Connect with us

Hi, what are you looking for?

Nessuna categoria

La scultura nella produzione artistica contemporanea

Prosegue martedì 16 aprile, nell’Aula Magna dell’Accademia di Belle Arti di Verona, in via Montanari, dalle 14 alle 17, il progetto D.A.M.N. (Design + Arts for Marmomac Newera) che vede rafforzarsi la collaborazione tra Accademia e Marmomac nata nel 2018. Progetto nel quale, oltre alla conferma della collaborazione con l’Istituto Salesiano San Zeno, sono coinvolti diversi professionisti nel settore del marmo e importanti aziende come Donatoni macchine, l’Ordine degli Ingegneri e l’Ordine degli Architetti della Provincia di Verona.

Il progetto si sviluppa in un articolato programma che prevede momenti formativi rivolti principalmente agli studenti ma aperti al pubblico, come questo convegno dedicato a La scultura nella produzione artistica contemporanea. Il pomeriggio (valido per i crediti formativprofessionali) vedrà la partecipazione di: Vittoria Broggini dell’Accademia di Belle Arti di Verona, Edoardo Bonaspetti, Direttore artistico della Fondazione Henraux, Rubina Romanelli e Elisa Del Pretedi NOS Visual Arts Production, e Mikayel Ohanjanyan, artista.

«L’Accademia sta approfondendo le sue relazioni con il territorio coinvolgendo le realtà principali – ha spiegato Marco Giaracuni, presidente dell’Accademia di Belle Arti di Verona –con la partecipazione degli Ordini degli Architetti e degli Ingegneri, da sempre interessati al settore lapideo, e di molti professionisti del settore. Il percorso di formazione per gli studenti porterà alla realizzazione di un’opera da esporre in occasione di Marmomacnello spazio di The Italian Stone Theatre dedicato all’innovazione e alla ricerca da parte di Università e Accademie.»

«Ciò che sta realizzando l’Accademia – ha aggiunto Francesco Ronzon, direttore dell’Accademia di Belle Arti – è un obiettivo tipico della cultura umanistica: l’unità delle arti. Aprendosi al territorio, offrendo agli studenti la possibilità di entrare in contratto con la realtà produttiva e tecnica, l’Accademia sta rilanciando una tradizione italiana molto forte, proponendo un progetto importante in relazione al contesto storico e culturale in cui si pone.»

Il percorso didattico permetterà di arrivare alla produzione di progetti da parte dei candidati e alla selezione del vincitore a cura di una commissione composta da membri dell’Accademia e dell’Istituto Salesiano. In giugno l’opera sarà realizzata (a cura della Scuola del Marmo di Sant’Ambrogio) mentre a settembre sarà esposta durante Marmomacnella mostra Young Stone Project, lo spazio riservato alla ricerca delle Accademie e delle Università italiane che fronteggia il padiglione The Italian Stone Theatre.

I due studenti autori del progetto vincitore, oltre alla realizzazione e all’esposizione dell’opera, riceveranno un premio di studio da parte dell’Accademia di Belle Arti di Verona, e, grazie al supporto di Donatoni Macchine, del materiale tecnico per la loro carriera e un premio di formazione presso la Donatoni Academy.

Il progetto consente al mondo degli studenti di entrare in contatto con una delle realtà produttive più importanti del nostro territorio: quello veronese, ricchissimo di aziende che sviluppano ricerca sia sui macchinari che sui materiali, è infatti il principale polo italiano nella lavorazione tecnologica del marmo, più importante di quello di Carrara che rimane centro indiscusso per quanto riguarda la lavorazione artistica. Il progetto mira alla formazione di figure di alto profilo che si occupino dello sviluppo estetico/concettuale, relazionandosi con le figure più tecniche (ingegneri, economisti) di questo settore. L’Accademia si conferma così polo culturale nel cuore fisico e sociale della città, dove possono entrare in dialogo le varie realtà produttive del territorio.

Zeno Massignan

Zeno Massignan
Written By

Zeno Massignan è nato a Verona nel 1988, laureato in Lettere con un percorso in Storia dell’Arte, laureato in Gestione ed Economia dell’Arte. Ha lavorato nel settore marketing e comunicazione per alcune istituzioni museali. Pratica e insegna judo, appassionato di arte, apprezza la convivialità e la vita all’aria aperta. zeno.massignan@hotmail.it

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Territorio

La proposta di legge presentata dall'Ordine degli Ingegneri di Verona, prevede la mappatura del reticolo idrografico minore e le sue connessioni con le reti...

Mostre

All’esposizione sarà presente anche il bozzetto in bronzo della statua di Dante collocata in piazza dei Signori e realizzata da Zannoni stesso. Grande novità...

Territorio

Luoghi e orari di lavoro e la sfida degli uffici del futuro, con la possibilità per le imprese di utilizzare lo smart working riducendo...

Opinioni

Tutto sembrava procedere bene, il Comune pareva aver deciso, nel marzo 2019, che la città dovesse fare da capofila nella sperimentazione della nuova tecnologia. Poi è...

Advertisement