Connect with us

Hi, what are you looking for?

Provincia

L’Estate al Castello 2020 con la Nuova Compagnia Teatrale

VILLAFRANCA – Si parte l’8 luglio rispettando le norme anticovid con la commedia comica di Rita Vivaldi “Agosto, marito mio non ti conosco”. Quattro gli spettacoli in programma.

Villafranca
Villafranca

VILLAFRANCA – Si parte l’8 luglio rispettando le norme anticovid con la commedia comica di Rita Vivaldi Agosto, marito mio non ti conosco. Quattro gli spettacoli in programma.

Il castello al centro di un progetto culturale che nei prossimi anni dovrebbe portare Villafranca ad essere punto di riferimento, per eventi musicali e teatrali, dell’intero nord Italia. E magari oltre. Ad ammettere l’obiettivo, decisamente ambizioso, è l’assessore alla Cultura Claudia Barbera, presentando la rassegna Estate al Castello 2020: 4 mercoledì di luglio per altrettanti spettacoli messi in scena dalla Nuova Compagnia Teatrale di Enzo Rapisarda: «Non appena abbiamo avuto la possibilità di ripartire in sicurezza abbiamo deciso di allestire una rassegna in grado di rispondere a tutti i requisiti imposti dall’emergenza Covid – assicura Barbera -. Purtroppo il lockdown ha interrotto la rassegna al teatro Ferrarini: mancavano 4 spettacoli, e ci tengo a dire che chi si era abbonato per quegli spettacoli può utilizzare l’abbonamento per questi, anche se i titoli inevitabilmente sono diversi».

Claudia Barbera

Claudia Barbera

Si parte l’8 luglio con la commedia comica di Rita Vivaldi Agosto, marito mio non ti conosco: ingressi contingentati e con mascherina, uscita separata, limite massimo fissato come per i concerti a mille presenze, costo del biglietto 10 euro, ridotto 7 euro per under 18 e over 65.

Nessun problema per la sicurezza del pubblico, quindi: «Il castello permette di avere tutto sotto controllo, dagli ingressi, alle uscite, ai servizi igienici. È stato fatto il massimo da questo punto di vista. Il palco è lo stesso che si utilizzerà poi per i concerti». Così come uguale è il simbolo Villafranca non si arrende, al centro della locandina.

Sicurezza garantita anche sul palco, aggiunge Rapisarda: «Abbiamo fatto uno sforzo già dal mese di marzo per ritoccare tutte le regie, per la questione del mantenimento delle distanze anche in scena. Vi assicuro che non è facile. Tutto questo lo fai per dimostrare che si può fare teatro vero anche senza limitarsi ai monologhi. Il teatro non può morire a causa di un virus».

E in futuro? Spesso le amministrazioni villafranchesi sono state accusate di non aver adeguatamente saputo sfruttare il potenziale di un contenitore come il castello. «Già a gennaio si potrà ragionare di fare una promozione seria, magari anche in collaborazione con la musica, con chi organizza i concerti – dice l’assessore Barbera -. Villafranca deve promuovere la cultura, lo spettacolo dal vivo. Questo è il primo passo che prevede la realizzazione di un unico cartellone, musica e teatro, insieme. Alziamo l’asticella, questo è il nostro obiettivo. Sono passi di un percorso che punta a far diventare Villafranca e il suo castello un riferimento a livello nazionale, con musica e teatro a grande livello. Lo scenario del castello ce lo invidiano tutti. Dobbiamo usarlo al meglio».

Enzo Rapisarda

Enzo Rapisarda

Intanto il sodalizio tra amministrazione comunale e Nuova Compagnia Teatrale proseguirà anche nei prossimi mesi: «Stiamo pensando di riuscire ad annunciare la stagione invernale già nel corso di questa rassegna estiva – garantisce Rapisarda –. Anche se rimanessero i limiti dei 200 posti per il teatro Ferrarini ce la facciamo. Ma tutti stiamo aspettando che vengano tolte le restrizioni, altrimenti tanti teatri rischiano di non aprire più».

Il cartellone teatrale al castello, che come detto parte l’8 luglio con Agosto, marito mio non ti conosco, prosegue il 15 luglio con Il ventaglio di Lady Vindermere, commedia in quattro atti di Oscar Wilde, il 22 luglio con L’orso e la domanda di matrimonio, due atti comici di Anton Cechov, e termina il 29 luglio con Vecchi tanto per ridere, commedia in due atti scritta e diretta dallo stesso Enzo Rapisarda. L’orario di inizio è alle 21.30.

Carlo Garzotti

Advertisement. Scroll to continue reading.
Villafranca (Foto Renato Begnoni

Villafranca (Foto Renato Begnoni

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SCARICA GRATIS

L'Arsenale, grande opportunita per Verona

Advertisement
Advertisement

Advertisement

Altri articoli

Interviste

INTERVISTA – Il teatro secondo l'attore, regista e autore cinematografico Alessandro Anderloni: «La disobbedienza è fondamentale per la nostra società, perché scatena pensieri, discussioni...

Interviste

INTERVISTA – Andrea Castelletti: «Il teatro d’avanguardia riesce a coinvolgere giovani alternativi ma a Verona ciò che alternativo è sempre molto marginale. I nostri...

Interviste

INTERVISTA – Pier Mario Vescovo: «Verona dovrebbe sfruttare maggiormente, accanto ai teatri storici, i numerosi spazi cittadini alternativi e il profondo legame che alcuni...

Spettacoli

Dopo il debutto a Siracusa e la messa in scena a Pompei lo spettacolo di Fondazione INDA giunge in riva all'Adige il 14 e...

Advertisement