Connect with us

Hi, what are you looking for?

Uno momento del laboratorio d'arte a Veronetta.

Quartieri

Siamo tutti esposti, il laboratorio d’arte contro il razzismo

VERONETTA – Un’iniziativa, quella avvenuta sabato 14 giugno, per creare striscioni con frasi e citazioni su accoglienza, inclusione, antirazzismo da appendere a balconi e finestre.

VERONETTA – Un’iniziativa, quella di sabato 13 giugno, per creare striscioni con frasi e citazioni su accoglienza, inclusione, antirazzismo da appendere a balconi e finestre per tutta la settimana successiva al laboratorio e oltre.

Matilde: “Se sbarca un alieno gli chiedo se ha fame e che cosa mangia” perché anche se è diverso e viene da un altro pianeta, è bello e giusto farlo sentire accolto”. Federico: “Sono bianco, nero e asiatico eppure tutti mi amano”.

Queste le parole di Matilde e Federico, entrambi con le loro mamme ai giardini dell’ex Nani (via Venti Settembre, 57) dopo una bella biciclettata per partecipare alla seconda edizione dell’iniziativa Siamo tutti esposti, un laboratorio artistico per creare striscioni con frasi e citazioni su accoglienza, inclusione, antirazzismo da appendere a balconi e finestre per tutta la settimana successiva al laboratorio e oltre, “Per una Veronetta inclusiva, bella, antirazzista”.

Questa la descrizione dell’iniziativa che si sarebbe dovuta tenere a marzo, inserita dall’UNAR, l’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali, tra quelle in calendario per la Settimana di Azione Contro il Razzismo e che prende luogo ora, per coincidenza in un periodo in cui questo tema è particolarmente sotto i riflettori.

Matteo, studente dell’Accademia delle Belle Arti, ci ha spiegato la grande importanza che a suo parere ha questo evento: «Dipingere insieme, in questo quartiere, guardandosi finalmente negli occhi crea un clima di fratellanza e conoscenza. Ho scelto la frase di Albert Einstein “Io appartengo all’unica razza che conosco, quella umana” perché credo che per certi versi noi “bianchi” fatichiamo di più nel comprendere la dinamica di prevaricazione delle razze; questa frase rappresenta lo sforzo di spogliarci dalla posizione di privilegio, di scendere dal podio su cui ci siamo ritrovati». Altea ha realizzato invece uno Stay human color arcobaleno per manifestare contemporaneamente il suo sostegno riguardo due tematiche: antirazzismo e, nel mese del Pride, lotta contro ogni discriminazione di genere e orientamento sessuale.

Alice Silvestri, una delle organizzatrici dell’evento, ci ha raccontato che il suggerimento per l’ideazione di questo evento è stata un’iniziativa per manifestare la volontà di riqualificare un quartiere milanese svoltasi con modalità analoghe: «C’è una grande maggioranza antirazzista – dichiara la Silvestri –, ma spesso è una maggioranza silenziosa, che non si espone». Erica Tessaro, un’altra organizzatrice, ha aggiunto che questa è una delle proposte fatte dall’associazione culturale Veronetta129 che organizza ogni ultimo sabato del mese Indovina chi viene a cena?, un’iniziativa che consiste nella possibilità di essere invitati in una famiglia di cui non si conosce in anticipo la cultura e l’identità.

Insomma, l’interculturalità vissuta sulla propria pelle esposta, l’interculturalità che diventa familiare è la via per capire – come ha scritto Tahar Ben Jelloun – che in fondo “Siamo sempre lo straniero di qualcun altro” proprio perché, come hanno dipinto e credono Ola e Candela, “Siamo sempre in viaggio”.

L’evento è stato organizzato dall’associazione culturale Veronetta129, D-hub e Fondazione Nigrizia, che fanno parte della rete Nella Mia Città Nessuno è Straniero, insieme a via XX settembre Social Street, Rete degli Studenti Medi, UDU Verona e Studenti per Accademia di Belle Arti.

Marika Andreoli

Marika Andreoli
Written By

Marika Andreoli, lombarda, laureata in Filosofia presso l'Università di Torino. Studentessa in Editoria e Giornalismo all'Università di Verona. Con una grande passione per libertà e verità ha la valigia sempre pronta per studi e viaggi. Il suo obiettivo: scrivere di luoghi, storie e persone per tutta la vita. marikaandreoli@gmail.com

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Salute/Benessere

Per accedere alla sedi preposte è necessaria la mascherina, l'impegnativa e la tessera sanitaria. Se il medico è disponibile il test può essere eseguito...

Territorio

REPORTAGE – Infiltrazioni e muffa sulle scale e nelle cantine, flaconi di metadone nei garage, estranei che circolano, rifiuti e giacigli in giardino.

Territorio

Confesercenti, Confagricoltura, Confcommercio e Confartigianato commentano le misure restrittive, l'adeguamento dell'amministrazione e le azioni per la tutela delle imprese.

Territorio

I provvedimenti contenuti nella nuova Ordinanza sindacale sono stati anticipati nel punto stampa a Palazzo Barbieri.

Advertisement