Connect with us

Hi, what are you looking for?

Natural Traces
Natural Traces

Mostre

La mostra Natural Traces alla galleria Isolo 17

Natural Traces è un percorso poetico, un momento di passaggio, di trasformazione e di statica simbiosi con la natura come forza inarrestabile, capace di generare vita e di sopravvivere alla presenza umana.

Sabato 5 gennaio, alle 18, inaugura a Isolo 17 Gallery la mostra Natural Traces, bi-personale degli artisti Zachari Logan e Andreas Senoner, entrambi impegnati in una ricerca che intreccia corpo e natura seppur con media differenti: rispettivamente il disegno e la scultura.

Affinché l’arte non diventi un paravento dietro cui rifugiarsi, affinché le verità si rivelino attraverso i segni che l’artista devoto alla sua Arte lascia nel nostro subconscio, esiste la speranza di un domani carico di conoscenza e ottimismo. Natural Traces è il risultato dell’instancabile ricerca interiore di due artisti che, ognuno a suo modo, hanno respinto le strade dell’errore e del caso per dedicarsi pienamente al proprio pensiero. Un pensiero insieme lucido e appassionato che investiga temi universali: la natura, la personalità, la passione, la metamorfosi. Sono queste le tracce che Logan e Senoner lasciano, elaborando i propri sentimenti attraverso l’unicità irripetibile dell’esperienza individuale sotto il segno indelebile dell’eleganza e della bellezza senza tempo.

Logan è un artista canadese che si esprime principalmente con il disegno, la ceramica e differenti tipologie di installazioni. Il suo lavoro è stato ampiamente esposto in città asiatiche, europee e americane, sia in mostre collettive che in personali. La sua ricerca, si focalizza sul rapporto uomo-natura e sul concetto di metamorfosi, come continuo cambiamento e trasformazione. Descrive una singolare fase dell’evoluzionismo umano in piena controtendenza, una riconquista degli spazi della natura, una forza naturale capace di sopraffare e sopravvivere all’essere umano. Assistiamo così a una singolare metamorfosi in cui i corpi –  umano e vegetale – si fondono e si confondono, mutano l’uno nell’altro, recano le tracce di una vita simbiotica.

Senoner è un giovane artista nato a Bolzano che attualmente vive e lavora tra Santa Cristina in Val Gardena e Firenze, città della sua formazione accademica. Dal 2007 ha esposto le sue opere in numerose gallerie sia in Italia che in altri paesi europei. «Il lavoro di Senoner – come sostiene Jessica Bianchera, curatrice della mostra – si legge, invece, nella terza dimensione: le sue figure, caratterizzate da una forte tensione emotiva, raccontano un’umanità smarrita nel mondo contemporaneo eppure intrisa di una ieraticità che le carica di un senso antico ed eterno. Le opere di Senoner veicolano una misurata metamorfosi delle forme, che nella scultura trova un mezzo privilegiato, e indagano una memoria biologica e neurologica che trascende la finitezza del corpo facendo propri gli studi del biologo e neurologo Richard Semon sulle tracce che ogni evento esterno lascia nella memoria cellulare di ogni individuo e sulla possibilità che queste si possano trasmettere di generazione in generazione. Non a caso il materiale prediletto dall’artista per le sue realizzazioni è il legno. Il legno è infatti l’elemento di natura, il luogo in cui si accumula la memoria, in cui è possibile leggere le tracce del tempo, prima, durante e dopo il processo artistico».

Written By

Zeno Massignan è nato a Verona nel 1988, laureato in Lettere con un percorso in Storia dell’Arte, laureato in Gestione ed Economia dell’Arte. Ha lavorato nel settore marketing e comunicazione per alcune istituzioni museali. Pratica e insegna judo, appassionato di arte, apprezza la convivialità e la vita all’aria aperta. zeno.massignan@hotmail.it

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firma la petizione

Meno agitazione più informazione. Abbonati a Verona In

Campagna abbonamenti Verona In

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Mostre

"Quando la memoria diventa polvere" fa parte di una ricerca iniziata nel 2018 dall’artista Ricardo Miguel Hernàndez e non ancora terminata.

Mostre

La forza del disegno, gli spazi scenografici, un colore sporco che ricorda la terra e i personaggi senza tempo e onore, sono alcuni dei...

Mostre

Dall’11 al 13 ottobre ArtVerona torna in Fiera e a Veronetta  con 150 gallerie, 6 sessioni espositive e numerosi eventi collaterali per festeggiare i...

Spettacoli

ANTICA DOGANA. Dal 10 al 13 luglio 2019 documentari, workshop gratuiti, discese in gommone sull’Adige, installazioni e performance artistiche, degustazioni, ospiti, una giuria specializzata...

Advertisement