Connect with us

Hi, what are you looking for?

Verona, Papa del Gnoco (Foto Filippo Brunelli)
Verona, Papa del Gnoco (Foto Filippo Brunelli)

Territorio

A Verona il Carnevale non si sospende ma si posticipa

Venerdì Gnocolar con sfilata dei carri programmato per il 7 maggio. Un’edizione che sarà «il segnale di una ritrovata normalità»

Come anticipato da Verona In l’ampio programma di eventi del Carnevale veronese 2021 prenderà il via in primavera a causa delle incertezze collegate alla pandemia. Una tabella di marcia posticipata quindi di qualche mese rispetto alle date tradizionali che, per quest’anno, prevedevano il venerdì gnocolar nella giornata del 12 febbraio.

Il primo appuntamento del 491esimo Bacanal del Gnoco è previsto per l’11 aprire alle ore 11.00, con la cerimonia della posa della statua del Papà del Gnoco. Sabato 24 aprile, alle ore 17.00, le maschere si ritroveranno alla Basilica di San Zeno per la consueta Santa Messa. Da sabato 1 maggio a domenica 10 maggio, in piazza San Zeno, sarà allestito il “Villaggio del Carnevale” dove, domenica 2 maggio, dalle ore 8.00 alle 23.00, sarà effettuata l’elezione del 491esimo Papà del Gnoco. Fissata per lunedì 3 maggio alle ore 19.30 l’incoronazione del Sire del Carnevale alla Gran Guardia.

Il 7 maggio, con la tradizionale sfilata di carri, Verona festeggerà per le vie cittadine il venerdì gnocolar. Nella mattinata il papà del Gnoco, accompagnato dalle principali maschere della tradizione, si incontrerà con Presidente della Provincia, Prefetto e Sindaco. Dalle 13.45, con avvio da corso Porta Nuova, partenza del corteo.

Domenica 9 maggio alle ore 14.00 si terrà la Cavalcata storica di Can Francesco della Scala, mentre martedì 11 maggio alle 19.30 l’ultimo di carnevale con festa in maschera in Gran Guardia. La sfilata notturna dei carri, invece, si terrà sabato 29 maggio a partire dalle ore 20.00. Sabato 11 settembre, alle ore 19.30 in piazza San Zeno, evento di chiusura del Carnevale con il “Maccheronicum convivio Gnocolarum”.

Novità dell’edizione 2021 la distribuzione dell’album di figurine del Carnevale intitolato “Veronesi Tutti Mati” e una speciale miniatura, di circa 40 centimetri, del papà del Gnoco come simbolo delle difficoltà vissute nell’anno appena passato e delle tante speranze per il futuro.

Il programma del Carnevale è stato illustrato questa mattina dall’assessore al Turismo Francesca Toffali insieme al presidente del Comitato Carnevale Bacanal del Gnoco Valerio Corradi.

L’assessore Toffali ha dichiarato: «l’obiettivo è quello di non saltare l’anno, perché venga data l’opportunità di garantire, anche in un contesto di difficoltà, la continuità del Carnevale veronese, fra le più antiche tradizioni popolari italiane e la cui maschera è la più vecchia d’Italia. Sarebbe un peccato “mortale” non sostenerne la realizzazione anche nel 2021. Il suo svolgimento è il segnale di una ritrovata normalità».

 

 

 

Written By

1 Comment

1 Comment

  1. Filippo Cassetta

    07/01/2021 at 00:33

    No ma veramente? Va bene, non è uno scherzo.
    Immagino allora signor sindaco e assessora Toffali che abbiate già approntato tutte le regole e i protocolli in modo che le persone che in questi mesi si incontreranno per predisporre i carri per la sfilata possano lavorare in sicurezza… Attendo di leggerli.
    Un’ultima cosa assessora Toffali sull’uso delle parole. PECCATO MORTALE è cancellare una manifestazione durante una pandemia in un’area con tassi di mortalità tra i maggiori al mondo? Non sarebbe invece peccato mortale se anche solo una persona perdesse la vita a causa di una patetica sfilata di carnevale fatta nel mese di maggio?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firma la petizione

Meno agitazione più informazione. Abbonati a Verona In

Campagna abbonamenti Verona In

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Meteo

Temperature ancora di qualche grado sotto i valori normali con massime tra 20 e 22 gradi e minime sui 10-12 gradi

Il Vangelo

Marco chiude il suo vangelo con una frase che ci regala tanta speranza: «Essi partirono e… il Signore agiva insieme con loro».

Cultura

Dalla Dedizione del 1405 alla costruzione della Dogana Fluviale. Il 6 giugno la visita guidata per rivivere i luoghi del dominio veneziano.

Opinioni

Accorato appello a imprenditori e professionisti perché dedichino le loro migliori energie alla città dove hanno costruito la loro fortuna

Advertisement