Connect with us

Hi, what are you looking for?

Territorio

Nuove corsie ciclabili (diverse dalle piste) per andare a scuola in bici

Le piste sono delimitate da strisce gialle, le corsie da strisce bianche. Impariamo a distinguerle bene per viaggiare in sicurezza.

Luca Zanotto
Luca Zanotto

Sabato 5 settembre. Questa mattina l’assessore alla Viabilità e traffico Luca Zanotto e il presidente Fiab Corrado Marastoni, si sono recati al Chievo, in via Berardi dove è stata creata l’ultima corsia ciclabile, a servizio degli istituti Alberghieri Berti e Provolo.

Le altre si trovano in circonvallazione Maroncelli, dove ci sono le scuole medie Bettelloni, e in via Provolo, per servire una serie di istituti scolatici tra cui il Don Bosco; in via Battisti, via dello Zappatore, via dei Montecchi, via del Lanciere, ossia le vie limitrofe a piazza Cittadella, dove sono presenti numerose scuole superiori, tra cui l’educandato Agli Angeli, il liceo Messedaglia, le scuole Montanari, l’istituto Ferraris e le scuole Alle Stimate. In zona Stadio, in via delle Coste e in via Ramelli, che gli studenti percorrono per raggiungere gli istituti Marconi e Aleardo Aleardi; infine, in via Banchette in Borgo Venezia, dove si trova l’istituto Copernico-Pasoli.

Corsia ciclabile

Corsia ciclabile

«Abbiamo colto l’opportunità fornita dal decreto Rilancio per segnalare su alcune strade, che conducono alle scuole, la presenza di persone in bicicletta – ha spiegato Zanotto –. Non si tratta di piste ciclabili, ma di corsie ciclabili sulle quali possono transitare anche le auto. Non cambia nulla dal punto viabilistico, le auto continueranno a transitare come prima. È uno strumento in più per far sì che si presti la dovuta attenzione alla presenza di biciclette, è una segnaletica fatta apposta per richiamare il senso di responsabilità di chi si trova alla guida dell’auto. Per quanto riguarda nello specifico la viabilità del Chievo, se la creazione delle corsie ciclabili ha fatto emergere delle problematiche mai segnalate prima, ci metteremo subito al lavoro con i tecnici e la Circoscrizione per affrontarle».

Pista ciclabile

Pista ciclabile

La differenza sostanziale tra pista ciclabile (o ciclopedonale) e corsia ciclabile sta nella posizione che le stesse occupano rispetto alla strada. Se la pista ciclabile, segnata con il colore giallo, occupa uno spazio riservato e può essere ricavata anche su un tratto di marciapiede, la corsia ciclabile occupa la carreggiata percorsa anche dalle auto che alle due ruote devono dare la precedenza. Qui lo spazio percorribile dalle biciclette è contrassegnato da una linea bianca discontinua.

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altri articoli

Interviste

INTERVISTA – Filobus da rivedere e maglie più strette per la ZTL. Grande spazio per le biciclette e aree sosta per i monopattini ben...

Opinioni

Il sindaco uscente promette una Verona del futuro priva di barriere ma non spiega come mai non lo abbia fatto negli anni in cui...

Opinioni

Il filobus, ex tramvia, dopo un ventennio rischia di perdere i finanziamenti, nelle ciclabili siamo ultimi fra i capoluoghi veneti, e intanto si continuano...

Opinioni

Lodevole l'impegno dell'Amministrazione per estendere la rete delle piste ma bisognerebbe anche migliorare il paesaggio urbano che le accompagna

Advertisement