Connect with us

Hi, what are you looking for?

La voce del Rengo

L’ultimo consiglio comunale (17/12/2020)

Aziende partecipate: approvate modifiche allo statuto So.lo.ri, piano di razionalizzazione della società, obiettivi su spese di funzionamento

consiglio comunale-rengo

Giovedì 17 dicembre Approvate dal Consiglio comunale di questa sera, con 26 favorevoli e 3 astenuti, le modifiche allo statuto della società So.lo.ri. e dello schema di convenzione per l’esercizio del “Controllo analogo congiunto” tra tutti i soci, con il recepimento delle ultime indicazioni di Anac. I documenti sono stati illustrati in aula dall’assessore alle Aziende Partecipate Stefano Bianchini.

A livello societario attualmente il Comune di Verona detiene il 99,30% del pacchetto azionario di So.Lo.Ri. S.p.A., i Comuni di Cortina d’Ampezzo e San Giovanni Lupatoto rispettivamente lo 0,20%, i Comuni di Pescantina, Valeggio sul Mincio e Grezzana ciascuno lo 0,10%. Tutti i soci, inoltre, hanno affidato in house alla società i vari servizi di riscossione e gestione tributaria afferenti ai rispettivi territori.

A livello statutario, con le modifiche introdotte, volte a riconoscere e consentire l’esercizio del controllo analogo congiunto previsto dalla Legge, è stato istituito il “Comitato di Indirizzo e Controllo”, avente funzioni di orientamento strategico e di garanzia della rappresentanza di tutti i soci membri. Tale comitato, come indicato nei nuovi punti inseriti nello statuto, è un organo collegiale composto da un rappresentante designato da ciascun socio pubblico e nominato dall’assemblea dei soci. L’articolazione della struttura e delle competenze del Comitato, con specifiche sulle funzioni di indirizzo e controllo sulle attività della società, sono parte integrante anche nel testo della convenzione necessaria all’esercizio del controllo analogo congiunto sulla società locale di riscossione.

Successivamente, con 21 favorevoli e 7 contrari, è stata approvato il Piano di razionalizzazione delle società partecipate per l’anno 2020. Annualmente, infatti, vi è obbligo da parte delle Pubbliche Amministrazioni di procedere ad un’analisi dell’assetto complessivo delle società in cui detengono partecipazioni, dirette o indirette, predisponendo un piano di riassetto per la loro razionalizzazione, fusione o soppressione, anche mediante messa in liquidazione o cessione. Le variazioni societarie effettuate nel corso di quest’anno sono state illustrate all’aula dall’assessore Bianchini.

In particolare sono stati evidenziati gli obiettivi raggiunti, fra i quali, la cancellazione a dicembre 2019 della Società controllata indiretta di 4° livello (tramite SER.I.T. S.r.l., che ne deteneva il 60%) Lomb.Ri.Ca. S.r.l. Per quanto riguarda la Società Polo Fieristico Veronese S.p.A. (nel precedente Piano 2019 controllata diretta del Comune per l’85% e partecipata indiretta tramite Veronafiere S.p.A. per il 15%), nell’Assemblea straordinaria del 20 dicembre 2019 è stato deliberato l’aumento di capitale a favore di Veronafiere S.p.A., che è diventata socia di maggioranza e di controllo con il 51,29%. La Società Parcheggio Ponte Aleardi S.r.l., già partecipata di 2° livello di AMT S.p.A. per il 49%, è stata acquisita totalmente, quale atto propedeutico alla fusione per incorporazione, dalla stessa AMT S.p.A. ad agosto 2019 (ed è quindi ora è una sua controllata al 100%). Le Società IEG S.r.l. e Vega S.r.l.: sono state entrambe poste in liquidazione volontaria a novembre 2019. La Società AGSM Energia Est Veronese S.r.l. è stata posta in liquidazione a settembre 2020. Nel corso di quest’anno, inoltre, è venuta meno la partecipazione di AMIA Verona S.p.A. in ESA-Com S.p.A. (40%), in quanto la società ha deliberato il riacquisto delle azioni proprie detenute da AMIA Verona S.p.A., la quale si è resa disponibile alla cessione a fronte di un corrispettivo pari a 1.200.000 euro.

Approvato, con 20 voti favorevoli ed 1 contrario, anche l’ordine del giorno collegato, illustrato all’aula dal consigliere Paola Bressan fra i firmatari del documento, che pone all’attenzione dell’Amministrazione attività necessarie per la trasformazione di Amia spa in società in house del Comune di Verona.

Infine, con 21 voti favorevoli e 5 contrari, sono stati approvati gli obiettivi specifici sul complesso delle spese di funzionamento delle società a controllo del Comune di Verona per il triennio 2020-2022. Ne sono interessate: Amt, So.lo.ri e Agsm con le sue controllate, per le quali sono previsti in particolare obiettivi collegati al contenimento della spesa per consulenze e la riduzione del costo del personale.

Redazione2
Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firma la petizione

Meno agitazione più informazione. Abbonati a Verona In

Campagna abbonamenti Verona In

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Inchieste

INCHIESTA – Non c'è un sistema condiviso per intercettare i giovani laureati e inserirli in aziende che puntano sull'innovazione. Pubblico e privato ognuno va...

Territorio

Si prefigura un riassetto societario per rilanciare l'aerostazione con un ruolo maggiormente connesso al territorio scaligero

Territorio

Benini (PD): «Si continua a posticipare la fine dei lavori e si continua a parlare di una svolta che nei fatti non esiste»

Interviste

INTERVISTA – Diego Begalli, Univr: «Ognuno procede con le sue iniziative che avrebbero maggiore efficacia se fossero coordinate e condivise»

Advertisement