Connect with us

Hi, what are you looking for?

Archivio

#Ioleggoperché 2017

A settembre per le scuole è tempo di gemellaggi con le librerie: iscrizioni aperte sulla piattaforma web fino al 2 ottobre

Sta entrando nel vivo, forte della collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (MIUR), la terza edizione di #ioleggoperché, l’iniziativa con cui l’Associazione Italiana Editori punta con convinzione a formare nuovi lettori, rafforzando nella quotidianità dei ragazzi l’abitudine alla lettura grazie alla creazione e al potenziamento delle biblioteche scolastiche. Il progetto è patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri,dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo (MiBACT) e dalla Rai, sotto gli auspici del Centro per il libro e la lettura e in collaborazione con ALI (Associazione Librai Italiani – Confcommercio) e AIB (Associazione Italiana Biblioteche).

A poche settimane dalla riattivazione delle iscrizioni, sono già oltre 2000 le Scuole iscritte e oltre 1000 le Librerie che hanno già confermato la propria partecipazione sulla piattaforma con oltre 3000 gemellaggi attivati.  La città di Verona sta rispondendo molto bene a questa chiamata: le scuole della città e della provincia iscritte ​e gemellate con le librerie aderenti ​sono ​ad oggi ​​oltre 40 , in testa alla “classifica” del Veneto​.

Il progetto

Tutte le Scuole – da quest’anno anche le scuole dell’infanzia, oltre a primarie e secondarie di primo e di secondo grado, statali o paritarie – sono chiamate a iscriversi e a gemellarsi attraverso il sito www.ioleggoperche.it con una o più Librerie del proprio territorio entro il 2 ottobre 2017.

Per sfruttare al massimo l’opportunità offerta da #ioleggoperché2017 e aumentare il numero delle donazioni per la propria biblioteca interna, le Scuole dovranno impegnarsi a promuovere e divulgare l’iniziativa, coinvolgendo al massimo insegnanti, studenti, genitori e chiunque voglia collaborare a far crescere le biblioteche scolastiche italiane recandosi il libreria per acquistare e donare uno o più libri.

Il contest #ioleggoperché

Advertisement. Scroll to continue reading.

Proprio per premiare l’intraprendenza e la creatività delle Scuole nel promuovere il progetto a favore della propria biblioteca, AIE lancerà in questi giorni un nuovo CONTEST (concorso). Scuole e Librerie sono chiamate a organizzare insieme, durante i nove giorni di campagna – dal 21 al 29 ottobre – un evento o un’attività in libreria per promuovere #ioleggoperché2017 e incentivare le donazioni. Letture ad alta voce, incontri con l’autore, flash mob letterari, lezioni, gare di abilità, spettacoli, installazioni in vetrina: nessun limite alla fantasia. Le 5 Scuole che avranno organizzato le attività più creative, originali ed efficaci, saranno premiate con 5 buoni del valore di 2000 euro per l’acquisto di libri e avranno la possibilità di ricevere una consulenza professionale sull’organizzazione delle biblioteche scolastiche.

I testimonial 2017

Anche quest’anno sono già tantissimi i testimonial, che per tutta la durata della campagna racconteranno il loro personalissimo #ioleggoperché. Nei prossimi giorni sui social si partirà con le videointerviste di Carlos Luis Zafón, Franco Arminio, Mauro Corona, Erri De Luca, Levante, Alessia Gazzola, Beppe Fiorello, Elisabetta Gnone, Piero Colaprico, Giovanni Allevi, Giuseppe Festa, Pierfrancesco Favino, Yu Hua, Ghemon, Carolyn Smith.

Le donazioni di ottobre in Libreria e il contributo degli Editori

Dal 21 al 29 ottobre il progetto entrerà nel vivo con nove giornate in cui gli italiani potranno recarsi nelle Librerie aderenti per fare una o più donazioni di libri, anche seguendo i suggerimenti di titoli forniti ai librai dalle Scuole. In Libreria troveranno i Messaggeri, volontari che contribuiscono alla promozione del progetto.

Sempre in questo periodo prenderà vita Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole, l’iniziativa promossa da MIUR e MiBACT di cui #ioleggoperché2017 è alleata per il secondo anno consecutivo.

Parallelamente, le biblioteche civiche, grazie al coordinamento di AIB, daranno un prezioso appoggio non solo per la divulgazione dell’iniziativa, ma anche organizzando eventi, incontri con gli studenti, presentazioni, servizi informativi speciali.

Advertisement. Scroll to continue reading.

Il contributo degli Editori per le biblioteche scolastiche prevede inoltre la donazione di un numero di libri equivalente alla donazione nazionale dei singoli cittadini (fino a un massimo di 100.000 copie) che verrà suddivisa tra le Scuole che ne avranno fatta richiesta sul sito entro i termini previsti, e sarà ripartita tra febbraio e marzo 2018 tra i vari ordini scolastici, secondo disponibilità.

Gli eventi

Tutti gli appuntamenti, compresi i tanti eventi spontanei organizzati da Librerie, gruppi di lettura e associazioni, possono essere comunicati e promossi fin da ora sulla piattaforma di #ioleggoperché per fare da cassa di risonanza alla manifestazione e creare così un grande evento diffuso su tutto il territorio dedicato all’amore per il libro e per la lettura.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Banner-Studio-editoriale-Giorgio-Montolli

MEMORY BOOKS

Scarica gratis

COSA SONO I MEMORY BOOKS?
Approfondimenti su tematiche veronesi.
A COSA SERVONO?
Offrono una visione diversa di città.
QUANTO TEMPO PER LEGGERLI?
15 minuti.
PERCHÉ SCARICARLI?
Sono rari.
QUANTO COSTANO?
Nulla.

Advertisement
Advertisement

Advertisement

Altri articoli

Opinioni

Quello che i giovani non dovrebbero fare è scartare a priori ciò che affonda le radici nel passato, seminando una sorta di odio generazionale...

Opinioni

Lo studio prende in esame 22 parametri relativi alla struttura dei servizi e ai livelli di spesa. Un'indagine su povertà, disoccupazione, aspettativa di vita,...

Interviste

INTERVISTA – Andrea Brugnoli: «Dal 2016 pubblichiamo ricerche documentate sulla tradizione del territorio scaligero, disponibili in forma gratuita»

Interviste

INTERVISTA – Andrea Castelletti: «Il teatro d’avanguardia riesce a coinvolgere giovani alternativi ma a Verona ciò che alternativo è sempre molto marginale. I nostri...

Advertisement