Connect with us

Hi, what are you looking for?

Il puntaspilli

La mascherina? Con la didattica a distanza meglio sugli occhi

 

Ha destato scalpore e accanite nonché interminabili discussioni in tv, sui giornali e sui social l’episodio che ha visto una studentessa veronese in DAD invitata a bendarsi gli occhi perché sospettata dall’insegnante di leggere le risposte alle sue domande.
Niente di nuovo sotto il latitante sole primaverile: ormai tutto subisce l’aggiornamento in modalità digitale e non poteva sfuggire l’inclinazione a valersi a scuola del soccorso di aiutini e copiature.
Quasi unanime la condanna nei confronti dell’insegnante rea, secondo i più, di aver inflitto una umiliazione inutile specie in considerazione dello stress e dei disagi che la situazione sta causando ai giovani.
In altri tempi, non avvelenati dalla circolazione virale delle notizie, episodi simili rimanevano tra i banchi della classe distinguendo al massimo tra chi “sapeva” copiare e chi no.
L’avvenimento comunque restituisce ancora una volta l’immagine di una scuola che si muove prevalentemente tra le nozioni, le uniche copiabili o leggibili da un “gobbo” casalingo.
Un’idea propria, un giudizio, un concetto originale non richiedono occhi bendati, anzi testimoniano di sguardi ben aperti su tutto.

Gianni Falcone

Written By

Irpino di nascita, risiede a Verona. Ha lavorato sia nel settore pubblico che in quello privato; dal 1991 si è occupato di editoria elettronica. Attualmente collabora al giornale online Verona In curando la satira. Gestisce il blog giannifalcone.it di satira politica e sociale ma si occupa anche di disabilità alla quale sono dedicate alcune sezioni. In collaborazione con Verona In ha pubblicato Verona – (p)assaggi pedonali, una documentazione fotografica sugli attraversamenti pedonali incompleti o pericolosi, e Muffart Verona – in collaborazione con Giorgio Massignan – una raccolta di rielaborazioni grafiche dei danni subiti dai muri di alcuni edifici storici in conseguenza di incuria o mancata manutenzione. Con Smart Edizioni di Verona ha pubblicato il libro Stazionario sarà lei, una storia familiare di disabilità. Ha inoltre illustrato diversi libri pubblicati in Italia, USA e Portogallo. href="mailto:giannifalcone.vr@gmail.com">giannifalcone.vr@gmail.com

1 Comment

1 Comment

  1. Marcello Toffalini

    14/04/2021 at 11:39

    Il Punta Spilli è la tua nuova rubrica? Complimenti Gianni, soprattutto per la conclusione (Un’idea propria, un giudizio, un concetto originale non richiedono occhi bendati, anzi testimoniano di sguardi ben aperti su tutto). E comunque resto convinto che da quattro mesi la Scuola avrebbe potuto aprire (almeno fino ai ragazzini delle medie), se avessero puntato tutto e subito sui tamponi ai docenti e, poi, sui vaccini agli “over 70”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firma la petizione

Meno agitazione più informazione. Abbonati a Verona In

Campagna abbonamenti Verona In

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Interviste

INTERVISTE – In Veneto 76.723 i docenti che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino. Le scuole ritenute sicure, gli spazi il vero problema.

Lettere

Il bisogno di relazione dei più piccoli e negli adolescenti rimane essenziale anche in piena pandemia e lo Stato non può far finta di...

Interviste

INTERVISTA – Matteo Danese, direttore Cestim : «Entro il 2023 vorremmo implementare il nostro intervento soprattutto nelle scuole superiori»

Opinioni

Gottardi (Univr): «Occorre intervenire per regolare lo smart working in modo da consentire la conciliazione tra lavoro e vita famigliare»

Advertisement