Connect with us

Hi, what are you looking for?

Territorio

Inaugurato al Polo Zanotto il 37° anno accademico

Ospite d’onore il vice presidente della Ferrari. Il Rettore Nocini: «La Casa di Maranello è un modello da cui trarre ispirazione per costruire una università dinamica, audace nelle scelte».

Università
Da sinistra, il giornalista Pino Allievi, Piero Ferrari e il Rettore Nocini.

Ospite d’onore il vice presidente della Ferrari. Il Rettore Nocini: «La Casa di Maranello è un modello da cui trarre ispirazione per costruire una università dinamica, sperimentatrice nelle scelte».

Nell’aula magna del Polo Zanotto venerdì 7 febbraio, il magnifico rettore dell’Università di Verona Pier Francesco Nocini, ha inaugurato il nuovo anno accademico. Ospite d’onore l’ingegner Piero Ferrari, vice presidente della Casa automobilistica di Maranello, fondata dal padre Enzo.

La cerimonia si è aperta con la relazione del magnifico rettore, che ha voluto spiegare il motivo dell’invito all’ingegner Ferrari: «La casa di Maranello è, espressione del valore delle persone, di sviluppo sostenibile, di rispetto dell’ambiente e di attenzione al welfare. Modello da cui trarre ispirazione per costruire una università dinamica, audace, sperimentatrice nelle scelte, consapevole del proprio passato e delle sfide future».

Nocini ha poi ricordato quanto ottenuto in questi primi quattro mesi dal suo insediamento, come l’adesione alla rete delle università per la pace della CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane) e al Manifesto delle università inclusive dell’alto Commissariato per i rifugiati dell’Onu. Tra i successi ha ricordato l’accordo trovato con la Regione Veneto, insieme all’Università di Padova, per l’inserimento degli specializzandi di medicina all’interno degli ospedali su base volontaria, la sottoscrizione della Carta dei Valori della Città, con le rappresentanze più autorevoli del territorio e l’accordo quadro con il Comune di Verona. Infine, ha ricordato il progetto dell’apertura del corso di Laurea e della Scuola inter-ateneo in Medicina e Chirurgia a Trento.

Dopo i saluti del prefetto di Verona, Donato Cafagna, e del sindaco Federico Sboarina, è stato letto il messaggio inviato del presidente della Regione Luca Zaia. Ha poi preso la parola il presidente della Fondazione Cariverona Alessandro Mazzucco. Dopo gli interventi del presidente del consiglio degli studenti, Thomas Andreatti, e del direttore generale dell’ateneo Federico Gallo, il palco ha accolto l’ospite d’onore Piero Ferrari, che ha dialogato con il magnifico rettore Pier Francesco Nocini e con il giornalista Pino Allievi.

A chiudere la cerimonia è stato il coro degli alpini La Preara.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Banner-Studio-editoriale-Giorgio-Montolli

Agec Funicolare Castel San Pietro Verona

Advertisement

MEMORY BOOKS

Scarica gratis

COSA SONO I MEMORY BOOKS?
Approfondimenti su tematiche veronesi.
A COSA SERVONO?
Offrono una visione diversa di città.
QUANTO TEMPO PER LEGGERLI?
15 minuti.
PERCHÉ SCARICARLI?
Sono rari.
QUANTO COSTANO?
Nulla.

Advertisement
Advertisement

Altri articoli

Archivio

Un territorio di 1,5 milioni di metri quadrati di suolo a Sud-Est di Verona che potrebbe essere destinato all'agricoltura mentre per la logistica e...

Opinioni

Servono investimenti pubblici che riducano la disoccupazione a valori fisiologici ed assunzioni nella sanità, nella scuola e nella pubblica amministrazione, da decenni carenti di...

Satira

A colpi di matita attraverso il filtro dell’ironia per sorridere anche quando verrebbe da piangere, perché il sorriso aiuta a tenerci vigili

Opinioni

Il rischio che deve essere evitato è che il cibo, arte, tradizione, patrimonio culturale dell'umanità, possa diventare invece patrimonio tecno-economico di un ristretto numero...