Connect with us

Hi, what are you looking for?

Roberto Buttura - Film Festival della Lessinia - FFDL
Roberto Buttura

Cultura

Roberto Buttura è il nuovo presidente del Film Festival della Lessinia

Cambio al vertice per l’associazione che organizza il concorso cinematografico internazionale dedicato alla vita, alla storia e alle tradizioni in montagna che si svolge annualmente a Bosco Chiesanuova (Verona).

Cambio ai vertici per il Film Festival della LessiniaL’assemblea dei soci dell’associazione che organizza il concorso cinematografico internazionale dedicato a vita, storia e tradizioni in montagna ha eletto all’unanimità come nuovo presidente Roberto Buttura che raccoglie idealmente il testimone da Giancarlo Corradi, scomparso lo scorso ottobre.   

«Il mondo della cultura in generale e del cinema, di conseguenza, sta affrontando un momento drammatico per l’emergenza causata dalla pandemia. L’edizione 2020 del Film Festival della Lessinia, andata in scena dal vivo e on line, ha presentato uno dei programmi cinematografici più rilevanti della sua storia, dimostrando che superare le difficoltà è possibile con l’impegno, la dedizione ma soprattutto con la professionalità che hanno fatto di questo Festival uno dei più importanti concorsi cinematografici al mondo dedicati alla montagna», ha dichiarato il neopresidente, ringraziando il suo predecessore per il lavoro svolto. 

«Raccogliere il testimone da Giancarlo Corradi è un onore e un onere – prosegue –. Forte delle proprie radici, ora il Festival deve affermare definitivamente la sua autorevolezza sia a livello locale che internazionale. Partiremo da qui, facendo lavoro di squadra con il direttore artistico Alessandro Anderloni, con il team e con tutti i partner istituzionali e privati che sostengono la rassegna». Tra le proposte annotate da subito in agenda da Buttura c’è un rilancio degli “Amici del Festival” e l’impegno a garantire una stabilità economica pluriennale per il futuro della manifestazione.      

Roberto Buttura è nato a Verona nel 1947. Sposato, risiede con la moglie a Montorio. È stato dipendente della Cassa di Risparmio di Verona, Vicenza e Belluno, impegnato nel sindacato e in politica. Ha ricoperto vari incarichi pubblici: nel biennio 1986-1987 è stato presidente dell’Agec (Azienda gestione edifici comunali) di Verona; dal 1986 al 1990 vicepresidente dell’Unità Locale Socio Sanitaria (ULSS) n. 25 di Verona. Dal 1990 al 2000 Consigliere regionale del Veneto e in questo ambito dal 1992 al 1994 Assessore Regionale alla Sanità. Nel biennio 2006-2007 è stato componente del Consiglio di amministrazione dell’Istituto Assistenza Anziani di Verona. Dal 2001, come volontario, si occupa di tutela pubblica al Centro per i Diritti del Malato e per il Diritto alla Salute di Verona. È un grande appassionato di cinema e della Lessinia.

1 Comment

1 Comment

  1. Avatar

    Maurizio Danzi

    03/12/2020 at 22:20

    Che bello! Un amico bravo e intelligente. Avanti Roberto!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Meno agitazione più informazione. Abbonati a Verona In

Campagna abbonamenti Verona In

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Editoriale

Cultura è anche il grado di civiltà di una comunità. Alcune episodi che quasi sicuramente hanno influito sulla bocciatura di Verona.

Territorio

«La città come una grande aula dove gli studenti possono cogliere la complessità delle discipline poiché esse sono anche nelle periferie».

Spettacoli

TEATRO ORLANDI. Velo Veronese, in quattro eventi Alessandro Anderloni ripercorre le tradizioni legate al sommo Poeta e alla montagna scaligera nell’anniversario dei 700 anni...

Spettacoli

DOGANA DI FIUME. Prosa, musica e danza contemporanea domenica 13 e lunedì 14 settembre. Seconda tappa del progetto triennale Dante Settecento: Verona onora Dante.

Advertisement