Connect with us

Hi, what are you looking for?

Satira

Strage di alberi, quando si dice portarsi avanti col lavoro

Gianni Falcone
Written By

Irpino di nascita, risiede a Verona. Ha lavorato sia nel settore pubblico che in quello privato; dal 1991 si è occupato di editoria elettronica. Attualmente collabora al giornale online Verona In curando la satira. Gestisce il blog giannifalcone.it di satira politica e sociale ma si occupa anche di disabilità alla quale sono dedicate alcune sezioni. In collaborazione con Verona In ha pubblicato Verona – (p)assaggi pedonali, una documentazione fotografica sugli attraversamenti pedonali incompleti o pericolosi, e Muffart Verona – in collaborazione con Giorgio Massignan – una raccolta di rielaborazioni grafiche dei danni subiti dai muri di alcuni edifici storici in conseguenza di incuria o mancata manutenzione. Con Smart Edizioni di Verona ha pubblicato il libro Stazionario sarà lei, una storia familiare di disabilità. Ha inoltre illustrato i libri Burnt by the Tuscan Sun di Francesca Maggi, 50 anos de Teatro di Ivo Domingues e Raízes & Reflexões di Fonseca Ribeiro. href="mailto:giannifalcone.vr@gmail.com">giannifalcone.vr@gmail.com

2 Comments

2 Comments

  1. Avatar

    Alessandra

    26/08/2020 at 08:36

    Eh sì, tristemente ironico… in città c’era bisogno di tanti alberi e parchi piantumati, invece ci ritroviamo ancor più deficitari. Ora l’amministrazione avrà la scusa per segare ed abbattere ancora di più. Confido che non se ne approfitti, che sia oculata e sostituisca a tanti abbattuti altrettante nuove piante e di più. Certo non saranno alte e frondose e secolari come le altre, ma cresceranno e svolgeranno il loro compito di ridurre l’inquinamento, offrirci ombra e refrigerio, trattenere il terreno evitando smottamenti, dare rifugio alla fauna.

  2. Marcello

    Marcello

    25/08/2020 at 12:00

    Non credo che la natura faccia da spalla a Sboarina; di certo la manutenzione del verde pubblico fa “acqua” da troppi anni. Un po’ come nella Scuola: ci si accorge delle gravi trascuratezze solo dopo molti anni e per un disastro (Covid19), non prima! Per una seria manutenzione del verde non ci sono mai i soldi! Solo motoseghe, dopo (e anche prima talvolta)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Lettere

Sul giornale L’Arena dei giorni scorsi è stato riportato che: “procedono a tamburo battente le operazioni di pulizia delle strade e di messa in...

Territorio

Allarme meteo. Monitorati gli alberi a rischio mentre i cittadini si adoperano per liberare le caditoie dai detriti provocati dal nubifragio di domenica 23...

Territorio

Le domande possono essere fatte entro il 20 settembre in tre zone della città, sia per danni a strutture private sia per quelli ad...

Meteo

La Protezione civile regionale ha emanato l’allerta meteo per la giornata di domani, venerdì 3 luglio. È previsto maltempo diffuso durante tutta la giornata,...

Advertisement