Connect with us

Hi, what are you looking for?

Piazza Bra, Verona (foto Verona In)
Piazza Bra, Verona (foto Verona In)

Opinioni

Verona capitale della cultura, la città non è stata coinvolta

È davvero paradossale che chi ha fatto tutto in solitudine oggi accusi chi è stato tenuto ai margini di non voler difendere la città.

La differenza fra il progetto veronese e un progetto partecipato è riassunta nella foto, presente nel dossier della città di Volterra, la cui qualità avevo segnalato su Verona In circa un anno fa, ben prima della bocciatura veronese.

Volterra

Un progetto partecipato è un progetto nel quale, ad esempio, vengono raccolte in modo strutturato le idee dei giovani e vengono coinvolte sin dall’inizio le associazioni cittadine di varia natura. Un progetto non partecipato è un progetto nel corso del quale qualcuno chiede ad alcune Istituzioni cittadine quale idea desiderano descrivere e attuare.

La differenza è semplice. La strada scelta dal Comune di Verona è stata la seconda e questa – come ormai è a tutti chiaro – è stata una delle ragioni essenziali della bocciatura.

È purtroppo magra consolazione ricordare che lo avevamo scritto sin dal 2018: esattamente in questi termini: «Il titolo di Capitale della cultura non viene attribuito guardando al passato, come una sorta di “premio alla carriera”, ma proprio per un progetto culturale rivolto al futuro, che deve essere immaginato, discusso e pazientemente costruito per mesi, insieme con tutta la città».

È davvero paradossale che chi ha fatto tutto in solitudine oggi accusi chi è stato tenuto ai margini di non voler difendere la città. Quando, inizialmente, in tutta la città vi era entusiasmo, con la precisa richiesta di un progetto condiviso.

Che cosa avrei voluto – e invece manca – nel progetto? Per ragioni di spazio, scriverò qualcosa soltanto rispetto all’obiettivo della sostenibilità, del resto centrale in questo Bando per la designazione della Capitale della cultura.

Nel Dossier , il Comune insiste molto sulla riqualificazione dell’area ZAI, per la quale peraltro parliamo per il momento solo di progetti assai lontani e di complessa attuazione.

Poi però il Dossier ci informa con orgoglio che Verona, tra i primi Comuni italiani, ha volontariamente aderito al PAES, Patto dei Sindaci mirante a ridurre le emissioni di gas serra del 20% entro il 2030. Ogni due anni, sulla base di questo Patto, i Comuni devono mandare una relazione di monitoraggio circa lo stato di avanzamento del progetto di riduzione delle emissioni. Peccato che, andando a vedere un po’ meglio le cose sul portale del Patto dei Sindaci, si scopre che Verona non ha negli ultimi 5 anni trasmesso alcuna relazione di monitoraggio. Come si possa seriamente pensare di inserire tutto questo in pompa magna nel Dossier di Verona Capitale, rimane un mistero.

Più in generale, manca nel progetto qualsiasi idea concreta riguardante il problema ambientale fondamentale di Verona: la necessità di riconvertire una città la cui mobilità è pensata per l’auto privata in una città davvero moderna, europea e sostenibile. Una città perciò più amichevole per i cittadini e insieme più attrattiva per il turismo sostenibile del Nord, ben diverso dal turismo mordi e fuggi cui purtroppo Verona – prima del Covid-19 – si stava abituando.

Luciano Butti







Luciano Butti
Written By

Luciano si è sempre occupato, per lavoro, dei rapporti fra leggi, scienza e ambiente. Insegna diritto internazionale dell'ambiente all'Università di Padova. Recentemente, ha svolto un lungo periodo di ricerca presso l'Università di Cambridge, dove ha studiato i problemi che avremo nel disciplinare per legge le applicazioni dell'intelligenza artificiale (in particolare, le auto elettriche a guida autonoma). Ama la bicicletta, le attività all'aria aperta e la meditazione. luciano.butti1@gmail.com

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Meno agitazione più informazione. Abbonati a Verona In

Campagna abbonamenti Verona In

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Meteo

La depressione responsabile delle intense precipitazioni si è allontanata verso est e la pressione atmosferica al suolo tenderà ad aumentare.

CS

Con un atto di forza che non ha precedenti i capigruppo di maggioranza hanno votato per spostare all’ultimo punto dell’ordine del giorno del consiglio...

Meteo

Minime di poco sotto lo zero fino a martedì. Massime in aumento dagli iniziali +5, +6 gradi fino a +8, +9 di venerdì e...

Opinioni

Sboarina si è battuto per consentire la circolazione di mezzi inquinanti dimenticando che la salute è il primo bene da difendere.

Advertisement