Connect with us

Hi, what are you looking for?

Monica Garibbo
Monica Garibbo

Nessuna categoria

La storia di Monica che ha lottato per diventare se stessa

Affrontare l’intervento per il cambio di sesso non fu come attraversare una porta magica ma oggi Monica può finalmente riconoscersi e volersi bene davanti a quello specchio che le portava solo lacrime.

Affrontare l’intervento per il cambio di sesso non fu come attraversare una porta magica ma oggi Monica può finalmente riconoscersi e volersi bene davanti a quello specchio che le portava solo lacrime.

Fabio era in piedi nel bagno di casa e fissava la sua immagine riflessa. Stringeva in pugno la sua cravatta appena sfilata, odiandola perché rappresentava ciò che non voleva più essere. Vide una lacrima scendere sul suo viso solitamente impassibile; in quel momento si ruppe qualcosa, come un fiume che tracima e non si può arrestare. Venne travolto dalla consapevolezza di poter vivere una vita piena, lontana dalla finzione.

Monica Garibbo (foto Damarossa & partners)

Monica Garibbo (foto Damarossa & partners)

 

Il giorno seguente passò vicino ad un mercatino e venne attirato da una bancarella colorata. Con un certo timore acquistò un paio di scarpe con il tacco alto. Dopo aver fatto il primo passo, seppe che non le avrebbe mai più lasciate. Mettendo a tacere l’urlo che sentiva nel cuore, continuò ad uscire ogni mattina in giacca e cravatta per andare al lavoro. La sera poteva finalmente indossare abiti femminili per smettere di recitare quel ruolo che non le apparteneva più. La sua evoluzione ebbe inizio i quei giorni, imparando ad usare il fondotinta.

 

Monica Garibbo (foto Damarossa & partners)

Monica Garibbo (foto Damarossa & partners)

 

Inaspettatamente una domenica pomeriggio il padre si presentò alla sua porta per parlare. Guardandolo negli occhi seppe che era ora di mettere le carte in tavola. Timore e imbarazzo l’assalirono: per paura di ferirli non aveva mai confessato i suoi pensieri ai genitori. Rimase in silenzio, ascoltando il discorso che evidentemente era stato preparato con molta cura.

In un crescendo di stupore le sue paure si dissolsero per lasciare posto alla gratitudine: lui e la madre avevano intuito e compreso. Offrirono l’appoggio incondizionato che ogni figlio merita di ricevere. In quel momento capì che con loro al suo fianco avrebbe avuto la forza di intraprendere il percorso per rinascere finalmente come Monica. L’appoggio della famiglia le fece provare quella sicurezza che le mancava per mostrarsi a tutti senza inganni.

 

Monica Garibbo (foto Damarossa & partners)

Monica Garibbo (foto Damarossa & partners)

 

Decise di confidare i suoi progetti alla dirigenza della società di Karate di cui faceva parte attivamente da oltre dieci anni. Il rapporto di amicizia e di fiducia reciproca iniziò a scricchiolare sotto il peso della rivelazione. Dove Fabio era prima benvenuto e benvoluto, Monica venne fermamente invitata ad allontanarsi. Fu un colpo pesante che la ferì profondamente e la fece vacillare rendendola più schiva e discreta che mai. Riprese a praticare il Karate da sola, e proprio il rigore di questa disciplina le diede la possibilità di rimanere salda nei suoi propositi. Imparò che il segreto è vedere, guardare ma non osservare troppo, passando oltre davanti ai giudizi affrettati e le cattiverie.

 

Seguì un lungo periodo fatto di valutazioni mediche, richieste legali e cure farmacologiche. Affrontare l’intervento per il cambio di sesso non fu come attraversare una porta magica: il suo corpo cambiava gradualmente giorno dopo giorno e lei lo osservava con meraviglia crescente e gioia. Oggi Monica può finalmente sentirsi se stessa, riconoscersi e volersi bene davanti a quello specchio che le portava solo lacrime. La storia di Monica Garibbo è stata raccontata da Francesca Tombari nel libro Fondotinta, Damster Edizioni.

Erna Corsi

Erna Corsi
Written By

Erna Corsi è nata nel 1973 a Verona, dove risiede tuttora. Ha frequentato il Liceo Artistico Boccioni e ha successivamente conseguito un diploma superiore in marketing e design presso il Centro Studi Palladio. Attualmente lavora come graphic designer presso un'azienda privata. Ama il teatro, la danza e la letteratura. ernaluna@gmail.com

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Opinioni

I pareri, le dichiarazioni e i comunicati stampa giunti alla redazione del giornale in merito al WFC, l'evento del 29, 30, 31 marzo alla...

Il Vangelo

Dal Vangelo di Marco In quel tempo, alcuni farisei si avvicinarono e, per metterlo alla prova, domandavano a Gesù se è lecito a un...

Territorio

Il convegno promosso da Paola Poli, consigliera di parità di Verona, in collaborazione con l’Università e Verona In ha messo in luce punti critici...

Cultura

La ricerca “Cosa farò da grande” promossa da Ipsos insieme a Valore D per InspirinGirls commentata da Adriana Cavarero (filosofa), Valeria Boschi (psicologa), Marina Garbellotti...

Advertisement