Connect with us

Hi, what are you looking for?

Il Vangelo

La vocazione di ognuno di noi è di diventare “angeli” gli uni degli altri

Paolo, Davide e Maria ci insegnano che dobbiamo imparare a confidarci ed affidarci agli altri e al mistero di Dio

Dal Vangelo di Luca
Nel sesto mese, l’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, chiamato Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: «Rallegrati, o piena di grazia, il Signore è con te». A queste parole ella rimase turbata e si domandava che senso avesse un tale saluto. L’angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ecco concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e chiamato Figlio dell’Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine». Allora Maria disse all’angelo: «Come è possibile? Non conosco uomo». Le rispose l’angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te, su te stenderà la sua ombra la potenza dell’Altissimo. Colui che nascerà sarà dunque santo e chiamato Figlio di Dio. Vedi: anche Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia, ha concepito un figlio e questo è il sesto mese per lei, che tutti dicevano sterile: nulla è impossibile a Dio». Allora Maria disse: «Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto». E l’angelo partì da lei. Luca 1, 26-38. 

Le letture di oggi ci presentano tre persone i cui progetti si scontrano con i progetti di Dio: Davide, Paolo e Maria. Sono tre esempi straordinari di persone che hanno fede. Cioè si “af-fidano” all’imprevedibile, al mistero, a Dio.

Davide: vuole costruire un tempio per Dio. Per Dio invece la sua casa è il cuore dell’uomo. Paolo: è un fariseo “fanatico” della Legge di Dio. Dio gli fa capire che prima della legge viene l’uomo. Maria: una giovane innamorata che sogna una famiglia con il suo amore Giuseppe. Dio irrompe nella sua vita e scombina i suoi piani.

Ma in che modo Dio entra in relazione con noi? Davide viene a conoscere il progetto di Dio attraverso un maestro, una guida, il profeta Natan. Paolo invece attraverso un fatto importante della sua vita (descritto in modo drammatico come una caduta da cavallo). Maria attraverso un “angelo”.

Qual è il messaggio che ci vuole dare la Bibbia? La Bibbia ci dice che Dio si rivela a noi in modi molto misteriosi, attraverso un amico, una persona saggia, un fatto della vita, un “angelo”.

Angelo in ebraico significa “messaggero”. Come diceva Sant’Agostino l’angelo non indica una persona, ma una funzione, un compito. Un intermediario tra Dio e l’uomo. Gli angeli non sono delle persone ma dei simboli, delle immagini.

Tutti noi nella nostra vita abbiamo incontrato delle persone importanti che ci hanno aiutato a crescere, a scegliere, a trovare la nostra strada. Queste persone per noi sono state dei veri “angeli in carne ed ossa”.

Ma perché Dio manda un angelo a Davide, a Paolo e a Maria? Perché per realizzare il suo sogno, Dio ha bisogno di noi, di me. La vocazione di ognuno di noi è di diventare “angeli” gli uni degli altri. Per aiutarci vicendevolmente a vivere una fede più adulta. Per rendere questa città, oltre che bella, anche più umana. Per offrire alla tante persone in ricerca uno spazio dove ci si sente accolti, dove si possono incontrare delle persone, delle amiche e degli amici veri. Per darci una mano nei momenti della fragilità per una malattia, una morte, una separazione.

É ormai Natale.  Forse anche noi come Davide, come Paolo e come Maria, dovremmo imparare  a “con-fidarci” … con qualcuno. Forse ci aiuterebbe a scoprire che è il modo più bello anche per noi per “af-fidarci” al mistero di Dio.

Don Roberto Vinco 
Domenica 20 dicembre 2020

Roberto Vinco
Written By

Don Roberto Vinco è parroco a San Nicolò all'Arena (Verona). roberto.vinco@tin.it

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Meno agitazione più informazione. Abbonati a Verona In

Campagna abbonamenti Verona In

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Territorio

Luca Zanotto: «cresce e si rafforza l’offerta di un servizio di trasporto sempre più importante per la mobilità di Verona»

Territorio

Ripartono i prestiti in tutti i quartieri con prenotazione obbligatoria. Per i piccoli lettori arriva la "Mistery Bag"

Il Vangelo

«Andate e battezzate» non vuol dire costringere tutti ad iscriversi nel registro della chiesa, ma aiutare tutti a diventare persone libere

Meteo

Zero termico inizialmente sui 400-500 m. Temperature minime in città tra zero gradi e -2 gradi, in provincia valori anche più bassi.

Advertisement