Connect with us

Hi, what are you looking for?

Cultura

Berto Barbarani, diritti scaduti nel 2015 ma nessuna ristampa

I libri del poeta veronese sono merce rara. Zero assoluto nei negozi delle catene Feltrinelli, Mondadori e Giunti. Qualcosa si trova nelle librerie indipendenti, nell’usato, su eBay e Amazon. Eppure, confidano i librai, la richiesta è altissima

«Mi scusi, cercavo il Canzoniere Veronese di Berto Barbarani. Sa indicarmi lo scaffale?» Parte con questa semplice domanda la nostra indagine nelle librerie di Verona alla ricerca delle opere del poeta di Verona (1872-1945), figura a cavallo tra ‘800 e ‘900 che spesso si affianca a quella di Angelo dall’Oca Bianca (1858-1942), che invece della città scaligera è stato il pittore.

L’attività di Barbarani fu prolifica. Nella Verona di fine Ottocento “il fiore odoroso della sua poesia sbocciò spontaneo”, scrisse di lui Giuseppe Silvestri nella prefazione de I due Canzonieri (Mondadori, 1954). Il poeta confezionò infatti ben quattro Canzonieri: Canzoniere Veronese del 1900, dove confluirono le prove giovanili de El Rosario del cor, I Pitochi, Le Montebaldine, El Campanar de Avesa, Nuovo Canzoniere Veronese (1911) – che incluse il poemetto Giulieta e Romeo –, I Sogni. Terzo Canzoniere (1922) e L’Autuno del Poeta, quarto e ultimo Canzoniere. Poco prima della morte, nel 1942, venne dato alle stampe Bozzetti e fantasie – Natale e la neve, che raccolse parte della produzione in prosa di Barbarani.

La nostra ricerca parte dalle librerie di catena, Feltrinelli, Mondadori, Giunti al Punto. Da Feltrinelli (via Quattro Spade, 2) la commessa si mostra sicura nel rispondere che in negozio non hanno nulla. Ci segnala però la possibilità di acquistare tramite il sito internet della catena, sul quale, in effetti, è possibile trovare il volume Tutte le poesie. Berto Barbarani edito nel 2009 da Cult Editore, al prezzo di euro 15,30.

Mondadori nel corso del ‘900 ha seguito, di Canzoniere in Canzoniere, l’attività del poeta ma, dopo una scrupolosa ricerca nel database, la commessa del bookstore di Corso Sant’Anastasia, 7 risponde che «no, non abbiamo libri di Barbarani in catalogo». Per fare chiarezza sul disinteresse da parte di Mondadori alla ristampa dell’autore veronese ci rivolgiamo all’ufficio stampa del Gruppo, chiediamo di poter parlare con qualcuno ma non riceviamo risposta.

Voce leggermente fuori dal coro è Giunti al Punto (Via Leoni, 9) che, nell’angolo dedicato alla letteratura locale, propone Verona. Antologia dei Grandi Scrittori a cura di Paola Tonussi, edito nel 2012 da Edizioni dell’Immagine, in cui compare una piccola selezione di poesie di Barbarani. Stupisce non trovare qui il volume Berto Barbarani. Tutte le poesie, che nel 1999 Demetra, marchio del gruppo, dedicò al poeta. Si tratta però di un testo fuori catalogo, come racconta la responsabile del punto vendita. L’ufficio stampa giuntino, sentito per l’occasione, afferma «trattarsi di un libro molto vecchio», del quale la stessa casa editrice fatica a ricordare, come evidente dalla prima risposta fornitaci: «Non ci risulta una pubblicazione Giunti al riguardo.»

Diverso, in parte, è il sentire delle librerie indipendenti, che si mostrano attente al contesto locale. È il caso della libreria Il Gelso (Via Zambelli, 4b) in cui incontriamo Giovanna Tosi, che riferisce come sia alta la domanda dell’autore veronese, ma come sia ugualmente difficile soddisfarla dal momento che quasi nessuna casa editrice, ormai da un paio di decenni, si mostra interessata alla ristampa. «Credo siano anche passati settant’anni dalla morte di Barbarani» continua Tosi.

I 70 anni dalla morte sono importanti perché dopo tale periodo scadono i diritti d’autore patrimoniali, quelli relativi alla commercializzazione, pubblicazione, riproduzione e duplicazione dell’opera. Diritti che sono dell’autore o di chi li possiede, se sono stati ceduti ad altri. Perciò, ad oggi, la riproduzione della lirica di Barbarani risulta svincolata da qualsiasi esclusiva.

Per quale motivo allora Giunti-Demetra ha potuto ristampare Barbarani nel 1999 se i diritti erano di Mondadori? Il fatto è che fino al 1995 in Italia il diritto d’autore patrimoniale scadeva al raggiungimento dei cinquant’anni dalla morte. Le cose sono cambiate con il Decreto Legislativo 21 febbraio 2014, n. 22 (pubblicato in Gazzetta Ufficiale 11 marzo 2014, n. 58) con il quale viene data attuazione alla direttiva 2011/77/UE che modifica la direttiva 2006/116/CE concernente la durata di protezione del diritto d’autore e di alcuni diritti connessi.

