Connect with us

Hi, what are you looking for?

Archivio

Un milione di euro al volontariato che merita fiducia

raccolta fondi del volontariato
Le associazioni con il marchio Merita Fiducia. Al centro, giacca e pantaloni scuri, la presidente Tommasini

Nella Giornata del Dono il CSV rende noti i dati sulle raccolte fondi delle associazioni certificate con il marchio etico

Nel 2016, il CSV Centro di Servizio per il Volontariato di Verona ha certificato 1 milione di euro donati dai cittadini e tracciati attraverso i documenti rendicontativi del marchio etico di trasparenza Merita Fiducia, promosso dall’ente. A tanto ammontano i fondi che sono arrivati alle 25 Organizzazioni di Volontariato che negli anni hanno ottenuto il marchio. Di più: nonostante il periodo di tagli continui sia da fondi pubblici che da donazioni private, nel triennio che va da 2013 al 2016, le entrate complessive delle 25 OdV in esame hanno tenuto il passo muovendosi da un volume di circa 3.045.000 euro nel 2013, a 3.261.000 euro nel 2016.
Dati dunque positivi e incoraggianti che il CSV ha voluto rendere noti nella Giornata del Dono, che si celebra in tutta Italia il 4 ottobre, proprio per sottolineare l’importanza della trasparenza e della rendicontazione quando le realtà solidali sono chiamate a batter cassa per poter finanziare e proseguire le attività e i progetti di cui sono quotidianamente protagoniste sul territorio. «La capacità delle associazioni di reperire fondi per sostenere le proprie attività e progettualità – dal banchetto in piazza al 5X1000 – è una condizione indispensabile alla sopravvivenza delle associazioni stesse, nonché un cambiamento radicale di modalità operativa, staccata e indipendente dal contributo pubblico», spiega Chiara Tommasini, presidente della Federazione del Volontariato, ente gestore del CSV.

Le 25 associazioni certificate prese in esame, rappresentano vari ambiti di attività nel mondo del volontariato veronese: dall’area assistenziale (minori, anziani, malati) al primo soccorso, dalla cooperazione internazionale all’attività di promozione sul territorio. Inoltre, rappresentano le diverse dimensioni economiche che nel volontariato si possono incontrare: dall’associazione più strutturata, con maggiore capacità di gestione, fino alle associazioni più piccole, di quartiere, con bilanci e struttura organizzativa più modesti, ma, al tempo stesso, con un forte radicamento territoriale. Complessivamente, per loro la percentuale delle entrate da fondi privati rappresenta, in media, circa il 30per cento delle entrate totali. Una buona fetta del totale che crescerà nei prossimi anni: per le associazioni certificate, la possibilità e la capacità di attrarre fondi e di instaurare relazioni con il donatore delle associazioni certificate è, sicuramente, ben più elevata. «Ne eravamo convinti fin dalla creazione del Merita Fiducia. Ora sono anche i numeri a dimostrarcelo», riflette Tommasini.

Per accompagnare le realtà solidali del territorio in questi nuovi processi, da settembre il CSV ha avviato in fase sperimentale lo Sportello Fundraising. Si tratta di uno spazio sperimentale di supporto, aperto inizialmente per tre mesi, sulle questioni legate alla raccolta fondi. L’iniziativa, sostenuta da Banco BPM, è nata da una collaborazione tra il CSV e il Master in Fundraising dell’Università di Forlì, che ogni anno forma i giovani fundraiser. È un tirocinante di questo Master, infatti, che affiancato dallo staff del Centro, aiuta le associazioni nel difficile compito di batter cassa in modo efficace, trasparente, rendicontando ai donatori l’iter e la destinazione di ogni singolo centesimo donato. Aperto a tutte le organizzazioni che vogliono allargare il loro bacino di donatori e valutare nuove opportunità di raccolta fondi, lo Sportello, è di particolare interesse per le organizzazioni certificate Merita Fiducia e per quelle che vorranno avvicinarsi ai temi della rendicontazione sociale e della trasparenza.

Le associazioni certificate attualmente sono 27, di cui 17 a marchio base e 10 a marchio plus. Le realtà che domenica scorsa in piazza durante la XVII Festa del Volontariato hanno ricevuto il rinnovo del marchio sono 11.
L’attenzione al Marchio, soprattutto in questo particolare momento economico, è alta anche fuori città: i CSV di Modena e di Palermo a novembre saranno nella sede di Veronetta per capire nel dettaglio dai colleghi scaligeri cos’è la certificazione e come funziona questa che ritengono una buona prassi da esportare. Per le associazioni che volessero invece conoscere nel dettaglio l’iter di certificazione, il prossimo corso di formazione della Scuola permanente per il volontariato del CSV su Il marchio Merita Fiducia è già in calendario per i prossimi 7, 14 e 21 novembre dalle 18 alle 20.30 nella sede del Centro.

Written By

redazione@verona-in.it

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altri articoli

Opinioni

Il convegno ADOA, Covid post Covid e Pnrr, ha evidenziato la la crisi delle strutture sanitarie per far fronte all'emergenza Covid e la necessità...

Ambiente

Da oggi il lavoro volontario delle associazioni ambientaliste sarà favorito dalle istituzioni con appositi regolamenti

Territorio

Fino all'8 dicembre possibilità di donare in tutti i supermercati con l’acquisto di “gift card” dal valore di 2, 5 e 10 euro

Territorio

Fino al 6 agosto, negli spazi all'aperto dell'Oratorio S.Cristoforo di Fano, 15 bambini saranno supportati per i compiti delle vacanze da un gruppo di...

Advertisement