Connect with us

Hi, what are you looking for?

Provincia

Un nuovo servizio anti Covid-19 per aiutare i più fragili

VILLAFRANCA – Il Comune ha avviato un servizio di spesa a domicilio a sostegno degli anziani soli, privi di familiari e dei disabili.

anziani

VILLAFRANCA – Il Comune ha avviato un servizio di spesa a domicilio a sostegno degli anziani soli, privi di familiari e dei disabili.

L’Amministrazione Comunale di Villafranca di Verona, mercoledì 18 marzo, ha approvato il progetto Supporto alla domiciliarietà per esigenze primarie durante l’emergenza COVID-19 presentato dall’Assessorato alle Politiche Sociali in collaborazione con il Consorzio Sol.Co. Verona e la Cooperativa Gradiente.

Il progetto prevede un quadro di interventi a sostegno degli gli anziani o dei disabili soli, privi di relazioni familiari attivabili, nell’approvvigionamento settimanale dei generi alimentari in questo periodo di emergenza sanitaria. Alle categorie più fragili, quindi, verrà garantito un servizio di spesa a domicilio tramite operatori professionali che aiuteranno i richiedenti a compilare tramite sito web dei supermercati, una lista di prodotti alimentari il più possibile analoghi a quelli abituali.

Una volta stabilite le preferenze si procederà a stilare la lista della spesa che passerà ad un volontario il quale provvederà ad effettuare materialmente l’approvvigionamento. Acquistata la merce l’Operatore domiciliare provvederà a consegnarla al richiedente.

«Tale servizio è gratuito – ha sottolineato l’assessore alle Politiche sociali Nicola Terilli –, e non intende sostituirsi alle reti informali già attive sul territorio come, ad esempio, realtà del volontariato, vicinato o parentado che già operano a questo proposito. Vorrei anche evidenziare che a domicilio interviene, a tutela della persona fragile, un Operatore professionale Addetto all’Assistenza e che con l’uso di strumenti informatici siamo in grado di incontrare il più possibile i desiderata del cittadino che ci chiede aiuto. Voglio ringraziare i soggetti di questa rete ed, in particolare, gli oltre 35 volontari che oggi hanno già dato la disponibilità a dedicare il proprio tempo libero al servizio di concittadini in difficoltà. Le porte ai nuovi volontari che volessero darci una mano sono spalancate».

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SCARICA GRATIS

L'Arsenale, grande opportunita per Verona

Advertisement
Advertisement

Advertisement

Altri articoli

Editoriale

Alcuni spunti su come riorganizzare un partito che sta perdendo il contatto con gli elettori. Il feeling con i quartieri si ritrova con la...

Opinioni

Sui social s’infiamma il dibattito sulle cinque panchine inclusive sperimentali installate dall’assessore Federico Benini

Libri

L’evento è promosso dall’associazione DiANA Onlus e dai Liberi scrittori e prevede la lettura a più voci, scandita ed intervallata da poesie, immagini, musica...

Opinioni

Il sindaco uscente promette una Verona del futuro priva di barriere ma non spiega come mai non lo abbia fatto negli anni in cui...

Advertisement