Connect with us

Hi, what are you looking for?

Piazza Bra
Piazza Bra

Territorio

La manifestazione dei Pubblici Esercizi in Piazza Bra

Centinaia i titolari che da tutto il Veneto si sono riuniti a Verona per partecipare alla mobilitazione nazionale organizzata da Confcommercio contro le misure dell’ultimo Dpcm.

Mercoledì 28 ottobre. «Oggi siamo qui, siamo a terra, come in altre 23 altre piazze italiane, in una delle città e delle province più visitate del Paese, che vive anche e soprattutto di turismo e di ospitalità. Numerosi, coraggiosi, pacifici si, ma determinati, noi siamo quelli che ogni giorno si rimboccano le maniche. Ma di fronte a questa tragedia, purtroppo, non basta», dichiara Paolo Artelio, presidente della Federazione Italiana dei Pubblici Esercizi (FIPE)  di Verona, durante il suo intervento in piazza Bra.

Centinaia fra titolari di bar, ristoranti e altri settori economici di Verona e provincia hanno aderito alla manifestazione di Confcommercio per protestare contro le misure dell’ultimo Dpcm, in particolare quella che prevede la chiusura alle 18 di alcune attività e la totale sospensione di altre, come palestre, cinema e teatri.

«”Siamo a terraeconomicamente. Il settore dei pubblici esercizi perderà quest’anno almeno 27 miliardi di euro su 96 di fatturato complessivo. 300mila posti di lavoro nel nostro settore rischiano di scomparire definitivamente. L’ulteriore imposizione della chiusura alle 18 ci costerà da sola 2,1 miliardi di euro, impedendo a 600 mila persone di lavorare» continua Artelio, ricordando anche l’importanza sociale di queste attività, gli 11 milioni di clienti giornalieri prima della pandemia e le 300 mila imprese che danno lavoro a più di 1 milione e mezzo di persone in tutta Italia.

«Siamo parte fondamentale dell’identità italiana, ragione primaria per il turismo e componente del vantaggio competitivo del Made in Italy, il primo motivo per cui i turisti stranieri scelgono di tornare nel nostro Paese» dice il presidente FIPE Verona.

Manifestazione in Piazza Bra

Manifestazione in Piazza Bra

Stando ai dati della Camera di Commercio nella provincia di Verona sono oltre 7.000 le imprese dei pubblici esercizi attive, quasi 4.000 delle quali nella città capoluogo, che insieme al commercio danno lavoro a quasi 100 mila dei 410 mila occupati del territorio veronese. In Veneto i pubblici esercizi sono circa 26 mila con quasi 85 mila occupati, per un valore dei consumi che nel 2019 ha toccato 8,3 miliardi di euro. 

«Eppure, “Siamo a terra”. Comprendiamo e siamo responsabili di fronte ad una tragica emergenza sanitaria, subiamo però da mesi la sconfortante definizione di attività “non essenziali” ogni volta in cui la situazione si complica. Eppure, tutte le attività economiche sono essenziali quando producono reddito, occupazione, servizi. E tutte le attività sono sicure se garantiscono le giuste regole e attuano i protocolli sanitari assegnati. Per questo  “Siamo a terra” moralmente. Non siamo noi i responsabili della curva dei contagi. Noi non siamo il problema. Possiamo e vogliamo essere parte della soluzione. “Siamo a terra”, ma non ci arrendiamo ne abbiamo intenzione di farlo», conclude Artelio.

A commentare la manifestazione che, come a Verona, si è svolta in 24 piazze italiane, anche il sindaco Federico Sboarina, sceso in piazza a sostegno delle categorie colpite: «Dobbiamo bloccare la diffusione del virus ma non si può continuare a colpire il diritto al lavoro, rischiando di far morire di fame intere categorie di commercianti e imprenditori. Insieme ai sindaci della provincia ho firmato la lettera di Confcommercio alla Presidenza del Consiglio in cui si chiedono tre cose: l’allungamento degli orari, tempi certi per gli aiuti economici prima di arrivare ai fallimenti e potenziamento dei controlli».

Il sindaco ha poi ricordato le misure che il Comune ha adottato per aiutare le attività, come l’apertura della ZTL e la proroga ai plateatici.

Leggi anche: Manifestazione violenta, si accertino responsabilità e connivenze

 

 

 

 

 

 

 

 

Redazione2
Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Meno agitazione più informazione. Abbonati a Verona In

Campagna abbonamenti Verona In

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Territorio

Gli introiti finanzieranno il restauro della corte Ovest dell'Arsenale. Traguardi: «scelta sbagliata da ogni punto di vista»

Territorio

Presentato il bilancio 2019-2020. 1.586 (-119) incidenti stradali, 365 con soli danni a cose e 1.221 con lesioni, compresi 14 mortali.

Territorio

I fondi arrivati rientrano nelle richieste fatte dai comuni per aiutare gli enti locali a continuare a erogare servizi essenziali senza tagli

Territorio

Sboarina: «Verona attrattiva anche durante il Covid». Gli albergatori: «Verona non ha bisogno di strutture di lusso».

Advertisement