Connect with us

Hi, what are you looking for?

Territorio

Quattro progetti per cambiare l’area tra Ponte Pietra e il Teatro Romano

All’ArsLab dell’Arsenale gli assessori Segala e Zanotto, hanno assistito alla presentazione degli elaborati. Uno viene dal Politecnico di Milano e gli altri tre da studi privati.

La presentazione dei progetti all'ArsLab in Arsenale.

All’ArsLab dell’Arsenale gli assessori Segala e Zanotto, hanno assistito alla presentazione degli elaborati. Uno viene dal Politecnico di Milano e gli altri tre da studi privati.

«La zona tra Ponte Pietra e il Teatro Romano potrebbe presto cambiare volto, aumentando ancora di più la propria vocazione turistica e diventando punto strategico per i siti culturali che vi gravitano intorno». A dichiararlo è palazzo Barbieri dopo la presentazione all’ArsLab, giovedì 20 gennaio, di quattro progetti di cui uno elaborato dal Politecnico di Milano e tre da studi privati di architetti e ingegneri.

Obiettivo dei progetti è quello di trasformare un punto nevralgico del turismo locale, in un sito dove si recupera «il legame con l’elemento fluviale e – ha sottolineato il Comune –, nel contempo, si valorizza la parte storica della cinta magistrale sul fiume. Con notevoli vantaggi per la viabilità della zona, oggi sofferente soprattutto a causa del passaggio pedonale tra Ponte Pietra e Santo Stefano».

Il primo progetto, del laboratorio di Progettazione 3-Polo territoriale di Mantova del Politecnico di Milano, prevede la riqualificazione della sponda sinistra dell’Adige nel tratto da Ponte Pietra al Porto della Giarina, con una successione di interventi sul fiume e sulla piazza adiacente al Teatro Romano. Sul fiume sarà presente una passerella lunga 4 metri mentre sulla piazza adiacente al Teatro Romano ci sarà una piazza per i pedoni.

Il secondo, Progetto Duomo Consulting, prevede la realizzazione di un sottopasso sotto la strada sul lato destro e sinistro di Ponte Pietra per consentire l’accesso pedonale al Teatro Romano ed alla funicolare con l’eliminazione del semaforo esistente su Rigaste Redentore. Prevista anche una passerella sospesa in vetro e acciaio.

Il terzo, Progetto Studio Tecnico, propone un collegamento pedonale tra Lungadige re Teodorico e Lungadige Donatelli, con una passerella larga 4 metri con ampliamento dell’area centrale attrezzata con panchine come piazzola di sosta, pavimento in legno, parti strutturali in acciaio poggianti su due speroni centrali in pietra. L’arrivo su Lungadige Donatelli è in corrispondenza dell’ultima scala in via Sottoriva.

L’ultimo, Progetto Cocai, propone, con un lavoro in superficie, di ampliare la zona per i pedoni e di una piattaforma in continuità che arriva alla biglietteria del Teatro Romano.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Insieme ai progettisti, erano presenti gli assessori alla Pianificazione urbanistica Ilaria Segala e alla Viabilità Luca Zanotto, concordi nel sottolineare il fermento sui temi legati alla riqualificazione di luoghi strategici della città. Ora si tratta di esaminare nel dettaglio le varie proposte, «con un percorso partecipativo in cui sarà nuovamente coinvolta la cittadinanza».

1 Comment

1 Comment

  1. Cristina Stevanoni

    21/02/2020 at 10:52

    Oh, che belle, le pazzarielle!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Banner-Studio-editoriale-Giorgio-Montolli

MEMORY BOOKS

Scarica gratis

COSA SONO I MEMORY BOOKS?
Approfondimenti su tematiche veronesi.
A COSA SERVONO?
Offrono una visione diversa di città.
QUANTO TEMPO PER LEGGERLI?
15 minuti.
PERCHÉ SCARICARLI?
Sono rari.
QUANTO COSTANO?
Nulla.

Advertisement
Advertisement

Advertisement

Altri articoli

Flash

Gli incontri si terranno al Centro di comunità in Largo Stazione Vecchia 16 a Parona, mercoledì 1 febbraio alle 20,45 il primo appuntamento con...

Opinioni

Di come utilizzarlo si parla da decenni con progetti che per accontentare tutti finiscono per allontanare dalla scelta più sensata: collegarlo ai musei di...

Opinioni

La città ha bisogno di una pianificazione che comprenda i sistemi economico-produttivo, residenziale, del verde, dei parchi, della mobilità, della cultura e degli edifici...

Editoriale

Alcuni spunti su come riorganizzare un partito che sta perdendo il contatto con gli elettori. Il feeling con i quartieri si ritrova con la...

Advertisement