Connect with us

Hi, what are you looking for?

Territorio

Installata vicino alla Gran Guardia la stazione meteo per la città

Rispetto agli attuali dati acquisiti da quella posta nei pressi di Villafranca, questa stazione meteo fornirà dati specifici e precisi per la città, consultabili in tempo reale da tutti.

Palazzo della Gran Guardia, Verona
Palazzo della Gran Guardia, Verona

Rispetto agli attuali dati acquisiti da quella posta nei pressi di Villafranca, questa stazione meteo fornirà dati specifici e precisi per la città, consultabili in tempo reale da tutti.

Giovedì 5 dicembre l’assessore all’Ambiente Ilaria Segala e il presidente dell’associazione Estremi di Meteo 4 Paolo Donà, hanno presentato la nuova stazione meteo installata sui tetti in prossimità della Gran Guardia, che consentirà precise rilevazioni meteo per il centro città di Verona, maggior accuratezza nelle previsioni e possibilità di studio dei microclimi e delle isole urbane di calore.

Rispetto agli attuali dati acquisiti da quella posta nei pressi di Villafranca, questa stazione fornirà dati meteorologi specifici e precisi per la città. La stazione meteo è stata installata grazie al contributo di Agsm, al supporto del Settore Informatica del Comune, che ha realizzato la connessione Internet per garantire la trasmissione in tempo reale a cura dell’associazione Estremi di Meteo 4. Il patto di sussidiarietà siglato tra questi tre soggetti prevede, prossimamente, l’installazione di una seconda stazione, in borgo Roma. L’obiettivo è la raccolta, la storicizzazione e la condivisione dei valori meteo registrati nel territorio comunale.

«La stazione meteo – ha dichiarato l’assessore Segala – è dedicata a Emilio Bellavite, l’ultimo meteorologo che ha raccolto i dati di Verona centro. Grazie all’installazione di questa centralina colmiamo un gap e proseguiamo il lavoro di studiosi e appassionati che, fin dal 1700, si sono succeduti nel monitorare i parametri meteorologici della città. In questi anni, infatti, i dati meteo di Verona erano rilevati, in realtà, nei pressi di Villafranca. Queste rilevazioni permettono, quindi, di migliorare le previsioni in ambito locale, soprattutto a favore della Protezione civile per fornire indicazioni su allerta meteo ed eventi estremi».

«Grazie a questa centralina – ha sottolineato Donà – proseguiamo la serie storica di dati meteo della città che è conservata dall’Accademia di Lettere e Agricoltura già dai secoli scorsi. Siamo in grado di misurare valori che riguardano direttamente il tessuto urbano di Verona e garantiamo l’accesso a dati reali sia ai cittadini che agli studiosi».

I valori del centro città si possono controllare, in tempo reale, dalla pagina di meteo 4.

Advertisement. Scroll to continue reading.
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SCARICA GRATIS

L'Arsenale, grande opportunita per Verona

Advertisement
Advertisement

Advertisement

Altri articoli

Flash

Il progetto si inserisce nelle misure che l’Amministrazione comunale sta mettendo a punto a favore della mobilità sostenibile e della qualità dell’aria

Ambiente

Realizzare nuove strade, parcheggi, allargamenti di carreggiate, svincoli, rotonde, tunnel sono sempre state le priorità per le amministrazioni di qualsiasi colore. Ma si è...

Opinioni

È necessario riportare i rapporti tra amministrazione e impresa al livello di corretta collaborazione, anche chiarendo gli assetti e i compiti futuri

Editoriale

Alcuni spunti su come riorganizzare un partito che sta perdendo il contatto con gli elettori. Il feeling con i quartieri si ritrova con la...

Advertisement