Connect with us

Hi, what are you looking for?

Europa

Opinioni

Gli Stati Uniti d’Europa per non essere dei nani tra i giganti

La condizione dell’Italia di oggi, disorientata e isolata politicamente, indica che la nostra sovranità sta diventando il correre con il cappello in mano da Putin, Trump o Xi Jimping.

La condizione dell’Italia di oggi, senza crescita economica, disorientata e isolata politicamente, indica che la nostra sovranità sta diventando il correre con il cappello in mano da Putin, Trump o Xi Jimping.

Per capire il senso del voto di domenica 26 maggio va tenuta presente la svolta epocale nella quale siamo coinvolti, che sta cambiando le nostre vite. Tre processi globali stanno trasformando, con una intensità mai verificatasi in precedenza, il mondo intero: la globalizzazione economica e geopolitica, la rivoluzione tecnologica digitale, la migrazione di centinaia di milioni di persone in tutti i continenti. Questo cambiamento, trainato dall’economia, dai mezzi di comunicazione materiali e immateriali, si sta svolgendo senza regolazione e sta provocando conflitti e guerre, crescenti disuguaglianze sociali, nuove forme di subordinazione politica tra gli Stati, e un progressivo degrado ambientale del Pianeta.

La politica, presa in contropiede, appare largamente in ritardo e inadeguata, per mancanza di idee e di strumenti, al livello dei problemi. Di fronte a questa nuova realtà, densa di incognite, opportunità e pericoli, ci sono due possibili atteggiamenti da assumere: o affrontarla come una sfida cecando di capirla nelle sue diverse implicazioni, per ricercare, ai diversi livelli di responsabilità, le nuove soluzione necessarie, mettendo in discussione quelle precedenti, o fuggire da essa rifugiandosi nell’ambito più ristretto del proprio Paese, con la convinzione che in tal modo sia più facile realizzare sicurezza e benessere.

Costruire gli Stati Uniti d’Europa rappresenta la via per corrispondere positivamente a quella sfida realizzando uno strumento capace di confrontarsi alla pari con le altre potenze per concordare nuove forme di regolazione dell’assetto e dello sviluppo globale. L’altra scelta della sovranità nazionale rappresenta una pura illusione perché la vita dei singoli Paesi rimane comunque non separabile dal contesto esterno. Con la propaganda si può cercare di abbellire la propria casa e trasformarla in una specie di paradiso terrestre ma la realtà poi si vendica.

La condizione dell’Italia di oggi, senza crescita economica, disorientata e isolata politicamente, indica in quale direzione stiamo andando, dove la nostra sovranità sta diventando il correre con il cappello in mano da Putin, Trump o Xi Jimping, per ottenere un qualche riconoscimento. In ogni caso si tratta di una scelta alternativa alla prima perché il futuro dell’Europa è legato alla cessione di parte della sovranità degli Stati nazionali per la realizzazione di un progetto più ampio rivolto al futuro. Questa la posta in gioco del voto. Esserne consapevoli rende la scelta più determinata e serena.

Luigi Viviani

Luigi Viviani
Written By

Luigi Viviani negli anni Ottanta è stato membro della segreteria generale della CISL, durante la segreteria di Pierre Carniti. Dopo aver fondato nel 1993 il movimento dei Cristiano Sociali insieme a Ermanno Gorrieri, Pierre Carniti ed altri esponenti politici, diviene senatore della Repubblica per due legislature. Nel corso della legislatura 1996-2001 è stato sottosegretario al Lavoro con il ministro Cesare Salvi; nella successiva, vicepresidente del gruppo dei Democratici di Sinistra al Senato. viviani.luigi@gmail.com

1 Comment

1 Comment

  1. Avatar

    berardo taddei

    26/05/2019 at 14:46

    Grazie del contributo senatore,
    Lei ha ragione quando critica il porsi con il cappello in mano nei confronti di Putin, Trump o Xi Jimping.
    Probabilmente le stava bene quando il cappello si porgeva alla Merkel a Sarkozy prima e Hollander poi? La cessione di sovranità si deve proprio alla sua parte politica. Ne sono consapevole. Ora la scelta è determinata e serena. Preferisco sbagliare da solo. Peggio di così

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Meno agitazione più informazione. Abbonati a Verona In

Campagna abbonamenti Verona In

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Territorio

Impegnava a "non deliberare provvedimenti che tendano a parificare i diritti delle coppie omosessuali a quelli delle famiglie naturali". Le parole del Papa.

Opinioni

Nella UE c'è chi ha ben lavorato per impedire che si realizzasse una vera federazione europea, tale da porsi sullo scenario internazionale, con la...

Cultura

Anderloni: «È un ulteriore riconoscimento nel percorso di apertura internazionale di un Festival che da sempre si sente parte e crede nell'Europa dei popoli, delle...

Opinioni

Le ipotesi di cambiare l’Europa di Salvini e soci sarebbero la sua distruzione, perché tra Unione Europea e sovranisti esiste una contraddizione insanabile.

Advertisement