Connect with us

Hi, what are you looking for?

Chiostro di Santa Eufemia - Teatro nei cortili - Verona
Chiostro di Santa Eufemia - Teatro nei cortili - Verona

Spettacoli

Teatro nei cortili 2019 la rassegna amatoriale dell’estate veronese

Briani: «Una proposta culturale apprezzata e riconosciuta a livello, da sempre sostenuta dall’impegno e dall’entusiasmo delle compagnie amatoriali cittadine».

Briani: «Una proposta culturale apprezzata e riconosciuta a livello, da sempre sostenuta dall’impegno e dall’entusiasmo delle compagnie amatoriali cittadine».

Teatro nei cortili torna ad animare l’estate veronese. Dal 15 giugno 2019, con 207 spettacoli e 26 compagnie coinvolte, riparte nel cortile dell’Arsenale, nel chiostro di S. Maria in Organo e in quello di Santa Eufemia, la rassegna dedicata al teatro amatoriale, che si concluderà il 7 settembre.

Il cartellone, come sempre molto eterogeneo, comprende opere di autori italiani e stranieri, con scritture originali e adattamenti da testi famosi. Durante la rassegna, al di là di alcune scelte teatrali particolarmente impegnative, si intervalleranno sul palco commedie ironiche su temi attuali che vanno dal sociale alla dimensione esistenziale.

«Una proposta culturale apprezzata e riconosciuta a livello nazionale – sottolinea l’assessore alla Cultura Francesca Briani –, da sempre sostenuta dall’impegno e dall’entusiasmo delle compagnie amatoriali cittadine. Un coinvolgimento che, da quest’anno, ha riguardato anche la parte organizzativa della rassegna, con l’individuazione di tre compagnie capofila, Estravagario, Armathan e ArteFatto Teatro, che si sono affiancate al Comune nella preparazione della manifestazione. Un bel gioco di squadra, che ha portato alla realizzazione di una nuova straordinaria rassegna di teatro estivo».

Per Teatro nei cortili al chiostro di S. Eufemia si esibiranno ArteFatto Teatro con Streghe, GTV Niù con L’orso – Una domanda di matrimonio, Tiraca in Te rangito…o feto da solo, La Pocostabile con Le petit Cafè, Micromega con Mi piazzo in banca… e non se ne parla più, Verbavolant con La vedova nera, La Maschera con Le pillole di Ercole, Dell’Arca con La Bella e la Bestia e la magia dell’amore, Gino Franzi con Volare oh oh, cantare oh oh il gioco dell’oca in musica, A Filo d’Arte con È possibile, Trapanoboss con Te con delitto ovvero omicidi in famiglia e Einaudi-Galilei con Rumori fuori scena.

Al chiostro di S. Maria in Organo, invece, in programma gli spettacoli di Ipazia con L’altare, l’Aseni del Borgo con Bai bai sgauie, Lavanteatro con Cena a sorpresa, CMT Musical Theatre Company con Orario d’ufficio, G.A.D. Renato Simoni con Sarto per signora, Armathan con Jena Ridens, Zeropuntoit con Il triangolo no! Non l’avevo considerato e Tabula Rasa con Niente sesso siamo ateniesi.

All’Arsenale saranno sul palco le compagnie, Trixtragos con Racconti proibiti, La Bugia con Per interposta persona, La Barcaccia con Mascare, putte, pitochi e barcarioi, Estravagario con Allontanarsi dalla linea gialla, Giorgio Totola con Matto sarà lei e Granbadò con Suorprise.

Ulteriori informazioni sulla rassegna Teatro nei cortili sul sito del Comune.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Meno agitazione più informazione. Abbonati a Verona In

Campagna abbonamenti Verona In

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Territorio

DOSSIER – La città non è stata ritenuta degna per il titolo di Capitale della cultura. Però ci abbiamo messo del nostro.

Territorio

Da gennaio ad ottobre 2020 sono stati effettuati 1529 colloqui con vittime di violenza. Durante l’emergenza l'attenzione su questo fenomeno è stata potenziata, con...

Editoriale

Cultura è anche il grado di civiltà di una comunità. Alcune episodi che quasi sicuramente hanno influito sulla bocciatura di Verona.

Advertisement