Connect with us

Hi, what are you looking for?

Animali

Vivere insieme al proprio cane l’opportunità di una crescita

Consigliamo di recarsi in luoghi che possano essere stimolanti per il cane, in modo che la passeggiata sia un insieme di esperienze sensoriali ed emozionali.

Consigliamo di recarsi in luoghi che possano essere stimolanti per il cane, per esempio un campo o le rive di un corso d’acqua, in modo che la passeggiata non sia soltanto un mero allenamento fisico, ma un insieme di esperienze sensoriali ed emozionali.

Estate arrivata e voglia di muoversi, stare all’aria aperta, approfittare dell’arrivo della bella stagione per recuperare il tempo in cui siamo rimasti chiusi in casa e c’è chi la pensa esattamente come noi: il nostro amato compagno Fido! Pensiamo bene di organizzare un giretto in bici con il nostro cane, magari al guinzaglio così resta sempre vicino a noi! Ahi ahi ahi…notizia non tanto fresca…ma è vietato dal Codice della Strada.

Come mai è vietata un’attività distensiva, ottima per rimanere in forma insieme al nostro cane? I motivi sono diversi: il benessere fisico del cane è messo a rischio in quanto il cane è costretto ad un’andatura costante tutto il tempo; ciò comporta una sollecitazione degli arti e dell’apparato cardio respiratorio, con possibili gravi conseguenze per l’organismo. C’è inoltre il rischio che il cane sia investito dalle auto o dalle moto; ancora, il guinzaglio può incastrarsi nelle ruote della bicicletta rischiando di far cadere il velocipede e l’animale.

Per queste ragioni, si è passibili di sanzione economica da parte delle Forze dell’Ordine. Sperando che quanto sopra descritto ci abbia fatto desistere da questo folle progetto e se proprio non possiamo fare a meno di praticare attività motoria con il nostro cane, ecco qualche consiglio per iniziare il jogging a sei zampe.

Innanzitutto, per avere le idee più chiare, abbiamo contattato la Dottoressa Elena de Leonardo, Medico Veterinario Esperto in Comportamento riconosciuto da FNOVI e SISCA. La Dottoressa de Leonardo ci spiega che inizialmente il compagno umano deve porsi delle domande: «Al cane piace correre?». Seppure il mio cane abbia una forte motivazione cinestetica (cioè ama fare movimento, correre) ma ha un ricordo negativo legato alla corsa (si pensi ai levrieri che sono obbligati a correre), eviterò di proporgli questa attività.

«Il mio cane ha doti fisiche prestanti per questo l’esercizio?». Se condivido la mia vita con un cane brachicefalo ( cioè cani con la canna nasale corta, riportiamo alcuni esempi: Bulldog, Boxer, Cavalier King, Carlino, Shih Tzu ), bisogna assolutamente evitare di mettere sotto sforzo questi cani (soprattutto quando le temperature sono calde), in quanto aumenterebbero le difficoltà respiratorie a cui sono già soggetti.

Domande più che doverose, «perché ricordiamo che il piacere di fare qualcosa insieme deve essere soprattutto reciproco» e, sempre citando la Dottoressa de Leonardo, «dobbiamo metterci sempre nei panni del cane». Continua la Dottoressa de Leonardo spiegando che prima di iniziare l’attività con il cane, è doverosa una visita veterinaria approfondita con ecocardio e radiografia; il cane non deve essere in sovrappeso e deve iniziare l’attività in età post-puberale (cioè dopo il completo sviluppo degli arti).

Iniziamo con gradualità l’attività fisica, pochi minuti al giorno fino ad allungare i tempi; usciamo sempre durante le ore più fresche della giornata, con una temperatura che non superi mai i 20°; anche nelle ore serali, non facciamoci trarre in inganno da un cielo nuvoloso, poiché, in presenza di un elevato tasso di umidità, può essere un cattivo indicatore di temperatura; prestiamo attenzione all’eventuale presenza di un calore da risalita, In quanto i cani di piccola taglia e bassi sono i primi a risentirne.

Il cane suda (dal naso, dalla lingua, dai polpastrelli) ma non abbastanza come noi umani, per cui la temperatura corporea aumenta ed in questo caso dobbiamo essere attenti che non abbia dei colpi di calore, facciamo presente che più il cane è di grossa taglia più fa fatica a dissipare il calore. Ricordiamoci che fare jogging con il proprio cane non è obbligatorio, per cui se siamo pronti a seguire queste semplici ma vitali regole per il cane, siamo pronti per una sana e piacevole corsetta con il nostro amico.

Consigliamo di recarsi in luoghi che possano essere stimolanti per il cane, per esempio un campo o le rive di un corso d’acqua, in modo che la passeggiata non sia soltanto un mero allenamento fisico, ma un insieme di esperienze sensoriali ed emozionali, in cui il cane abbia la libertà di muoversi e di gestire autonomamente gli spazi, possa raccogliere nuovi odori, tuffarsi nell’acqua, possa essere incuriosito nel seguire insieme un sentiero nuovo. In questi posti è possibile tenere libero il cane, verificando sempre che non ci siano altre persone.

Nel caso in cui dovessimo fare jogging in zone frequentate da altre persone, si consiglia l’uso di ATTREZZATURE SPECIFICHE che sono acquistabili nei pet shop. Durante la corsa guardiamo spesso il nostro cane, per fargli sapere che ci siamo e per controllare che stia bene; facciamo spesso delle pause per riposare e bere affinché possa disperdere il calore. Il piacere di uscire insieme deve essere condiviso in ogni aspetto; la comprensione dei bisogni ed i tempi dell’altro aggiungono alla relazione fiducia reciproca ed in se stessi.

Basti pensare alle esperienze nuove che il cane non ha mai avuto e che per la prima volta deve affrontare, come bagnare le zampe in un torrente, o saltare un tronco caduto sul sentiero, o camminare sui ciottoli della spiaggia; attività queste, seppur semplici dal nostro punto di vista, ma che allenano le competenze cognitive del cane come l’attenzione, la concentrazione o la resilienza, per citarne alcune. La corsetta con il cane, dunque, non è soltanto movimento ma è vivere insieme delle opportunità di crescita.

Pagine da visitare consigliate
https://www.scuolacrea.it
https://www.siua.it/corsi/
http://www.marchesinietologia.it
https://www.thinkdog.it
https://stray-project.dog
https://robertobonanni.wordpress.com/bio/
http://soniacampa.it
http://www.pet-ethology.it

Valentina Dell’Aura
347.0405003
www.animalistiverona.org
Facebook

Valentina Dell'Aura
Written By

Valentina Dell'Aura, Educatrice Cinofila I livello e volontaria Animalisti Verona. valentinadellaura@gmail.com

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Territorio

La CRI Comitato di Verona offre assistenza domiciliare con consegna di generi alimentari e farmaci per le persone anziane o in difficoltà.

Territorio

Valpiana: «Gli organizzatori si dichiarano vittime, dopo aver accettato la sponda della destra sfascista». Il Comune parte civile.

Territorio

Organizzato da Mariam Ghrissi una giovane musulmana che vive a Verona che si sente «oltraggiata dalle parole del presidente francese Macron».

Blogspot

Due proposte per far decollare il giornale e la risposta del direttore servono a fare il punto sul progetto editoriale nato nel lontano 2003.

Advertisement