Connect with us

Hi, what are you looking for?

Archivio

Il Teatro Ristori presenta la stagione 2017/18

Il Teatro Ristori (Verona)
Il Teatro Ristori (Verona)

Il cartellone della Stagione 2017/18, un’opportunità culturale non solo per i cittadini di Verona

Martedì 19 settembre alle 20:30, il Teatro Ristori apre le porte alla città, offrendo un esclusivo evento per raccontare ciò che verrà proposto durante la prossima stagione artistica. Al termine tutti i presenti sono invitati a un momento di convivialità, gustando specialità enogastronomiche. Uno spettacolo dal vivo, in cui tutte le proposte presenti nel prossimo cartellone saranno rappresentate: la musica barocca, la concertistica, il jazz, la danza, la prosa e i progetti educational.

Si alterneranno vari artisti ospiti, che hanno aderito con grande entusiasmo e generosità a questa iniziativa culturale.
Uno spettacolo dal vivo, quindi, fatto di musica, danza, arti figurative, ma anche immagini, proiezioni, in un perfetto equilibrio e dialogo tra le varie forme artistiche, nel segno della trasversalità, dell’innovazione, della formazione e della ricerca, che sono le linee guida del progetto artistico del Teatro Ristori.

«Anche quest’anno ho voluto organizzare uno spettacolo dal vivo, (invece di una tradizionale conferenza stampa per pochi addetti ai lavori), a cui è invitata tutta la città», dice il maestro Alberto Martini, Direttore Artistico del Ristori. «Il mio primo obiettivo è naturalmente quello di proporre un livello artistico di alta qualità, ma allo stesso tempo ritengo sia molto importante l’aspetto sociale del Teatro, inteso come luogo di condivisione, di cultura, d’incontro, di confronto e di crescita. Chi lo frequenta deve stare bene da tutti i punti di vista, sentendosi partecipe e coccolato. Anche per questo, con il fantastico staff del Teatro, abbiamo pensato di invitare i presenti a un dopo spettacolo nel foyer del Teatro, per un brindisi e un assaggio di specialità che stiamo pensando in esclusiva per il Ristori. Non vorrei svelare il programma, perché deve essere una sorpresa, ma posso senz’altro dire che sarà volto a coinvolgere e emozionare il pubblico».

Il cartellone della Stagione 2017/18 con la sua varietà e l’altissima qualità, sarà un’opportunità culturale non solo per i cittadini di Verona, ma sicuramente anche molto interessante e attraente per chi viene da fuori città. Il progetto artistico intende offrire una proposta diversa e complementare a quanto accade a Verona, con artisti e complessi che troviamo nelle più importanti stagioni internazionali. L’attenzione verso i più giovani, con le proposte dedicate espressamente a loro e una politica dei prezzi molto aggressiva, che li agevoli, completano il progetto culturale del Teatro Ristori.

Un particolare ringraziamento va a Fondazione Cariverona, per aver intrapreso questo progetto culturale di ampio respiro, con una forte ricaduta sul territorio.

Advertisement. Scroll to continue reading.
Written By

redazione@verona-in.it

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Advertisement Enter ad code here

Altri articoli

Interviste

INTERVISTA – Andrea Castelletti: «Il teatro d’avanguardia riesce a coinvolgere giovani alternativi ma a Verona ciò che alternativo è sempre molto marginale. I nostri...

Interviste

INTERVISTA – Pier Mario Vescovo: «Verona dovrebbe sfruttare maggiormente, accanto ai teatri storici, i numerosi spazi cittadini alternativi e il profondo legame che alcuni...

Spettacoli

Dopo il debutto a Siracusa e la messa in scena a Pompei lo spettacolo di Fondazione INDA giunge in riva all'Adige il 14 e...

Spettacoli

La regia di Alberto Rizzi esprime un gioco roteante, visivo e visionario, dove in un continuo movimento di immagini e scene lo spettatore è...

Advertisement