Connect with us

Hi, what are you looking for?

Satira

Primomaggio 2021: domani è un altro giorno, si vedrà

Written By

Irpino di nascita, risiede a Verona. Ha lavorato sia nel settore pubblico che in quello privato; dal 1991 si è occupato di editoria elettronica. Attualmente collabora al giornale online Verona In curando la satira. Gestisce il blog giannifalcone.it di satira politica e sociale ma si occupa anche di disabilità alla quale sono dedicate alcune sezioni. In collaborazione con Verona In ha pubblicato Verona – (p)assaggi pedonali, una documentazione fotografica sugli attraversamenti pedonali incompleti o pericolosi, e Muffart Verona – in collaborazione con Giorgio Massignan – una raccolta di rielaborazioni grafiche dei danni subiti dai muri di alcuni edifici storici in conseguenza di incuria o mancata manutenzione. Con Smart Edizioni di Verona ha pubblicato il libro Stazionario sarà lei, una storia familiare di disabilità. Ha inoltre illustrato diversi libri pubblicati in Italia, USA e Portogallo. href="mailto:giannifalcone.vr@gmail.com">giannifalcone.vr@gmail.com

1 Comment

1 Comment

  1. Marcello Toffalini

    02/05/2021 at 17:09

    Forte Gianfalco. Hai scritto, sulla base della nota canzone, “domani è un altro giorno, si vedrà”. Ed io ci leggo, però: “domani è un altro anno, si vedrà”… se i lavoratori riusciranno a salvare festa e occupati. Per dire quando e quanto una vignetta riesca a far pensare. Grazie.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firma la petizione

Meno agitazione più informazione. Abbonati a Verona In

Campagna abbonamenti Verona In

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Territorio

«Mancano buona volontà e proporzionalità tra formazione e mercato del lavoro»La nostra intervista al presidente dell’Associazione Albergatori di Verona e provincia Giulio Cavara. Trovare...

Economia

Sul calo della disoccupazione pesa il numero degli scoraggiati, cioè quei potenziali lavoratori che hanno rinunciato a cercare un impiego.

Opinioni

Letta ha sollevato un problema vero ed ha piantato la sua bandierina, ma quello che conta è la riforma generale del sistema fiscale.

Opinioni

Due cose appaiono sicure: la prosecuzione della fase di declino e la fuga dei giovani verso lavori corrispondenti alle loro aspirazioni

Advertisement