Connect with us

Hi, what are you looking for?

Territorio

Lavoro a Verona, il servizio del Comune durante il post Covid

Oltre 2.000 i contatti annuali per richieste d’informazioni. Di questi, circa 350 si trasformano in un percorso di effettiva assistenza, con l’attivazione di servizi mirati.

Lavoro

Oltre 2.000 i contatti annuali per richieste d’informazioni. Di questi, circa 350 si trasformano in un percorso di effettiva assistenza, con l’attivazione di servizi mirati. Il sindaco Sboarina: «Servizio importante soprattutto in questo momento».

Lunedì 20 luglio – «Su 350 richieste prese in carico, il 46% trova lavoro dopo circa 3 mesi». Sono questi i dati forniti da palazzo Barbieri e registrati dal servizio Promozione lavoro del Comune di Verona in via Ponte Aleardi 15, secondo cui «nel post Covid l’attività è fortemente cresciuta, con un incremento della richiesta del 30% circa».

Ad utilizzare il servizio, sono principalmente adulti con figli in grave difficoltà economica per i ritardi legati alla liquidazione della cassa integrazione e interessate a valutare nuove opportunità di lavoro per il timore o la certezza che l’azienda chiuda per gli effetti dell’emergenza sanitaria. E, ancora, giovani a cui non è stato rinnovato il contratto in scadenza nei settori della ristorazione e dei servizi di vendita o persone rimaste prive del contratto di lavoro stagionale nei settori dello spettacolo e del turismo, stranieri con lavori (regolari e non) interrotti nei settori della cura familiare.

La ricerca si attiva sulla base di un progetto personalizzato, che punta a trovare la soluzione lavorativa migliore tra le offerte disponibili sul territorio, sia rispetto ai servizi interni all’Ente che ai servizi esterni come il Centro per l’Impiego e le agenzie di lavoro.

«Un servizio importante soprattutto in questo momento – dichiara il sindaco Federico Sboarina –. Il lavoro è adesso una delle preoccupazioni maggiori per molte persone e per tanti giovani. Avere un punto di riferimento professionale è fondamentale per muoversi con maggiore efficacia e consente di ottenere, sull’utenza presa in carico, una certezza di risultato su quasi il 50% delle richieste. Un’attività che anche nel periodo di emergenza sanitaria ha continuato a dare risposta telefonica e via mail all’utenza».

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SCARICA GRATIS

L'Arsenale, grande opportunita per Verona

Advertisement
Advertisement

Advertisement

Altri articoli

Opinioni

Quello che i giovani non dovrebbero fare è scartare a priori ciò che affonda le radici nel passato, seminando una sorta di odio generazionale...

Opinioni

Lo studio prende in esame 22 parametri relativi alla struttura dei servizi e ai livelli di spesa. Un'indagine su povertà, disoccupazione, aspettativa di vita,...

Flash

La Segretaria CGIL Francesca Tornieri: «A fronte di una inflazione galoppante che toglie dalle tasche di ogni lavoratrice o lavoratore circa 173 euro al...

Editoriale

Alcuni spunti su come riorganizzare un partito che sta perdendo il contatto con gli elettori. Il feeling con i quartieri si ritrova con la...

Advertisement