Connect with us

Hi, what are you looking for?

Editoriale

Verona In bond, come investire i soldi risparmiati con la pizza

Sono 70 gli abbonati al giornale, in lenta ma continua crescita. Le nostre fonti di reddito e i contributi che non possiamo accettare per stare sempre dalla parte di chi legge.

Le nostre fonti di reddito e i contributi che non possiamo accettare per stare sempre dalla parte di chi legge.

Il 30 aprile scade il primo quadrimestre del piano editoriale 2020 di Verona In. In questo periodo sono stati spesi 7.000 euro e ne sono entrati circa la metà. L’equilibrio del giornale e la sua possibilità di crescere organizzando meglio la redazione e commissionando contenuti esclusivi si regge sugli abbonati, che ad oggi sono 70, per un totale di 3.000 euro raccolti. Il bilancio quindi è in passivo, ma si regge sulla scommessa dei nuovi sottoscrittori, in lenta ma continua crescita.

Voglio ancora una volta precisare che Verona In a) non raccoglie pubblicità dalle aziende comunali, perché è impossibile garantire la libertà di informazione quando esiste un vincolo economico con realtà che dipendono dalla politica. Diffidate quando sui giornali vedete questo tipo di pubblicità che ha il solo scopo di condizionare la libertà di informazione; b) che tutti gli articoli a pagamento vengono inseriti nelle categorie dedicate per essere identificati come tali. Le proposte per questo genere di articoli sono continue, soprattutto quando si supera la soglia del 100 mila visitatori/mese, ma con il vincolo del committente di inserirli tra le news, in modo da ingannare il lettore. Noi questo non lo facciamo: non è solo concorrenza sleale, è anche un reato.

Tutti questi NO impattano sulla possibilità di produrre contenuti di qualità, che vengono giustamente retribuiti perché richiedono un lavoro professionale lungo e complesso in un ambiente non favorevole. Del resto, se accettassimo certi compromessi ci troveremmo nella condizione di poter commissionare più articoli ma di dover censurare molto per non scontentare le fonti di reddito. Leggereste tanta spazzatura ben confezionata senza rendervene conto. Ad esempio, non avreste letto la recente inchiesta di Annalisa Mancini Covid-19: il Veneto poteva aiutare la Lombardia?. E non potreste leggere neppure la prossima sulla tecnologia 5G a Verona. Lavori che richiedono settimane di impegno, rischio di querele, ecc.

Per noi di Verona In il giornalismo è la possibilità di poter raccontare i fatti e di commentarli in assoluta libertà nell’ambito del perimetro democratico entro cui anche un giornale deve muoversi: rispetto per le persone, possibilità di replica e la mia serena disponibilità di rispondere di possibili errori davanti al giudice, come del resto è già accaduto. È curioso, a riguardo, che alcuni nostri detrattori (pochi a dire il vero) siano persone che non tollerano il contraddittorio, le diverse opinioni e che dimostrano così di non aver ben compreso cosa sia o cosa dovrebbe essere un giornale.

Cosa centra la pizza? Era un modo per attirare la vostra attenzione con un titolo stravagante. Del resto se siete arrivati fino a qui siete persone particolari e non c’è bisogno di spiegare più di tanto.

Giorgio Montolli
Direttore Verona In

Per abbonarsi e sostenere Verona In

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firma la petizione

Meno agitazione più informazione. Abbonati a Verona In

Campagna abbonamenti Verona In

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Opinioni

È necessario un rapporto riconciliato con la politica per costruire con fatica e coraggio mediazioni alla ricerca del maggior bene possibile.

Lettere

«Un Servizio Sanitario che continua a definirsi nazionale mentre non lo è. La mia esperienza al momento della seconda dose di vaccino»

Meteo

Situazione generale. Le nostre regioni settentrionali si trovano all‘interfaccia tra due principali centri di azione ( vedi prima immagine con situazione media in quota-ECMWF):  un...

Meteo

Lasciamo una settimana che ha visto l’azione della depressione associata ad un nucleo freddo responsabile delle terribili alluvioni in Germania, Belgio e Olanda. Anche...

Advertisement