Connect with us

Hi, what are you looking for?

Territorio

Verona e le limitazioni della fascia gialla, coprifuoco dalle 22

Ampliamento della didattica a distanza, chiusura di musei, sale da gioco e centri commerciali nel weekend: queste alcune delle regole del nuovo Dpcm.

Giovedì 5 novembre. Entrano in vigore venerdì 6 novembre le nuove limitazioni e misure per il contenimento dell’emergenza Coronavirus, introdotte dall’ultimo decreto ministeriale. Verona, come il resto del Veneto, è al momento in fascia gialla e quindi zona a rischio moderato con minori restrizioni rispetto ai territori collocati in fascia arancione e rossa.

Da domani si attiva il coprifuoco dalle 22 alle 5 del mattino, fascia oraria durante la quale sono consentiti solo gli spostamenti per comprovati motivi di lavoro, necessità o salute con necessaria autocertificazione. La chiusura dei bar e dei ristoranti rimane alle 18 mentre il servizio di take away è disponibile fino alle 22. Restano chiusi il sabato e la domenica i centri commerciali ad accezione di farmacie, parafarmacie, negozi di alimentari, tabaccherie ed edicole situate al loro interno. Chiudono anche le mostre e i musei, le sale gioco, scommesse, bingo e slot machine anche all’interno dei bar; il trasporto pubblico è ridotto al 50% della capienza.

I sindaci inoltre hanno la possibilità di chiudere piazze, vie o aree della città, qualora fosse necessario per evitare assembramenti, durante tutto l’arco della giornata e non più solo dopo le 21 come previsto dal precedente Dpcm.

Il nuovo Dpcm introduce la didattica a distanza al per tutte le classi delle superiori, fatta eccezione per i laboratori. Gli alunni delle scuole medie, elementari e dell’infanzia invece possono continuare in presenza, ma con uso obbligatorio di mascherina, tranne al di sotto dei 6 anni. Le attività formative e curricolari a distanza sono previste anche per le università, e sono sospesi i concorsi pubblici e gli esami di abilitazione, tranne quelli per personale medico e protezione civile.

Le uniche attività sportive consentite dal decreto sono le competizioni nazionali e internazionali così come l’attività motoria individuale, purché rispetti la distanza di sicurezza. Continueranno anche le discipline non di contatto nei circoli e centri sportivi all’aperto mentre tutto il resto viene sospeso.

Ancora da sciogliere invece il nodo mercati. Il sindaco Federico Sboarina ha chiesto, tramite il Prefetto e le associazioni di categoria Confesercenti e Confcommercio, di avere quanto prima dal Governo un’interpretazione in merito. Secondo il Dpcm gli esercizi commerciali, dovrebbero rimanere chiusi il sabato e la domenica. A Verona dovrebbero quindi essere sospese le bancarelle dello Stadio, tranne quelle di prodotti alimentari, e di piazza Erbe. Le perplessità riguardano la gestione e la organizzazione dei mercati, a rischio assembramenti nel weekend tanto quanto durante la settimana.

Con le nuove restrizioni aumenteranno anche i controlli da parte di tutte le Forze dell’Ordine. Il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica si riunirà domani mattina per valutare le modalità di presidio del territorio.

«Adesso più che mai servono responsabilità e buon senso, non molliamo ora – commenta il sindaco –. Siamo stati inseriti nella zona gialla, possiamo tirare un respiro di sollievo, ma ci vuole poco passare a quella arancione. Dobbiamo impegnarci tutti perché questo non avvenga. Nessuno vuole che l’emergenza sanitaria si aggravi e scattino nuove limitazioni. Dobbiamo essere rispettosi e attenti alle norme e ai protocolli per far sì che non avvenga il peggio».

 

Redazione2
Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Meno agitazione più informazione. Abbonati a Verona In

Campagna abbonamenti Verona In

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

La voce del Rengo

Consiglio straordinario sugli interventi attuati dall'amministrazione a sostegno della città colpita dalla Pandemia

CS

Tra le iniziative il Festival della Scuola dedicato all'orientamento formativo e due raccolte di beneficenza per installare termoscanner

Opinioni

Il rapporto di Italia Oggi pone Verona al sesto posto in Italia per qualità della vita ma evidenzia come punti deboli turismo e sicurezza.

Territorio

Gli introiti finanzieranno il restauro della corte Ovest dell'Arsenale. Traguardi: «scelta sbagliata da ogni punto di vista»

Advertisement

Privacy Preference Center

Cookie tecnici

Questi cookie sono utilizzati esclusivamente per il corretto funzionamento del sito.

Cookie tecnici proprietari.

Cookie di terze parti

Questi cookie consentono al sito di raccogliere informazioni anonime sui visitatori a fini statistici e alle terze parti di ricavare dati per la profilazione pubblicitaria.

Google analytics, Google Adsense, Amazon.