Connect with us

Hi, what are you looking for?

CS

Ciclabile a San Michele: il comune può procedere all’appalto

Dal consigliere comunale Pd Stefano Vallani e dal consigliere Pd della settima Circoscrizione
Carlo Pozzerle, riceviamo e pubblichiamo.

Dopo il nulla osta che avevamo anticipato alla fine del mese di maggio, il Ministero dei Trasporti ha emanato anche il Decreto che approva, in via definitiva, la convenzione tra Autostrada Brescia-Padova e il comune di Verona, “per la realizzazione di lavori di un tratto di pista ciclabile di collegamento utilizzando il sottopasso che attraversa la tangenziale est di Verona al km 3+150”.

La pista ciclabile, pensata per bypassare la pericolosissima rotatoria della tangenziale Est nel 2006, adesso è concretamente a portata di mano. Il comune di Verona ha impegnato, da anni, un bilancio di 100mila euro e presentato il progetto definitivo per la sistemazione del sottopasso che attraversa la tangenziale est di Verona al km 3+150.

La città, in particolare la zona est, aspetta quest’opera da decenni. La sua urgenza viene ribadita per la sicurezza dei ciclisti e il pericolo di nuovi incidenti che possono ripetersi. Il traffico di ciclisti, in parte considerevole lavoratori del vicino stabilimento Aia, richiede questo intervento sia per una questione di messa in sicurezza sia per una questione strategica di continuità e completamento della rete ciclabile cittadina e provinciale.

I ciclisti sono ora costretti, malgrado i divieti, a percorrere un tratto di tangenziale per recarsi al lavoro, non essendoci sempre la disponibilità dei mezzi pubblici negli orari di cambio turno. Non ci sono vie alternative per i ciclisti che da Verona devono raggiungere il luogo di lavoro: l’unica possibilità è utilizzare un tratto di tangenziale. La domanda è: con quali tempi il comune di Verona pensa di bandire la gara e finire i lavori?

Siccome ci sono altre problematiche locali da risolvere, è necessario istituire un tavolo di lavoro tra gli uffici comunali, con il coinvolgimento dei responsabili dell’industria agroalimentare, per coordinare l’intervento e assicurare all’azienda stessa la massima celerità nel rilascio delle autorizzazioni necessarie alla realizzazione del tratto di ciclabile di propria competenza. Purtroppo una richiesta di chiarimenti in tal senso, rivolta al presidente della Settima circoscrizione, è già caduta nel vuoto.

La pista ciclabile, da San Michele Extra alla rotonda Aia, rimarrebbe però, come molte altre realizzate, incompiuta, per cui è necessario che anche il comune di San Martino  Buon Albergo si faccia carico di completarla lungo via S. Antonio fino al centro abitato.

Stefano Vallani
consigliere comunale Pd

Carlo Pozzerle
consigliere Pd della Settima Circoscrizione

Avatar
Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

CS

Dai consiglieri comunali del Partito Democratico Federico Benini e Stefano Vallani riceviamo e pubblichiamo. Prendendo spunto da un recente post del presidente del Consiglio...

Salute/Benessere

Per accedere alla sedi preposte è necessaria la mascherina, l'impegnativa e la tessera sanitaria. Se il medico è disponibile il test può essere eseguito...

Dossier

REPORTAGE – Infiltrazioni e muffa sulle scale e nelle cantine, flaconi di metadone nei garage, estranei che circolano, rifiuti e giacigli in giardino.

Territorio

Confesercenti, Confagricoltura, Confcommercio e Confartigianato commentano le misure restrittive, l'adeguamento dell'amministrazione e le azioni per la tutela delle imprese.

Advertisement