Connect with us

Hi, what are you looking for?

Archivio

Biblioteche ancora chiuse, universitari abbandonati

biblioteca civica verona
Biblioteca Civica, Verona

Da Traguardi Movimento Civico, riceviamo e pubblichiamo.

Sappiamo bene quali siano le difficoltà ed i rischi, ma non è più accettabile che non venga spesa alcuna parola sui giovani universitari veronesi, completamente abbandonati dalla politica cittadina. In una situazione di incertezza e di bisogno, ancora non si conosce nessuna azione concreta per far ripartire in sicurezza i luoghi di studio e socialità come le biblioteche. È stato un periodo di grandi sfide per tutti, anche per gli studenti universitari, lasciati ai margini del dibattito nazionale e locale, delegando ai singoli atenei gli oneri sulla gestione, attendiamo ancora una decisa progettualità da parte dell’amministrazione perché tantissimi studenti veronesi o fuori sede possano tornare a studiare in sicurezza, sia nelle biblioteche civiche, in centro e nei quartieri, e valutando i margini per un accordo con l’Università di Verona.

Raccogliamo ogni giorno le proteste e le domande di tanti che sono abituati a vivere quotidianamente le biblioteche della nostra città. Vogliamo ricordare che queste non sono soltanto un luogo di studio e ricerca, ma diventano anche opportunità di rilancio per le zone limitrofe, dove sono presenti numerosi bar, negozi e librerie che vivono e sopravvivono grazie al contributo dei tanti studenti veronesi e fuori sede che usufruiscono di quei luoghi di socialità. Non possiamo più sopportare la mancanza di informazioni o di comunicazioni da parte dell’Amministrazione su questo tema.

La sessione d’esami estiva è già iniziata e non tutti hanno la possibilità di prepararsi in luoghi adatti come potrebbe esserlo la biblioteca o una sala studio e questo incide fortemente sul diritto allo studio. Mi aspetto da veronese e da studentessa che si intervenga al più presto: da parte di Traguardi c’è la massima disponibilità a collaborare con il Comune per velocizzare l’iter di riapertura in sicurezza, ma serve la volontà di farlo da parte dell’Amministrazione.

Il Comune deve fare la sua parte innanzitutto con l’apertura della Biblioteca Civica, e le biblioteche comunali nei vari quartieri, visto che le strutture Univr sono ad uso esclusivo dei propri studenti. Ormai non ci sono più scuse: quasi tutte le città limitrofe hanno riaperto le loro biblioteche civiche. Qui, invece, il silenzio più totale. Sindaco e Giunta battano un colpo.

Traguardi Movimento Civico

Advertisement. Scroll to continue reading.

1 Comment

1 Comment

  1. Ermy

    25/06/2020 at 08:33

    Poi quando le riapriranno avremmo la fila di persone che come al solito la useranno come abitazione per stare al fresco, mangiare, andare in bagno, farsi la barba, ricaricare il telefonino e “insaporire” l’aria.
    I frequentatori senz’altro hanno capito a chi mi riferisco i dirigenti dubito

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEMORY BOOKS

Scarica gratis

COSA SONO I MEMORY BOOKS?
Approfondimenti su tematiche veronesi.
A COSA SERVONO?
Offrono una visione diversa di città.
QUANTO TEMPO PER LEGGERLI?
15 minuti.
PERCHÉ SCARICARLI?
Sono rari.
QUANTO COSTANO?
Nulla.

Advertisement
Advertisement

Advertisement

Altri articoli

Opinioni

Quello che i giovani non dovrebbero fare è scartare a priori ciò che affonda le radici nel passato, seminando una sorta di odio generazionale...

Opinioni

Lo studio prende in esame 22 parametri relativi alla struttura dei servizi e ai livelli di spesa. Un'indagine su povertà, disoccupazione, aspettativa di vita,...

Interviste

INTERVISTA – Francesco Ronzon, direttore dell'Accademia Cignaroli: «Bene i grandi eventi come ArtVerona ma va superata la logica puramente commerciale. Verona è in grado...

Editoriale

Buona parte dei neolaureati, dopo anni di inutili tentativi, decide di cambiare l'obiettivo professionale mentre i più fortunati raggiungono la soglia degli anta prima...

Advertisement