Connect with us

Hi, what are you looking for?

Territorio

Immobile sottratto alla mafia ospiterà persone e famiglie disagiate

Questa mattina il sindaco, l’assessore Neri, il presidente di Fevoss Dal Corso e il presidente di Avvocati Veronesi Esecuzioni Ferrarese,  si sono recati in sopralluogo all’abitazione.

Questa mattina il sindaco, l’assessore Neri, il presidente di Fevoss Dal Corso e il presidente di Avvocati Veronesi Esecuzioni Ferrarese,  si sono recati in sopralluogo all’abitazione. Il Comune: «Chi ha perso tutto anche a causa della pandemia avrà un’occasione di rinascita».

Venerdì 31 luglio – «Un’occasione di rinascita per persone e famiglie che hanno perso tutto dopo aver subito un’ordinanza di sfratto o il pignoramento della casa». Queste le parole di palazzo Barbieri in merito ad un immobile confiscato alle mafie sito in piazza dei Caduti a Santa Lucia, e che sarà trasformato in alloggio temporaneo per due nuclei famigliari nell’attesa che possano trovare una sistemazione definitiva.

L’immobile, che il Comune ha ricevuto dall’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la Destinazione dei Beni Sequestrati e Confiscati e che, a seguito di regolare bando, ha rimesso a disposizione della collettività per finalità sociali assegnandolo in comodato d’uso gratuito alla Fondazione Fevoss Santa Toscana, apparteneva a un veronese di 64 anni condannato nel 2017 a sei anni e mezzo per usura e tentata estorsione e con precedenti per reati analoghi.

Gli Avvocati Veronesi per le Esecuzioni si occuperanno dell’assegnazione dell’immobile selezionando i casi più urgenti e in situazione di profondo disagio. «Con questi professionisti, che svolgono incarichi di custode giudiziario nelle procedure esecutive immobiliari al Tribunale di Verona – dichiara il presidente di Fevoss Alfredo Dal Corso –, avevamo già in essere da un anno una convenzione in base alla quale i nostri collaboratori si sono messi a disposizione per sgomberare, dagli immobili oggetto di procedura esecutiva, quei beni mobili, come gli arredi, abbandonati dal debitore esecutato e destinati allo smaltimento e che, invece, hanno potuto trovare nuova vita all’interno delle attività della Fondazione come il Bazar solidale. Da lì ad impegnarci per aiutare e accogliere anche le persone coinvolte il passo è stato breve».

«Questo progetto assume un valore particolare – sottolinea il sindaco Federico Sboarina –. La pandemia ci lascia in eredità un’emergenza economico-sociale che diventa prioritaria, perché vissuta da tanti veronesi che prima vivevano del loro lavoro e, nei mesi scorsi, non riuscivano nemmeno a fare la spesa. Continuiamo a lavorare per non lasciare indietro nessuno, con tutti i mezzi a disposizione».

Che il fenomeno di sfratti e pignoramenti si sia acuito negli ultimi mesi anche a Verona a causa dell’emergenza Covid, che ha messo in ginocchio molte attività economiche della città, lo conferma l’assessore comunale al Patrimonio e all’anticorruzione Edi Maria Neri, i cui uffici hanno trasferito l’appartamento alla Fondazione Fevoss. «Basti pensare – dichiara Neri –, che oltre il 70% dei buoni spesa distribuiti dal Comune è andato a persone che prima della pandemia erano sconosciute ai Servizi sociali».

Prima di essere assegnato, l’immobile subirà alcuni interventi di ristrutturazione e adeguamento. «Un rivenditore si è già fatto avanti per offrire nuovi sanitari – conclude Dal Corso –, una piccola azienda edile farà la sua parte per eseguire i lavori. Rimarrebbero gli infissi da sostituire, un boiler elettrico per il bagno, i rivestimenti della zona cottura, le pareti da tinteggiare, i mobili per allestirlo. Ora sogno che altri possano aiutarci con una donazione per dare senso a questa bella iniziativa, in un’ottica di economia circolare».

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firma la petizione

Meno agitazione più informazione. Abbonati a Verona In

Campagna abbonamenti Verona In

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Opinioni

È necessario un rapporto riconciliato con la politica per costruire con fatica e coraggio mediazioni alla ricerca del maggior bene possibile.

Lettere

«Un Servizio Sanitario che continua a definirsi nazionale mentre non lo è. La mia esperienza al momento della seconda dose di vaccino»

Meteo

Situazione generale. Le nostre regioni settentrionali si trovano all‘interfaccia tra due principali centri di azione ( vedi prima immagine con situazione media in quota-ECMWF):  un...

Meteo

Lasciamo una settimana che ha visto l’azione della depressione associata ad un nucleo freddo responsabile delle terribili alluvioni in Germania, Belgio e Olanda. Anche...

Advertisement