Connect with us

Hi, what are you looking for?

Foto di copertina del libro "Voci di partigiane venete"
Foto di copertina del libro "Voci di partigiane venete"

Inchieste

A Verona un 8 marzo femminile, plurale e antifascista

Verona In ricorda le donne veronesi impegnate nella Resistenza e contro il Fascismo. Si trova poco o nulla che le riguarda, mentre rimane il loro altissimo contributo per la conquista della libertà e della democrazia, valori fragili da tutelare con cura. Anche a Verona.

8 marzo 2018. Molta strada resta ancora da fare alle donne italiane ma è indubbio che il primo traguardo, ossia il diritto di voto nel 1946, è il risultato di due momenti storici importanti di cui le italiane sono state protagoniste: durante la Grande Guerra, quando si sono sostituite agli uomini impegnati al fronte in tutti i settori della vita economica e sociale; nel secondo conflitto mondiale, quando molte si sono opposte al nazifascismo in modi differenti.

Anche a Verona, medaglia d’oro per la Resistenza, donne di diversa classe sociale, cultura, credo politico e religioso hanno contribuito alla liberazione combattendo nella Resistenza accanto agli uomini o sostenendo la lotta partigiana con azioni di supporto o professando il loro antifascismo e la non connivenza col regime.

In realtà, antifasciste tra Verona e provincia avevano cominciato ben prima della guerra e dell’armistizio a mettere in allarme Questure e Prefetture italiane e straniere. Nell’Archivio Bibliografico Veronese si trova il libro Le donne veronesi perseguitate prima e durante il fascismo (Novastampa, 1988) in cui Bernardo Taddei riporta i documenti e le relazioni della polizia del tempo sui contatti o sulle simpatie antifasciste, anarchiche o cosiddette sovversive di molte donne della nostra provincia.

Sono 47 le donne schedate, per lo più fra gli anni ‘30 e ‘40, alcune emigrate in Francia, Svizzera e Belgio. Tutte sotto continua sorveglianza o oggetto di perquisizioni per le loro frequentazioni e i contatti o la parentela con socialisti, comunisti, anarchici o antifascisti in genere, altre esplicitamente identificate come comuniste o socialiste. O diffidate, come nel ‘43 Maria Lonardi, perché “mantiene sempre le sue vecchie idee sovversive”; o perché frequenta “la nota Società filodrammatica comunista l’Operaia”, come Clara Croci. C’è Olga Tentori che, insieme al marito, antifascista e iscritto al Partito popolare è accusata della diffusione di pubblicazioni clandestine.

Per favore Accedi per vedere questo contenuto. (Non sei registrato? Registrati!)
Written By

Laura Muraro è nata a Verona il 1 marzo 1963, consegue la maturità classica e nel 1987 si laurea in Lettere all’Università di Padova. Inizia quasi subito a insegnare nelle scuole medie e superiori di Verona e provincia. Dopo aver frequentato un corso di giornalismo al Centro Mazziano (Verona), dal 1989 collabora con periodici e uffici stampa locali. È iscritta all’Ordine dei giornalisti come pubblicista dal 1992. Insegna lettere come docente di ruolo presso un istituto veronese. lauramuraro@alice.it

2 Comments

2 Comments

  1. cecilia chiumenti

    18/01/2021 at 10:30

    desidero leggere l’invervista a Concetta Fiorio

    • Redazione2

      18/01/2021 at 15:52

      Gent.le Cecilia, alcuni contenuti sono riservati agli abbonati e questo è uno di quelli.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firma la petizione

Meno agitazione più informazione. Abbonati a Verona In

Campagna abbonamenti Verona In

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

Facebook

Altri articoli

Opinioni

È necessario un rapporto riconciliato con la politica per costruire con fatica e coraggio mediazioni alla ricerca del maggior bene possibile.

Lettere

«Un Servizio Sanitario che continua a definirsi nazionale mentre non lo è. La mia esperienza al momento della seconda dose di vaccino»

Meteo

Situazione generale. Le nostre regioni settentrionali si trovano all‘interfaccia tra due principali centri di azione ( vedi prima immagine con situazione media in quota-ECMWF):  un...

Meteo

Lasciamo una settimana che ha visto l’azione della depressione associata ad un nucleo freddo responsabile delle terribili alluvioni in Germania, Belgio e Olanda. Anche...

Advertisement