Connect with us

Hi, what are you looking for?

Figli di Eracle - Foto Carnera - Eracle
Figli di Eracle - Foto Carnera

Spettacoli

Eracle, ultimo appuntamento dell’Estate Teatrale

Venerdì 14 e sabato 15 settembre con la tragedia di Euripide cala il sipario sulla 70a Estate Teatrale Veronese. Lo spettacolo si avvale della regia di Emma Dante e della traduzione di Giorgio Ieranò. Tutto femminile il cast ad eccezione del corifeo e del coro.

Venerdì 14 e sabato 15 settembre alle 21 al Teatro Romano cala il sipario sull’edizione 2018 dell’Estate Teatrale Veronese, manifestazione organizzata dal Comune di Verona. In programma – proposto dall’Istituto Nazionale del Dramma Antico diretto da Roberto AndòEracle di Euripide nella traduzione di Giorgio Ieranò con la regia di Emma Dante, spettacolo  che il 10 maggio ha debuttato con successo al Teatro Greco di Siracusa dove è rimasto in scena fino al 23 giugno.
Per il secondo anno consecutivo (l’anno scorso andò in scena Sette contro Tebe di Eschilo) viene dunque rappresentata una tragedia precedentemente allestita a Siracusa. La collocazione dell’evento a metà settembre è piuttosto insolita per la manifestazione. Ma dal momento che le due serate coinvolgono le scuole medie superiori del Nord Italia, è stato necessario attendere la ripresa dell’anno scolastico 2018-19.

eracle

Mariagiulia Colace (Eracle) e Carlotta Viscovo (Teseo) – Foto Centaro

Scritta e rappresentata intorno al 420 a.C., Eracle è una tragedia appassionante e struggente, ricca di inattesi colpi di scena e d’intenso patetismo. È il dramma della follia, la follia che colpisce e trascina nella polvere l’eroe civilizzatore e benefattore dell’umanità per antonomasia qual è Eracle. Eracle è un eroe “positivo” in tutta la prima parte della tragedia: salva infatti in extremis la propria famiglia dalla strage macchinata da Lico, il tiranno usurpatore del trono di Tebe al quale riesce a tendere un agguato mortale.

Nella seconda parte del dramma, proprio come Edipo, Eracle vede paradossalmente ribaltato il proprio destino personale e irreparabilmente “contaminato” il proprio status di eroe allorché incorre nell’irrazionale vendetta di Era, dettata da un’antica gelosia coniugale. Era, avvalendosi della potenza obnubilante di Lyssa, lo induce a uccidere, in un raptus di follia, quegli stessi famigliari, moglie e figli, da lui poco prima sottratti a morte sicura, dando vita a una delle rappresentazioni più lucide e spettacolari, mai offerte dal teatro antico e moderno, del delirio della mente umana.
 Precipitato nella più cupa disperazione per le proprie involontarie colpe, come Edipo riconoscerà nell’amicizia di Teseo – e dunque, fuor di metafora, in Atene – la luce della solidarietà e dell’accoglienza. Non sarà il suicidio (al quale approda ad esempio Aiace, incapace di sostenere il peso della propria vergogna), bensì la sopportazione del dolore causato dalle proprie colpe, a fargli concludere con grande dignità la sua esistenza. L’antico eroe sovrumano “muore” dunque per rinascere come uomo: riceve così, anziché dare, l’aiuto del prossimo che gli consente di sopportare le sofferenze dei comuni mortali.

Tutto femminile (ad eccezione del corifeo e del coro) il cast: Serena Barone (Anfitrione), Naike Anna Silipo (Megara), Patricia Zanco (Lico), Mariagiulia Colace (Eracle), Francesca Laviosa (Iris), Arianna Pozzoli (Lyssa), la veronese Katia Mirabella (messaggero), Carlotta Viscovo (Teseo), Sena Lippi, Arianna Pozzoli e Isabella Sciortino (figli di Eracle), le danzatrici Sabrina Vicari, Mariella Celia e Silvia Giuffré, le musiciste Serena Ganci e Marta Cannuscio. Completano il cast il corifeo Samuel Salamone e il coro composto da Alessandro Accardi, Mauro Cappello, William Caruso, Antonio Cicero Santalena, Alessandro Di Feliciantonio, Giacomo Lisoni, Andrea Maiorca, Roberto Mulia, Salvatore Pappalardo, Stefano Pavone e Riccardo Rizzo.Di Carmine Maringola le scene, di Vanessa Sannino i costumi, di Serena Ganci le musiche di scena, di Manuela Lo Sicco le coreografie.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Spettacoli

TEATRO NUOVO. Diretta da Roberto Andò “una tragedia divertente” in cui le contraddizioni e le nevrosi dei personaggi sono spinte all’eccesso provocando un disagio...

Spettacoli

Il 17 e 18 agosto alle 21 al Teatro Romano l’ensemble newyorkese ospite per la prima volta a Verona. La compagnia, nata nel 1954,...

Spettacoli

Gli acclamati ballerini-illusionisti più famosi al mondo per le loro opere di eccezionale bellezza e fantasia, tornano ad incantare il pubblico di Verona. 8...

Spettacoli

Un connubio, quello tra la compagnia teatrale di ballerini e acrobati e la città scaligera, che dura da ventiquattro anni, fatti di suggestioni e...

Advertisement