Connect with us

Hi, what are you looking for?

Territorio

Verona capoluogo del Veneto o città metropolitana?

Verona capoluogo del Veneto: la proposta del Pd di fare della città scaligera l’affaccio del Veneto sull’Europa fa discutere. Gli interventi di Sboarina, Benini, La Paglia, Vallani, Bertucco.

Palazzo Barbieri, Verona
Palazzo Barbieri, Verona

Verona capoluogo del Veneto: la proposta del Pd di fare della città scaligera l’affaccio del Veneto sull’Europa fa discutere, mentre il Sindaco propone il passaggio a città metropolitana. Gli interventi di Sboarina, Benini, La Paglia, Vallani, Bertucco.

La proposta del Pd di presentare Verona come nuovo capoluogo del Veneto tramite un ordine del giorno non appena il Consiglio comunale riprenderà le sue attività, continua a far discutere: dopo che il gruppo consiliare Pd Federico Benini, Elisa La Paglia e Stefano Vallani hanno dichiarato che «Verona ha quasi 260.000 abitanti come Venezia ed è il principale e più importante comune del Veneto, meritevole, pertanto, di rappresentare l’intera Regione», il sindaco Federico Sboarina ha risposto che preferirebbe puntare al titolo di città metropolitana e ad avere un più «consono organico della Polizia municipale o del personale nel settore turistico-culturale».

Il gruppo consiliare Pd, però, vorrebbe puntare più in alto e secondo loro in Regione «sbagliano quei politici che continuano a pensarci come la periferia dell’impero, più affine alla Lombardia che al Veneto. Al contrario, siamo l’affaccio del Veneto sull’Europa, e questo va riconosciuto con adeguate risorse». Sulla proposta di Sboarina “Verona città metropolitana”, invece, Benini, La Paglia e Vallani si dichiarano disponibili purché «il progetto dell’amministrazione Sboarina sia serio e ambizioso al punto giusto, e non si riduca, come incredibilmente detto dal Sindaco, ad ottenere qualche vigile in più».

Di differente idea è il consigliere comunale di Verona e Sinistra in Comune Michele Bertucco, che sostiene l’opinione secondo cui la disputa tra Verona e Venezia non porterebbe a nulla. Il problema, secondo Bertucco, è di classe politica e inoltre «la città è ancora in attesa da decenni di veri investimenti in modalità sostenibile».

«La realtà dello scenario veneto e veronese è che con questa classe politica, in particolare di centrodestra (visto che sono loro a governare la Regione da decenni) non farebbe alcuna differenza avere il capoluogo a Verona piuttosto che a Venezia – ha sottolineato Bertucco –. Il centrodestra veronese ha dimostrato una congenita incapacità nel promuovere gli interessi della città. Soltanto le emergenze, spesso scoperte grazie all’impegno dei comitati e delle associazioni, come recentemente quella dei Pfas, riescono a scuotere un pochino il sonnolento centrodestra. Sarebbe utile capire se almeno sull’obiettivo di costituire la città metropolitana ci sia comunanza d’intenti tra amministratori locali, consiglieri regionali e parlamentari di tutti gli schieramenti. Sarebbe questo un giusto riconoscimento e un buon trampolino per l’ulteriore sviluppo di Verona».

3 Comments

3 Comments

  1. MAURO BASILE

    08/10/2020 at 18:10

    Credo sia arrivato il momento di far si che Verona ottenga lo status di citta` metropolitana, dotandola di tutte le infrastrutture che gli competono.

  2. Giorgio Massignan

    02/01/2020 at 19:46

    La scuola di propaganda salviniana e di altre forze politiche, purtroppo, sta facendo proseliti. In un momento in cui la nostra città ha problemi seri ed importanti da affrontare, si sta assistendo alla gara di chi la spara più grossa. Sono convinto che nessuno, compresi i promotori di tale ipotesi, credano nella possibilità che Verona possa prendere il posto di Venezia quale capoluogo di regione. Inoltre, non se ne capisce neppure il motivo. Diverso sarebbe che tutte le forze politiche veronesi si battessero per Verona città metropolitana. Questo potrebbe essere un obiettivo raggiungibile e positivo per la nostra città. Ho il sospetto che proprio per questo si sia sparata un’ipotesi assurda e irrealizzabile, con il solo scopo di avere qualche riga sui giornali e qualche minuto di notorietà sulle tv locali.

  3. Giuseppe Braga

    02/01/2020 at 17:41

    Credo che questa ipotesi appartenga più al “Capo Gruppo” in Consiglio Comunale, Federico Bernini, piuttosto che alla Federazione Provinciale ed a quella Comunale del Partito Democratico. La realtà politica ed amministrativa veronese, cosi’ come e’ risultata dopo le ultime elezioni amministrative (ma anche prima) non credo sia neppure in grado di riassumere le situazioni di elevata e grave criticità e paralisi, nella quale, ad esempio, vertono le società controllate e gli Enti partecipati della Pubblica Amministrazione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Advertisement Enter ad code here

Altri articoli

Opinioni

Lo studio prende in esame 22 parametri relativi alla struttura dei servizi e ai livelli di spesa. Un'indagine su povertà, disoccupazione, aspettativa di vita,...

Opinioni

Poi c'é l'altra corruzione, di quello strato sociale che non ha nemmeno bisogno delle lobbies perché conosce già bene gli interessi da tutelare

Opinioni

Mentre il centrodestra intensifica la sua opposizione, chi amministra deve legittimare il risultato elettorale dimostrando, con scelte di governo appropriate, di saper risolvere i...

Opinioni

L'Europa è costretta a subire ai propri confini un conflitto che non voleva ma che non ha saputo evitare e che porterà a una...

Advertisement