Connect with us

Hi, what are you looking for?

Ri-Ciak - 5 febbraio 2021
Ri-Ciak - 5 febbraio 2021 - Foto di Luciano Perbellini

Cultura

Ri-Ciak, nuova vita per lo storico cinema di Veronetta

Il vecchio cinema, in disuso da ben dodici anni, da contenitore vuoto diventa opportunità sociale e culturale per il quartiere e la città grazie all’associazione ViveVisioni.

Il 5 febbraio 2021, è tornata simbolicamente ad alzarsi la saracinesca dell’ex Ciak, lo storico cinema di Veronetta ribattezzato Ri-Ciak. La sala cinematografica di via XX Settembre, in disuso da ben dodici anni, da contenitore vuoto diventa opportunità sociale e culturale per il quartiere e la città grazie agli oltre trecento cittadini e cittadine, riuniti nell’associazione ViveVisioni Impresa Sociale. «Il 2 febbraio è stato firmato il preliminare per l’acquisizione dell’ex cinema al prezzo complessivo di duecentomila euro da corrispondere in sei anni», spiega Massimo Rimpici portavoce di ViveVisioni.

«Il progetto – prosegue Rimpici – nasce dal forte desiderio condiviso da cittadine e cittadini di Veronetta ma non solo, di rigenerare uno spazio chiuso da più di dodici anni per riaprirlo come cinema di comunità: non solo film ma luogo di aggregazione, socialità, svago iniziative culturali per l’intera città, a due passi dall’Ateneo scaligero, con il quale abbiamo sottoscritto una convenzione permanente di scambi reciproci che rispondano anche alle esigenze di giovani studentesse e studenti».

Ri-Ciak - ViveVisioni -

Ri-Ciak – ViveVisioni – Foto di Luciano Perbellini

Oltre al sostegno dell’Università̀ di Verona l’associazione ha ricevuto quello di partner istituzionali come la Camera di Commercio, l’Accademia delle Belle Arti, Mag Mutua e Servizi per l’Autogestione e Dipartimento Culture e Civiltà. Altri legami stretti durante il lockdown includono Cisl, Cgil, Acli, Club Alpino Italiano, Anpi, Fevoss, Legambiente, Combonifem, Arci Passepartout, Fondo Aldo Borago, Banca Etica, Fim Cisl, First Cisl, Fai Cisl e Filca Cisl. 

Grazie ad un finanziamento di cinquantamila euro ottenuto dalla Regione potranno iniziare i lavori di ristrutturazione dei locali a piano terra che i soci intendono utilizzare per laboratori, seminari, esposizioni, incontri con la comunità. «In un periodo nel quale assistiamo allo stop di quasi tutte le attività culturali, nei cinema, nei teatri, nei musei, Ri-Ciak scommette sul futuro, sulla capacità degli scambi di trarre pensiero dagli accadimenti per costruire ponti, intrecciare nuove relazioni superando la nebulizzazione dei rapporti sociali fra le persone causato dal distanziamento e dall’eccessivo individualismo. Per fare questo abbiamo bisogno di raccogliere fondi, di allargare il numero dei soci, di trovare volontari che mettano le loro professionalità, conoscenze e competenze a disposizione del progetto» spiega Rimpici.

Qui il volantino, con al scheda di adesione, che spiega il progetto Ri-Ciak è presente su FacebookInstagram e ha un sito ufficiale dove è possibile conoscere il progetto, fare una donazione o associarsi.

Cinzia Inguanta

Cinzia Inguanta
Written By

Nasce a Firenze il 4 giugno 1961, sposata con Giuliano, due figli: Giuseppe e Mariagiulia. Alcuni grandi amori: la lettura, il cinema, il disegno, la fotografia, la cucina, i cinici, le menti complicate e le cause perse. Dopo la maturità scientifica, s’iscrive al corso di laurea in medicina e chirurgia per poi diplomarsi in design all’Accademia di Belle Arti Cignaroli. Nel 2009 s’iscrive alla Facoltà di Psicologia dell’Università di Milano-Bicocca. Giornalista pubblicista dirige Radio Popolare Verona, già direttrice del magazine online Verona-IN con il quale continua a collaborare coordinando la redazione spettacoli e scrivendo di libri. Nel 2006 ha curato la pubblicazione di La Chiesa di Verona in Sinodo e di Il IV Convegno Ecclesiale Nazionale, nel 2007 di Nel segno della continuità. Nel 2011 l’esordio letterario con la pubblicazione del suo primo romanzo Bianca per la casa editrice Bonaccorso. Alcune sue poesie sono pubblicate nel 2° volume della Raccolta di Poesie del Simposio permanente dei poeti veronesi (dicembre 2011), altre sono pubblicate nella sezione Opere Inedite sul blog dedicato alla poesia di Rainews. cinzia.inguanta@email.it

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Meno agitazione più informazione. Abbonati a Verona In

Campagna abbonamenti Verona In

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Cultura

INTERVISTA – Migliorati: «Nella sua semplicità la parola "noialtri" ci spiega che appartenere a qualcosa o a qualcuno è un bisogno primario, che oggi...

Territorio

INCHIESTA – Per l'assessore alla Sicurezza Padovani esagerato parlare di emergenza. Filippi (SIULP): «Non usiamo le bande giovanili per giustificare altri fenomeni».

Editoriale

Una città dormiente che subisce richieste corporative prive di lungimiranza. Finirà come la candidatura di Verona a capitale della cultura?

Bacheca

INTERVISTA – Giampaolo Veghini: «Un progetto sulla comunicazione? Siamo apartitici e siamo disponibili a confrontarci su ogni argomento»

Advertisement