Connect with us

Hi, what are you looking for?

Lettere

Località Zucchi di Campofontana: chi taglia e perché?

«Questo sogno si svolge nella montagna dei Lessini: in uno dei tredici ameni e saluberrimi comuni, che ne formano la popolazione; siti boscosi e pittoreschi di villeggiatura climatica prealpina, ricchi di pascoli e di cascine». Così scriveva Berto Barbarani nel fatidico anno 1922: un tentativo, a mio modesto avviso, di rassicurare lettrici e lettori sul limitare di una poesia fra le più ambigue e problematiche della sua vasta produzione, Il sogno della Nina in Montagna.

Era, il suo, un tentativo quasi patetico di volgere gli occhi altrove, mentre si avvicinava a grandi passi quel Benito Mussolini, che pochi anni prima era tornato a riveder Verona, aveva fatto visita, in santa Maria Rocca Maggiore, al pittore Angelo Dall’Oca Bianca, storcendo il naso davanti alla caserma di Castel san Pietro: troppo pesante, a suo dire, uno scempio paesaggistico.

Mi vengono in mente queste sparse riflessioni, dopo la manifestazione di Sezano, e vedendo altri scempi. Le foto che allego sono state scattate pochi giorni fa: la malconcia (maltrattata) pineta è quella limitrofa ai campi SAF, località Zucchi di Campofontana, al bivio per Durlo. Chi taglia, e perché?

Non so che cosa direbbe, oggi come oggi, Berto Barbarani, che non aveva certo la stoffa dell’eroe, né dell’ “ambientalista”, che si scontra con il potere. Eppure, sono sicura che gli verrebbe un poetar per rime giuste, e, visto che proprio nella Nina in Montagna usa, per la prima e unica volta, il verbo “telefonare”, cercherebbe di mettersi subito in contatto con Alessandro Anderloni.

Cristina Stevanoni

Written By

1 Comment

1 Comment

  1. Marcello Toffalini

    13/05/2021 at 18:07

    E allora Anderloni dacci dentro ed aiutaci a capire “chi taglia e perché”, non solo dalle parti di Campofontana.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firma la petizione

Meno agitazione più informazione. Abbonati a Verona In

Campagna abbonamenti Verona In

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Opinioni

La sostenibilità potrà essere la chiave di volta della transizione ecologica a patto che diventi l’elemento base di una informazione corretta

Territorio

Sono 230 le piante da frutto selvatiche donate in parte dall'Arma per le scuole della provincia di Verona che non hanno un giardino.

Territorio

DOSSIER – La città non è stata ritenuta degna per il titolo di Capitale della cultura. Però ci abbiamo messo del nostro.

Interviste

INTERVISTA – «Non siamo fermi, piuttosto abbiamo un problema di comunicazione e a Verona manca una stampa libera». L'alleanza con Tosi.

Advertisement