Connect with us

Hi, what are you looking for?

coronavirus

Territorio

La gestione delle polmoniti da nuovo Coronavirus

L’8 febbraio 2020, incontro informativo per medici di medicina generale, pediatri di libera scelta e medici di continuità assistenziale promosso dall’Ordine dei Medici di Verona e dalla Ulss 9 Scaligera.

L’8 febbraio 2020, incontro informativo per medici di medicina generale, pediatri di libera scelta e medici di continuità assistenziale promosso dall’Ordine dei Medici di Verona e dalla Ulss 9 Scaligera.

La Ulss 9 Scaligera e l’Ordine dei Medici chirurghi e Odontoiatri di Verona, l’8 febbraio 2020, promuovono il convegno La gestione delle polmoniti da nuovo Coronavirus nell’ambito del protocollo provinciale di sicurezza sanitaria. L’obiettivo è informare per contrastare il clima di allarmismo. Termina oggi il periodo di sorveglianza sanitaria che era stata attivata sulle persone entrate in contatto con i due turisti cinesi transitati da Verona e tuttora ricoverati per inezione da Coronavirus all’Istituto di Malattie infettive Spallanzani di Roma. Nonostante, trascorsi 14 giorni, il rischio contagio sia da escludere, le autorità sanitarie veronesi non abbassano la guardia.

Per questo l’Azienda Ulss 9 Scaligera, in collaborazione con l’Ordine dei Medici chirurghi e Odontoiatri di Verona, organizza l’incontro formativo La gestione delle polmoniti da nuovo Coronavirus 2019-nCov rivolto a medici di medicina generale, pediatri di libera scelta e medici del servizio di continuità assistenziale (ex guardia medica).

«Sono un importante punto di riferimento per i cittadini e i primi, all’interno del Sistema sanitario, a cui i pazienti si rivolgono con domande e richieste di chiarimento», sottolineano Carlo Rugiu, presidente dell’OMCeO di Verona, e Denise Signorelli, direttrice sanitaria della Ulss 9. «Specie durante la stagione influenzale, che ha raggiunto il picco in questi giorni, il loro coinvolgimento nella gestione delle informazioni che riguardano il Coronavirus, le misure di prevenzione ed eventualmente di controllo dei casi è il primo strumento di sanità pubblica utile per dissolvere i dubbi e le preoccupazioni della popolazione e contrastare il clima generale di allarmismo che si è generato».

L’incontro formativo fa parte delle azioni attivate all’interno del protocollo di sicurezza che coinvolge tutti i presidi sanitari della provincia e l’Ordine dei Medici chirurghi e Odontoiatri di Verona. L’evento si tiene domani, sabato 8 febbraio, dalle 9 alle 12. Due le sedi: San Bonifacio, aula magna dell’ospedale Fracastoro, per i distretti 1 e 2; Villafranca, sala civica Alida Ferrarini, per i distretti 3 e 4. Intervengono infettivologi e personale del Dipartimento di Prevenzione della Ulss 9.

Il programma prevede un inquadramento epidemiologico della polmonite da nuovo Coronavirus, con spiegazione delle caratteristiche cliniche; la presentazione del protocollo provinciale di sicurezza sanitaria; un focus sui dispositivi di protezione personale; un approfondimento sul ruolo e adempimenti dei medici di medicina generale e pediatri di libera scelta nella gestione dei casi. La mattinata termina con una tavola rotonda. Per favorire la partecipazione, l’Azienda sanitaria ha attivato l’anticipo della Continuità assistenziale.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Lettere

In risposta alla lettera da voi ospitata, a firma di Claudio Toffalini e titolata “Cosa succede all’ULSS9 Scaligera? Impraticabile il numero delle prenotazioni”, la...

Salute/Benessere

Dal 13 al 18 luglio 2020 una settimana di servizi gratuiti dedicati alla salute della donna negli ospedali con i Bollini Rosa per promuovere...

Territorio

L'intento del nuovo percorso di analisi ideato dal sindaco Sboarina e dalla dott.ssa Tacconelli, è di monitorare i veronesi e in caso di recrudescenza...

Opinioni

Tutto sembrava procedere bene, il Comune pareva aver deciso, nel marzo 2019, che la città dovesse fare da capofila nella sperimentazione della nuova tecnologia. Poi è...

Advertisement