Connect with us

Hi, what are you looking for?

Archivio

Assolti i giornalisti Mondin e Montolli querelati da Miglioranzi

L’Arena – Venerdì 19 ottobre 2018. “Nella notte del primo giugno 2013 qualcuno imbrattò con svastiche e scritte antisemite i muri della Sinagoga. Lo sdegno fu unanime e l’allora sindaco Flavio Tosi, condannando l’episodio, sottolineò che si trattava del gesto di quattro idioti. E le reazioni non mancarono.

Sul sito di Radio popolare e su Verona In apparvero diversi articoli ma in particolare quello dal titolo «Quattro idioti e un sindaco» non piacque ad Andrea Miglioranzi. Nell’articolo si chiedeva a Tosi come mai fosse circondato da così «tanti idioti», ovvero persone legate ad ambienti di destra tra cui l’ex presidente di Amia «cantore dei Gesta Bellica», gruppo musicale nazi-rock. E lui querelò sia Agostino Mondin sia Giorgio Montolli (difesa Segala e Trentini).

Un processo celebrato davanti al giudice Silvia Isidori e che ieri si è concluso con l’assoluzione dei due giornalisti. Le motivazioni tra tre mesi”.

Written By

4 Comments

4 Comments

  1. Giorgio Massignan

    20/10/2018 at 10:32

    La denuncia di Miglioranzi a due giornalisti rappresenta una delle tante pagine che hanno caratterizzato i dieci anni di amministrazione Tosi: la querela che assomiglia molto all’intimidazione contro ogni opposizione e critica sull’operato dell’amministrazione. Anziché rispondere alle obiezioni degli avversari ed aprire un serio e civile contraddittorio, Tosi ed i suoi sodali preferivano denunciare. Forse molti non se ne sono accorti, ma abbiamo vissuto uno dei decenni peggiori della nostra città dalla fine della seconda guerra mondiale. E qualcuno del centro sinistra pensava di appoggiarli al secondo turno delle elezioni amministrative. Mah, misteri della politica.

  2. Giorgio Montolli

    19/10/2018 at 14:50

    Al di là del coinvolgimento personale e dell’esito è stato un processo interessante. Inevitabili infatti, oltre all’analisi dei dati oggettivi su cui è stato formulato il giudizio, i riferimenti al contesto in cui Verona In aveva pubblicato la lettera che ha generato la querela. Sono riemerse le pagine di un passato prossimo cittadino che i cronisti più giovani avrebbero potuto trovare interessanti. Anche se rimango della convinzione che della libertà di stampa a volte si abusi, il processo è riuscito, soprattutto nel dibattimento finale, a mettere in luce quale dovrebbe essere il ruolo dei media in un contesto di democrazia. Penso che gli studenti del Liceo Montanari presenti alle udienze per il loro percorso di alternanza scuola/lavoro abbiano appreso molto. Devo ringraziare, anche a nome dei nostri lettori e abbonati, i due avvocati Carlo Trentini (che mi difendeva) e Renzo Segala (che difendeva Agostino Mondin). Se oggi il giornale esce lo dobbiamo a loro.

    Giorgio Montolli

  3. Gianni Falcone

    19/10/2018 at 12:30

    Grazie a L’Arena per la diffusione dell’esito del processo.
    Ingenuamente, vista le questioni in ballo tra cui la libertà di stampa e quella di espressione, mi aspettavo la presenza dei mezzi di informazione locali; non dico con una selva di microfoni e un trionfo di telecamere e taccuini come avviene per le conferenze stampa sull’apertura di una sagra qualunque o per le esternazioni contro le leggi della Repubblica, ma almeno qualche discreta partecipazione in nome dell’informazione.
    Ma fa niente, va bene così.

    • Cristina Stevanoni

      19/10/2018 at 19:56

      Non capisco perché i giornali locali non prestino più nessuna attenzione a queste vicende, che parlano di noi e della nostra storia più recente. Forse la storia sta passando di moda, o la fanno passare di moda. Dopo la geografia e la storia dell’arte, via la storia dai banchi di scuola e dalle aule dell’università? E la matematica? Quella resterà appannaggio di chi sa contare il vulnus prodotto dai “soliti quattro idioti”. Sono curiosa di leggere le motivazioni della sentenza, e intanto respiro di sollievo, insieme con i due assolti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Banner-Studio-editoriale-Giorgio-Montolli

MEMORY BOOKS

Scarica gratis

COSA SONO I MEMORY BOOKS?
Approfondimenti su tematiche veronesi.
A COSA SERVONO?
Offrono una visione diversa di città.
QUANTO TEMPO PER LEGGERLI?
15 minuti.
PERCHÉ SCARICARLI?
Sono rari.
QUANTO COSTANO?
Nulla.

Advertisement
Advertisement

Advertisement

Altri articoli

Satira

A colpi di matita attraverso il filtro dell’ironia per sorridere anche quando verrebbe da piangere, perché il sorriso aiuta a tenerci vigili

Opinioni

Mentre il centrodestra intensifica la sua opposizione, chi amministra deve legittimare il risultato elettorale dimostrando, con scelte di governo appropriate, di saper risolvere i...

Opinioni

Metodi e contenuti sono simili ma le divisioni tra i due, culminate in una dura campagna elettorale, hanno reso impossibile ogni alleanza

Satira

A colpi di matita attraverso il filtro dell’ironia per sorridere anche quando verrebbe da piangere, perché il sorriso aiuta a tenerci vigili

Advertisement