Connect with us

Hi, what are you looking for?

CS

Il Governo premia Verona per piste ciclabili con quasi un milione di euro

Dall’on. Pd Alessia Rotta e dal consigliere comunale Pd Stefano Vallani, riceviamo e pubblichiamo.

Dal ministero dei Trasporti arriva un importante contributo per la mobilità sostenibile e in particolare per la realizzazione delle ciclabili. A beneficiarne saranno in particolare studenti e lavoratori dell’università di Verona. Le risorse messe a disposizione dal Governo potranno essere spese per favorire il collegamento tra le stazioni ferroviarie di Porta Nuova e Porta Vescovo verso le sedi dell’ateneo veronese che, come noto,  hanno molti poli nella nostra città, da Veronetta al polo di Borgo Roma, da Borgo Venezia a Cittadella.

Alla Regione Veneto in totale sono destinati 6 milioni di euro tra il 2020 e il 2021  per le ciclovie urbane. Le risorse sono state assegnate ai diversi comuni in misura proporzionale   alla popolazione residente.  A Verona arriveranno 915.000 euro , di cui 343.000 da poter spendere nel 2020 e 572.000 nel 2021. Si tratta di un’altra misura che segue la strada della mobilità pubblica sostenibile, che questo governo persegue nel suo programma.

Il provvedimento è un’ottima boccata di ossigeno a favore della mobilità ciclabile, che deve trovare un posto di prim’ordine nella logica della mobilità urbana. È interessante la specifica di questo finanziamento che prevede, nelle città sede di università la messa in sicurezza di percorsi ciclabili tra le Stazioni Ferroviarie e i poli universitari. Si invita il Comune a pensare subito al collegamento Porta Vescovo con polo di Veronetta e Porta nuova con polo di Giurisprudenza e Accademia e verso Borgo Roma.

Alessia Rotta
Stefano Vallani

2 Comments

2 Comments

  1. Giorgio Bernini

    20/06/2020 at 09:11

    Che sia la volta buona? L importante è che la nostra giunta parta immediatamente facendosi consigliare anche da persone qualificate che non siano necessamente del loro colore politico.
    Da monitorare

  2. Cristina Stevanoni

    20/06/2020 at 12:15

    Le piste ciclabili degne di questo nome sono tutt’altra cosa dalla maggior parte di quelle che si sono viste a Verona, in tutti questi anni. Non so se rallegrarmi o preoccuparmi, sinceramente. Mi sembra che le teste facciano difetto, in tutti gli àmbiti, e che si faccia scialo di pubbliche risorse.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firma la petizione

Meno agitazione più informazione. Abbonati a Verona In

Campagna abbonamenti Verona In

COVID 19

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Editoriale

Il giornale Verona In punta sulla formazione degli aspiranti giornalisti. Il Progetto editoriale e la campagna di crowdfunding Stampa libera.

Interviste

INTERVISTA – Renato Peretti del movimento No-Tav Verona: «Non è un progetto moderno, aggraverà una situazione ambientale già precaria».

Blog

Mentre l’entusiasmo per i successi a Tokyo dei nostri atleti paralimpici si va  affievolendo, chi non ha in programma la prossima olimpiade continua tutti...

Ambiente

Continua il botta e risposta dopo la pubblicazione di Mal'Aria 2021 da parte di Legambiente; Traguardi: «Revisionare Paesc e Pums».

Advertisement