e il suo spirito musicale, formato dalle tante tradizioni musicali, dai tanti generi e incontri che hanno influenzato, forgiato e consolidato quello che è considerato il suo linguaggio musicale.

verona jazz 2021-Raphael_Gualazzi

Raphael Gualazzi

Il 23 giugno 2021 il secondo appuntamento di Verona Jazz vede sul palco del Teatro Romano Raphael Gualazzi con Piano Solo. In questo tour Gualazzi ripercorre la sua carriera tra brani del suo repertorio e reinterpretazioni di chicche e standard del blues/soul internazionale. Classe 1981, Gualazzi è uno dei grandi talenti della musica italiana all’estero. Dal trionfo in Francia di Reality and Fantasy (in vetta all’airplay e alle classifiche digitali) alla consacrazione all’Eurovision Song Contest dove espugnò il secondo posto, Gualazzi non ha smesso di essere apprezzato dal pubblico di tutto il mondo, con importanti tour in Europa ma anche in Canada e in Giappone (dove nel 2018 ha pubblicato Best of, una raccolta di successi). Cantautore, compositore, arrangiatore, musicista e produttore, Raphael dopo gli studi classici al Conservatorio ha sempre sperimentato diversi generi musicali, dando vita ad uno stile personalissimo, tra stride piano, jazz, blues e fusion. Cinque album all’attivo (Love Outside the Window – 2005, Reality and Fantasy – 2011, Happy Mistake – 2013, Love Life Peace – 2016, Ho un piano – 2020) e tre Ep in Italia (sempre con la Sugar), Gualazzi ha pubblicato in tutto il mondo. Nel 2020 ha partecipato al festival di Sanremo con il brano Carioca, che ha anticipato l’uscita del suo ultimo album Ho un piano. Gualazzi ha composto anche per la tv e per il cinema.

verona jazz 2021 - heroes - paolo fresu

Heroes © Roberto Cifarelli

Il 30 giugno 2021 Paolo Fresu porta al Verona Jazz “Heroes” Omaggio a David Bowie. Fresu che interpreta David Bowie basterebbe questo a “fare notizia”. Ma il trombettista sardo lo fa in compagnia di un cast stellare composto da Petra Magoni, Gianluca Petrella, Francesco Diodati, Francesco Ponticelli, Christian Meyer e così la notizia diventa da “prima pagina”. «Appena mi è stato proposto questo progetto (dal Comune toscano di Monsummano Terme dove nel 1969 Bowie fece, da perfetto sconosciuto, la sua prima apparizione italiana in pubblico) -, dichiara Paolo Fresu, – mi sono sentito onorato ed emozionato. Ho deciso di mettere insieme una band unica, creata appositamente, con grandi musicisti eclettici e provenienti da esperienze diverse, anche lontane dal jazz. Credo che questo sia un grande valore. Avvicinarsi alla musica di David Bowie è una grande emozione e anche una straordinaria opportunità per tutti noi». Fresu e soci hanno messo le mani su una trentina di pezzi, tra i quali Life on Mars, This Is Not America, Warszawa, When I Live My Dreams. Ogni membro della band ha dato il proprio contributo negli arrangiamenti, conferendo maggiore varietà e dinamicità al progetto. Petra Magoni, in quanto vocalist, gode della maggiore libertà, ma il concerto punta comunque sul gioco di squadra. Tornando alle parole di Fresu: «Bowie è un autore immortale che è sempre stato vicino al jazz. Noi cercheremo di avere il massimo rispetto per la sua arte ma anche di essere propositivi, gettando uno sguardo nuovo su queste canzoni».

Approfondimenti su Verona Jazz 2021 sul sito www.estateteatraleveronese.it. I biglietti dei concerti sono in vendita al Box Office Verona – via Pallone 16 tel. 045 80 11 154. Oppure online sul sito www.ticketone.itwww.boxofficelive.it, www.ticketmaster.it. Informazioni e prenotazioni per persone diversamente abili: Eventi Verona. Nelle sere di spettacolo presso i luoghi di rappresentazione dalle ore 20 (si consiglia l’acquisto in prevendita). In tutte le sedi di spettacolo saranno applicatele norme di sicurezza post Covid.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firma la petizione

Meno agitazione più informazione. Abbonati a Verona In

Campagna abbonamenti Verona In

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Spettacoli

TEATRO ROMANO. Lo spettacolo attraverso temi e linguaggi della scena contemporanea afferma, ancora una volta l’essenza atemporale dell’opera di Shakespeare.

Spettacoli

TEATRO ROMANO. il 12 luglio 201 in prima nazionale un viaggio musicale, tra parole e immagini, attorno all’iconico personaggio shakesperiano.

Spettacoli

TEATRO ROMANO. Un vero e proprio teorema sull’amore, ma anche sul nonsense della vita degli uomini, che si rincorrono e che si affannano travolti...

Nessuna categoria

TEATRO ROMANO. La storia e le storie che compongono il dramma per eccellenza scritto da William Shakespeare, sono la materia prima della nuova produzione...

Advertisement