Connect with us

Hi, what are you looking for?

Spettacoli

George Sand e Alfred de Musset, lo scandalo della passione

Lunedì 28 maggio al Piccolo Teatro di Giulietta prosegue la rassegna “Lettere d’amore”, dedicata ai più famosi epistolari di poeti e scrittori del Novecento

Benoit Magimel e Juliette Binoche interpretano Alfred de Musset e George Sand ne "I figli del nostro tempo"
Benoit Magimel e Juliette Binoche interpretano Alfred de Musset e George Sand ne "I figli del nostro tempo"

Si tiene lunedì 28 maggio alle 18,30 al Piccolo Teatro di Giulietta (foyer del Teatro Nuovo di Verona) il terzo incontro di Lettere d’Amore, rassegna di letture dai carteggi dei più importanti scrittori e letterati, è dedicato alla professoressa Annarosa Poli, Non è possible accostarsi a George Sand e Alfred de Musset, i protagonisti dello scambio epistolare oggetto del nuovo appuntamento, senza ricordare la docente emerita dell’Ateneo Veronese, il cui nome è indissolubilmente legato a quello della Sand.

È il giugno 1833 quando Alfred de Musset e George Sand si incontrano per la prima volta. La scrittrice è già famosa per la pubblicazione di Indiana e per alcune scelte che la mostrano “donna pensante”, moderna e libera; Alfred è il prototipo dell’artista romantico, genio e sregolatezza: dissolutezze, vizi e scrittura, splendida scrittura che affascina tutti.

Siamo in pieno romanticismo, ma la coppia Aurora–Alfred lo incarna in modo speciale: per la prima volta, infatti, la relazione sembra giocarsi in un inedito e moderno rapporto cameratesco. Una coppia di uguali insomma, quanto a forza, fama, prestigio, se non addirittura a talento. Il rapporto tra i due diventa subito di perfetta simbiosi, intellettuale e sentimentale. Vivono una passione tormentata con picchi estremi di creatività che scandalizza le loro famiglie, gli amici e quanti sono loro accanto, costringendoli a lasciare Parigi per fare approdo a Venezia, alla ricerca di un’impossibile felicità. I due si prendono e si lasciano, si riprendono e si perdono definitivamente. Le lettere che testimoniano la loro storia esprimono vertici di intensità passionale attraverso un’arte della parola davvero incomparabile.

Con il patrocinio del Comune di Verona e la collaborazione del Club Giulietta,  Istituto Internazionale per l’Opera e la Poesia, e Association Francophone, l’incontro sarà accompagnato da musica e videoproiezione, con le letture di Rossana Valier e Paolo Valerio e l’introduzione a cura di Marco Ongaro e Laura Colombo dell’Università di Verona.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Banner-Studio-editoriale-Giorgio-Montolli

MEMORY BOOKS

Scarica gratis

COSA SONO I MEMORY BOOKS?
Approfondimenti su tematiche veronesi.
A COSA SERVONO?
Offrono una visione diversa di città.
QUANTO TEMPO PER LEGGERLI?
15 minuti.
PERCHÉ SCARICARLI?
Sono rari.
QUANTO COSTANO?
Nulla.

Advertisement
Advertisement

Advertisement

Altri articoli

Interviste

INTERVISTA – Il teatro secondo l'attore, regista e autore cinematografico Alessandro Anderloni: «La disobbedienza è fondamentale per la nostra società, perché scatena pensieri, discussioni...

Interviste

INTERVISTA – Andrea Castelletti: «Il teatro d’avanguardia riesce a coinvolgere giovani alternativi ma a Verona ciò che alternativo è sempre molto marginale. I nostri...

Interviste

INTERVISTA – Pier Mario Vescovo: «Verona dovrebbe sfruttare maggiormente, accanto ai teatri storici, i numerosi spazi cittadini alternativi e il profondo legame che alcuni...

Spettacoli

Dopo il debutto a Siracusa e la messa in scena a Pompei lo spettacolo di Fondazione INDA giunge in riva all'Adige il 14 e...

Advertisement