Connect with us

Hi, what are you looking for?

Aeroporto Catullo, Verona.jpg
Aeroporto Catullo, Verona.jpg

CS

FILT CGIL: «Il Catullo vola, facciamo decollare anche l’occupazione»

Dagli organi di stampa abbiamo appreso che il numero di passeggeri transitati all’Aeroporto Valerio Catullo di Verona nel periodo gennaio-agosto 2018 ha raggiunto i 2,4 milioni di passeggeri, circa il 10% in aumento rispetto allo scorso anno. La percentuale è maggiore rispetto al trend nazionale (intorno al 6%) e questo dato conferma il lento ma costante recupero dei molti passeggeri persi negli ultimi anni a causa di diversi fattori (tra questi anche alcune scelte strategiche quanto meno discutibili). Come FILT CGIL non possiamo che esprimere compiacimento per questi numeri perché questo aumento ha certamente delle ricadute positive non soltanto per tutte le attività legate allo scalo (ad esempio taxi e NCC) ma anche sull’intera economia locale (basti pensare agli albergatori e ristoratori).

Il presidente di Catullo SpA, Paolo Arena, e il direttore Sviluppo Aviation, Camillo Bozzolo, hanno dichiarato che i risultati positivi sono da ricondurre al “solido e continuativo rapporto di collaborazione con le compagnie aeree e alle 16 nuove destinazioni introdotte con la stagione estiva”. Certamente questi fattori hanno contribuito in maniera importante per raggiungere questi risultati, ma a nostro parere in maniera altrettanto decisivo hanno contribuito la professionalità, la competenza e la passione dimostrata da tutti i lavoratori che operano all’Aeroporto Catullo.

Fino al 2017 lo scalo veronese è stato caratterizzato da una gravissima perdita di posti di lavoro, una dolorosa ferita che auspichiamo si rimargini il prima possibile. In alcuni settori aziendali la stagione estiva è stata molto difficile a causa di una carenza strutturale del personale più volte segnalata all’azienda. Questo ha comportato un carico di lavoro di gran lunga superiore a quello ordinario, nonostante ciò i lavoratori abbiano profuso un impegno ammirevole e si siano resi sempre disponibili alle richieste di prestazioni di lavoro straordinario per colmare le carenze di organico che avevamo segnalato già all’inizio del 2018.

Dopo aver ringraziato le compagnie aeree, siamo certi che i vertici aziendali saranno capaci anche di ringraziare tutti i lavoratori per l’egregio lavoro svolto in questi lunghi e difficili mesi, ringraziamento che auspichiamo non si limiti soltanto alle parole ma anche riconoscendo un Premio di Risultato per aver contribuito in maniera fondamentale a rilanciare e ridare vitalità ad uno scalo che rischiava di essere fortemente ridimensionato.

Auspichiamo infine, che all’aumento dei passeggeri corrisponda anche un aumento significativo dei posti di lavoro, questo non soltanto per mantenere fede agli impegni assunti da SAVE nel momento in cui è diventata socia ma anche perché, come ha dichiarato Papa Francesco, “quando   fare soldi diventa l’obiettivo primario e unico, siamo al di fuori dell’etica e si costruiscono strutture di povertà, schiavitù e di scarti”.

Mario Lumastro
Segretario Generale FILT CGIL Verona

 

Redazione2
Written By

1 Comment

1 Comment

  1. Avatar

    aldo

    13/10/2018 at 18:56

    Bisogna essere degli sprovveduti totali per credere allo sviluppo del Catullo. Save si sta comportando come una locusta, A fronte di 500 milioni di euro investiti a Venezia, solo 60 a Verona ed in 4 anni. ( Bergamo ne investira’ 400….!!). Svegliatevi.
    I soldi che Save spende adesso al Catullo servono a renderlo “piccolo” e regionale e quindi a relegarlo nel purgatorio a tutto vantaggio di Venezia. Mi domando: come si fa a dare in mano un aeroporto alla concorrenza? Neanche il commerciante più stupido del mondo lo farebbe, se non per dismettere l’attività. E’ probabile che tra pochi giorni tutto sia compiuto e che Verona debba dare addio ai sogni di gloria.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Meno agitazione più informazione. Abbonati a Verona In

Campagna abbonamenti Verona In

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Meteo

Sabato e domenica con molte nubi e foschie, possibili per domenica delle schiarite pomeridiane. Inquinamento oltre il limite di legge

Opinioni

Tra il patrimonio storico-artistico di Verona e gli esiti della politica culturale del Comune negli ultimi anni c’è stata una inadeguatezza.

Territorio

DOSSIER – La città non è stata ritenuta degna per il titolo di Capitale della cultura. Però ci abbiamo messo del nostro.

Il Vangelo

Il Vangelo ci dice che la Messa, la Riconciliazione e il Battesimo diventano veri quando si coniugano con il vissuto di tutti i giorni.

Advertisement