Connect with us

Hi, what are you looking for?

CGIL

CS

La quattordicesima dei pensionati nel periodo del Coronavirus

Da CGIL Verona riceviamo e pubblichiamo.

Una boccata d’ossigeno per oltre 49.000 pensionati veronesi, per lo più donne (77%), e un piccolo sollievo per figli e nipoti. Quest’anno la quattordicesima mensilità dei pensionati, in pagamento mercoledì 1 luglio (o a dicembre per chi compie 65 anni dopo luglio), ha un sapore diverso dal solito. L’emergenza sanitaria ha messo in ginocchio molte famiglie, in modo più o meno pesante. Tanto che, secondo un questionario realizzato dallo Spi Cgil del Veneto, due pensionati veneti su cinque dovranno di sicuro aiutare i propri familiari, figli e nipoti in testa, a rendere economicamente meno pesante la situazione. La quattordicesima mensilità, insomma, può fornire un utile supporto, almeno per le spese imminenti e non rinviabili.

Secondo i dati dell’Inps elaborati dallo Spi Cgil del Veneto, sono poco più di 30.000 gli anziani veronesi (per l’84% donne) che ricevono pensioni inferiori a 1,5 volte il trattamento minimo, quindi al di sotto di 773 euro lordi mensili. A loro spetta già dal 2007 una mensilità aggiuntiva che nel 2017 è stata aumentata e ora oscilla fra i 437 e i 655 euro a seconda degli anni di contribuzione. Sempre nel 2017, grazie ai risultati positivi ottenuti al tavolo fra governo e sindacati, la quattordicesima è stata riconosciuta anche a chi riceve importi superiori, esattamente a quei pensionati con entrate comprese fra 1,5 e 2 volte il trattamento minimo (ovvero fra 773 e 1.030,12 euro) mensili.

Nel Veronese sono oltre 19.000 i pensionati (per il 65,2% donne) e riceveranno somme comprese fra 336 e 504 euro lordi mensili come importo aggiuntivo. Insomma, a luglio (o dicembre) un pensionato veronese su cinque si intascherà l’agognata mensilità aggiuntiva.

La quattordicesima mensilità rientra anche nella campagna dei diritti inespressi dello Spi Cgil di Verona. L’iniziativa mira a “scovare” somme che sarebbero dovute al pensionato dall’Inps, ma solo su richiesta. In questo caso la quattordicesima viene pagata in automatico dall’Inps ma può accadere, ed è accaduto spesso, che qualche avente diritto non la riceva. Chiunque abbia dei dubbi in merito può rivolgersi a una delle nostre sedi sparse sul tutto il territorio provinciale. Verificheremo l’esistenza o meno dei requisiti e invieremo l’eventuale richiesta all’Inps.

CGIL Verona

Avatar
Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Editoriale

Da chiarire come mai una legittima manifestazione sia sfociata in violenza e se tale esito trovi il consenso delle categorie economiche.

Territorio

Centinaia i titolari che da tutto il Veneto si sono riuniti a Verona per partecipare alla mobilitazione nazionale organizzata da Confcommercio contro le misure...

CS

Dai consiglieri comunali del Partito Democratico Federico Benini e Stefano Vallani riceviamo e pubblichiamo. Prendendo spunto da un recente post del presidente del Consiglio...

Salute/Benessere

Per accedere alla sedi preposte è necessaria la mascherina, l'impegnativa e la tessera sanitaria. Se il medico è disponibile il test può essere eseguito...

Advertisement