Connect with us

Hi, what are you looking for?

fab art - fondo alto borago
Val Borago, Verona

Mostre

FAB Art una mostra con asta per salvare l’Alto Borago

ONGARINE CAFFÉ. Il 31 luglio 2020 in mostra le opere degli artisti Claudio Bighignoli, Tom Colbie Art e Andrea Gnesato create per l’occasione e ispirate alla valle.

ONGARINE CAFFÉ. Il 31 luglio 2020 in mostra le opere degli artisti Claudio Bighignoli, Tom Colbie Art e Andrea Gnesato create per l’occasione e ispirate alla valle.

FAB Art all’Ongarine Caffé di Quinzano: venerdì 31 luglio 2020, dalle 19 alle 21:30, il Fondo Alto Borago organizza una mostra per promuovere la raccolta fondi a sostegno dell’acquisizione di 38 ettari di natura del Borago, mettendo all’asta tre opere create ad hoc e ispirate alla val Borago che si trova a due passi da Verona tra Avesa, Montecchio e i masi di Quinzano, poco fuori Verona, pignorata ed in vendita a seguito di diversi tentativi falliti di impiantarvi vigneti.

Gli artisti coinvolti nell’iniziativa e presenti alla serata sono Claudio Bighignoli, già fumettista, vignettista e disegnatore per il compianto giornale satirico Verona infedele, a cui tra il 1988 e la fine degli anni 90 collaborarono anche il caricaturista Gianni Burato e la matita del grande Milo Manara; Tom Colbie Art, grafico multimediale che ha scelto come figura centrale delle sue composizioni surreali la figura dell’astronauta, creando un effetto straniante rispetto al noto contesto in cui va a collocarlo, ovvero quadri, fotografie, ritratti tra i più celebri ed evocativi; e Andrea Gnesato, grafico pubblicitario, web master e illustratore con base a Quinzano, capace di utilizzare il 3D con ironia, per fermare scene memorabili e luoghi simbolo.

I tre hanno ideato tre opere particolari, 3 tele 50×70 dedicate all’Alto Borago che il FAB vuole proteggere e rendere bene comune, per proteggerlo da speculazioni e preservarne la biodiversità. Venerdì sera i migliori offerenti potranno aggiudicarsele e allo stesso tempo contribuire alla raccolta fondi lanciata dal Fondo per salvare e rendere proprietà collettiva e protetta l’area tra la Val Galina e il Progno Borago. Si potranno inoltre acquistare manifesti e cartoline sul tema Vajo Borago.

Per contribuire alla realizzazione di questo sogno, è già possibile effettuare donazioni sul conto corrente dedicato presso Banca Etica, garantito dal notaio Maria Elena Di Palma con l’assistenza dell’avv. Stefano Dindo, sull’iban IT45H0501811700000016954679 e tramite il crowdfunding attivato con Produzioni dal basso. Da Ongarine Caffè si potrà anche gustare per la prima volta lo Spritz Borago Special con anguria (10€), e parte del ricavato andrà a favore del Fondo. La partecipazione è libera e non è necessaria prenotazione. Si ricorda di portare con sé la mascherina e di rispettare le distanze anti Covid-19.
Per avere maggiori info sul progetto è possibile visitare la pagina Facebook, la pagina Instagram , il sito www.fondoaltoborago.it e la pagina del crowdfunding .

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Opinioni

Il conflitto permanente tra maggioranza e opposizione diventa l’alibi per evitare di trovare ambiti di impegno comune a servizio del Paese.

Spettacoli

TEATRO RISTORI. Briani: «Torniamo a frequentare i nostri teatri, quelli aperti garantiscono la massima sicurezza e un rigoroso rispetto dei protocolli, il mondo culturale...

Territorio

Allo Stadio e in Borgo Venezia è previsto personale per far rispettare le regole anti Covid, nei rioni più piccoli rimane il distanziamento tra...

Salute/Benessere

Obiettivi della campagna stagionale contro l’influenza sono: riduzione del rischio individuale di malattia, ospedalizzazione e morte; riduzione del rischio di trasmissione a soggetti ad...

Advertisement