Connect with us

Hi, what are you looking for?

2018-03-23, Verona, manifestazione contro il razzismo
2018-03-23, Verona, manifestazione contro il razzismo

Territorio

Dante in esilio fa di Verona la città dell’accoglienza

Se gestita nel rispetto della dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo e delle leggi vigenti l’immigrazione può diventare un’occasione di crescita comune.

Da #PassaPorti un messaggio a Salvini: «Se gestita nel rispetto della dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo e delle leggi vigenti l’immigrazione può diventare un’occasione di crescita comune».

PassaPorti, la marcia contro il razzismo di sabato 23 marzo, organizzata dal Cartello Nella mia città nessuno è straniero, ha registrato circa 3 mila presenze. Dopo il raduno nel piazzale XXV aprile il corteo, tra cori e slogan contro le politiche anti immigrazione del Governo, si è diretto verso piazza Bra, dove si sono alternati momenti di musica, reading ed è stato letto l’appello finale della manifestazione.

2018-03-23, Verona, manifestazione contro il razzismo

2018-03-23, Verona, manifestazione contro il razzismo

Giovani attori, attrici del teatro veronese e studenti erano presenti con Alessandro AnderloniNicoletta Zabini, Andrea De Manincor, Sabrina Modenini, Ermanno Regattieri, Nicolò Sordo ed Enrico Ferrari. In piazza si sono esibiti danzatori di diverse realtà cittadine e i gruppi musicali  BantabaStregoni Network VeronaThe Busters Crew, l’orchestra MosaikaSandro Joyeux + Chris ObehiDust n DiamondsC+C=MaxigrossR’ossi da brodoCantaebalaBato, balo e muzikanto.

«Le differenze culturali dovute all’immigrazione o alla presenza di minoranze – è stato detto – se non gestite adeguatamente, possono minare il senso civico e l’identità di una comunità, indebolendo la capacità delle città di rispondere alle sfide, adattarsi al cambiamento, attrarre investimenti e svilupparsi. Al contrario, se gestita bene nel rispetto della dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo e delle leggi vigenti, l’immigrazione può diventare l’occasione di una crescita comune, può offrire la possibilità di rendere la città più vivibile e abitabile per tutti, ricca in civiltà e bella proprio perché composita nelle varie culture».

2018-03-23, Verona, manifestazione contro il razzismo

2018-03-23, Verona, manifestazione contro il razzismo

«700 anni fa a Verona si aggirava uno straniero, un esiliato, un rifugiato, un condannato ingiustamente. Si chiamava Dante Alighieri – ha ricordato Anderloni –. In questa città il sommo poeta trovò, come lui stesso scrisse, la cortesia: Verona era ed è una città cortese». Anderloni ha quindi citato il canto XVII della Divina Commedia:

Lo primo tuo refugio e ‘l primo ostello 
sarà la cortesia del gran Lombardo 
che ‘n su la scala porta il santo uccello.

2018-03-23, Verona, manifestazione contro il razzismo

2018-03-23, Verona, manifestazione contro il razzismo

«Queste parole – ha detto il regista – significano che sul simbolo di Verona, la Scala, aleggiava la cortesia di una città chiamata “primo ostello”, dove ostello significa rifugio amichevole, accogliente. Fra due anni si celebreranno i 700 anni della morte di Dante Alighieri e in quella occasione Verona ricordi anche che è stata l’ostello, il cortese ostello, il rifugio di questo poeta che ha pagato duramente la coerenza con le proprie idee. Le parole di Dante risuonano come antiche ma sono eterne e ci riconnettono con la nostra storia, la storia più bella e più nobile di questa città».

2018-03-23, Verona, manifestazione contro il razzismo

2018-03-23, Verona, manifestazione contro il razzismo

Alcuni studenti hanno quindi letto alcune terzine del canto XVII del Paradiso:

Tu proverai sì come sa di sale 
lo pane altrui, e come è duro calle 
lo scendere e ‘l salir per l’altrui scale. 

E quel che più ti graverà le spalle, 
sarà la compagnia malvagia e scempia 
con la qual tu cadrai in questa valle.

2018-03-23, Verona, manifestazione contro il razzismo

2018-03-23, Verona, manifestazione contro il razzismo

Foto in alto: Alessandro Anderloni in piazza Bra durante il suo intervento alla Marcia contro il razzismo.

g.m.

Redazione2
Written By

3 Comments

3 Comments

  1. Marcello

    Marcello

    24/03/2019 at 18:35

    Che quei partiti dovrebbero alimentare con idee, entusiasmo e coraggio: hai detto bene, Giorgio. Ma finché dura la “disintermediazione” di sindacati e partiti (di provenienza renziana), che cosa si può fare? Perché si tende a parlare di “candidati” invece che di programmi? Più facile mascherarci con la bandiera europea che proporre modifiche ai trattati europei.

  2. Giorgio Montolli

    Giorgio Montolli

    24/03/2019 at 09:45

    Tutte queste energie non trovano una rappresentanza politica perché non se ne sente la necessità. Una società ricca come quella veronese non ne ha bisogno. Per molte persone è sufficiente un luogo dove poter esprimere e condividere le proprie idee, dove riconoscersi, sentirsi a casa e poco importa se questo luogo assume i connotati di un’isola sempre più piccola. Se fosse percepita l’emergenza, e c’è un’emergenza, allora le cose andrebbero diversamente, ad esempio cercando uno spazio di confronto tra realtà diverse dove elaborare nuove idee, fare progetti per andare avanti insieme anziché polverizzarsi in una miriade di iniziative autoreferenziali e senza futuro. E dal confronto (Verona In si è sempre spesa per questo) nascerebbe come naturale anche una rappresentanza politica. Non c’è solo una crisi dei partiti, e dei partiti di Sinistra. C’è anche una crisi della società civile e delle associazioni che quei partiti dovrebbero alimentare con idee, entusiasmo e coraggio.

  3. Gianni Falcone

    Gianni Falcone

    24/03/2019 at 07:34

    Una dimostrazione entusiasmante di civiltà e democrazia.
    Peccato che tutte queste energie positive non riescano a trovare una rappresentanza politica.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Opinioni

Si ripropone una categoria politico-culturale che ha contrassegnato le fasi storiche meno vive e positive della vita delle Chiesa.

Opinioni

Sulla scia dell'intervista pubblicata dal nostro giornale all'ing. Marco Passigato l'appassionato intervento di un cittadino di Verona Sud.

Animali

Convivere con un animale vuol dire comprendere i suoi bisogni di specie per una relazione serena. Prima di adottare è consigliato confrontarsi con educatori,...

Territorio

Il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile ha come obiettivo quello di raddoppiare la percentuale dei ciclisti e diminuire il traffico, con i conseguenti benefici...

Advertisement