La responsabile della libreria Il Gelso non esclude che un giorno potrebbe essere proprio la casa editrice Le Foglie del Gelso ad interessarsi alla ristampa. Nel negozio è possibile trovare, tra una piccola selezione di vecchi libri, due copie di una stampa Mondadori del 1953 dal titolo Tutte le poesie. Berto Barbarani, anche se il prezzo di euro 150 è per cultori. Il volume, che fa parte della collana I Classici Contemporanei Italiani, nacque con l’intento di celebrare la lirica del veronese a quasi dieci anni dalla morte dell’autore. L’edizione combina la lirica di Barbarani con le illustrazioni di Dall’Oca Bianca. Varie, dal ’53 in poi, furono le ristampe, indice che sino all’ultima del 1984 la domanda era comunque alta.

Proseguiamo con la Libreria GrossoGhelfi e Barbato (Piazzetta Scala 3/a) dove ci viene proposto, al prezzo di euro 18, lo stesso volume trovato sul sito di Feltrinelli, Tutte le poesie. Berto Barbarani (Cult Editore). «Su Barbarani, mi spiace, abbiamo solo questo volume», risponde sicura la titolare. Il libro, sulla scia dell’edizione organica Mondadori del 1953, tant’è che ne ricalca il titolo, raccoglie l’intera produzione in versi del veronese e se ne trova qualche copia anche da Libraccio (Via Roma, 7), sempre al prezzo consigliato di euro 18.

Critica sul fronte Barbarani è la situazione per altre due librerie indipendenti veronesi come Il Minotauro (Via Cappello, 35/A), dove le indaffarate libraie-bariste rispondono di non avere libri sull’argomento, e Pagina Dodici (Corte Sgarzarie, 6/A) dove la risposta è immediata: «Mi spiace, ma non possiamo aiutarla, non abbiamo nulla».

Sul fronte dell’usato qualcosa si trova. Alla Libreria del Novecento (via Santa Maria in Chiavica, 3/A) tra gli scaffali dedicati alla letteratura locale c’è un’edizione Mondadori de I Sogni. 3º Canzoniere, stampata a Verona nel 1922 con copertina di Dall’Oca Bianca, acquistabile per euro 25, e il più recente Due Canzonieri, sempre Mondadori, del 1954, a cura di Silvestri (euro 15). Due Canzonieri, titolo generico, si riferisce a Canzoniere Veronese e Nuovo Canzoniere Veronese, sicuramente le raccolte più note del poeta.  «La domanda di Barbarani – spiega il titolare Cristiano Bordin – è molto alta. Ad esserne interessati sono esclusivamente i veronesi con la passione per la poesia, soprattutto dialettale, talora poeti per diletto».

Digitando Berto Barbarani su Amazon troviamo alcune opere mai trovate nei bookstores visitati. È il caso per esempio dell’edizione critica a cura di Gino Beltramini dedicata alla vita e alle opere del poeta, comparsa per la prima volta sulle pagine di Vita Veronese, rivista mensile di cultura fondata nel 1948. Si tratta di un testo usato acquistabile al prezzo di euro 18. L’Autuno del Poeta, ovvero il quarto Canzoniere, edito da Mondadori nel 1936, è acquistabile al prezzo di euro 27,50. Stesso valore ha il poemetto Giulieta e Romeo, edito da Ronchi nel 1905. Meritano di essere menzionati alcuni stralci da riviste o periodici del tempo, venduti al prezzo di euro 15.

Anche su eBay la ricerca dà i suoi frutti: per euro 7,50 è possibile acquistare una copia Mondadori de I Due Canzonieri, edita nel 1921. Euro 18 costa invece I Quattro Canzonieri di Berto Barbarani, a cura di Riccardo Dusi, edito da Edizioni L’Albero nel 1940. Il Nuovo Canzoniere Veronese, invece, edito nel 1911 da Remigio Cabianca Editore ha il prezzo di euro 75. È evidente come vi sia una sostanziale differenza di prezzo tra edizioni spesso coeve, dettata il più delle volte, oltre che da un valore personale che si attribuisce al libro, anche dalla rarità o meno dell’edizione in causa. Ugualmente diffuse, su entrambi i canali di vendita, sono le edizioni organiche curate da Mondadori, Demetra e Cult Editore.

Se l’usato e il web sono una risorsa importante per gli appassionati di Barbarani, è anche vero che la domanda, che come abbiamo potuto verificare è diffusa, sta consumando l’offerta, sino al punto in cui di Barbarani parleranno solo gli scaffali delle biblioteche.

Natascia Molina

Written By

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri articoli

Interviste

INTERVISTA – Mons.Bruno Fasani: «La fede non è un dogma moralistico ma opera attivamente nella storia, le cui verità vengono fatte emergere dalla cultura....

Interviste

INTERVISTA – Il Presidente dell'IVRR Federico Melotto: «Se ci fosse la possibilità di creare un tavolo permanente tra le varie istituzioni culturali di Verona...

Cultura

È documentato che nel 1913 l'autore de Il Processo fosse al cinema Calzoni ma l'immagine pubblicata da L'Arena nel 2016 non collima con quella...

Cultura

MEMORY BOOK – Nel quaderno di giugno Giorgio Massignan ricorda i sindaci che negli ultimi 76 anni, nel bene o nel male, hanno cambiato...

Advertisement