Connect with us

Hi, what are you looking for?

Archivio

Per Tosi un 2016 positivo con servizi eccellenti

Nel tradizionale appuntamento di fine anno con la stampa, il Sindaco Tosi ha illustrato il rendiconto dell’attività dell’Amministrazione comunale

Chiudiamo il nono anno di Amministrazione con un bilancio più che positivo rispetto a quelle che erano le prospettive, caratterizzato da ulteriori riduzioni di spesa e nessun aumento di tasse. Il Comune non solo registra conti in ordine ma, guardando l’assetto complessivo, eroga più servizi rispetto alla media degli Enti locali a costi inferiori. Quando ci siamo insediati il Comune contava oltre 2.800 dipendenti e oggi ne ha meno di 2.200. Siamo inoltre una tra le Amministrazioni più efficienti nel dare risposte ai cittadini, in qualsiasi settore, e nel sostenere qualsiasi forma di aiuto sociale grazie alla collaborazione importante con tutti gli altri attori che operano in questo campo.

In quest’ultimo anno abbiamo creato opportunità di lavoro grazie all’aumento degli investimenti sul territorio e al turismo, ricordiamo l’inaugurazione di Bricoman e le prossime aperture di Iper, Esselunga e Adigeo, che forniranno grandi opportunità di impiego. Per quanto riguarda il turismo i numeri sono in costante crescita: due milioni erano le presenze stimate per questo Natale ma molto probabilmente verranno superate dato che gli alberghi registrano il tutto esaurito, merito di un’offerta arricchita dalle mostre dei Maya e di Picasso. E anche per l’anno prossimo eventi e grandi mostre continueranno a tenere alta l’attenzione sulla nostra città.

In questo panorama si innesta il tema della sicurezza. È in atto un confronto costante con il Prefetto e con i rappresentanti delle Forze dell’Ordine, noi abbiamo messo a disposizione tutti i nostri mezzi, anche economici, per questo chiederemo al Governo di poter spendere gli oltre 100 milioni che abbiamo ma che sono bloccati per il patto di stabilità: potremmo spendere risorse per la sicurezza senza chiedere aiuti né allo Stato né ai cittadini veronesi.

Per quanto riguarda le grandi opere e le attività in corso, è stata finalmente definita la nuova sede della Polizia municipale e ad aprile inizierà il trasferimento del Comando alla Caserma Rossani, una risposta importante a un corpo che dà molto alla città. Sull’ex Arsenale è arrivata la dichiarazione di pubblico interesse, dopo un primo passaggio in Consiglio comunale ora attendiamo la progettazione definitiva dopo la quale potremo affidare il recupero così com’era nel programma di mandato. Sono partiti i lavori per il filobus, nonostante l’iter lungo e complicato, grazie all’impegno dell’Amministrazione e alla collaborazione del Governo. Resta la questione del Passante Nord: siamo in attesa che l’Ati, che si è aggiudicata la gara, porti l’attestazione della bancabilità della nuova proposta, che vede i costi di realizzazione dell’opera in riduzione del 19 e mezzo per cento rispetto all’ipotesi originaria, dopodiché riediteremo l’ultima parte della gara.

Un grande lavoro è stato fatto dal Consiglio comunale che sta esaminando importanti varianti urbanistiche che garantiranno un uso corretto del territorio, una riqualificazione dell’esistente e quindi uno sviluppo per la città. Questi provvedimenti, che le categorie economiche attendono come risposta alla crisi, sbloccheranno il settore della riconversione edilizia; purtroppo dobbiamo confrontarci con l’ostruzionismo di una parte della minoranza che forse non ha capito che la politica si dovrebbe fare in maniera diversa: lo sviluppo sensato e ordinato del territorio è interesse comune di tutti. Allo stesso modo chi è stato eletto con questa maggioranza dovrebbe tenere un atteggiamento coerente e chi ha accettato responsabilità istituzionali dovrebbe ricordarsi che è pagato per fare il proprio dovere.

Infine una sottolineatura sullo stato delle Aziende pubbliche che sono tutte in ottima salute. Atv è una delle pochissime società di trasporti in Italia con il bilancio in positivo e Agsm, che ha registrato utili come le altre aziende comunali, quest’anno segnerà un ulteriore record. È quindi con orgoglio che oggi ricordiamo la volontà dell’Amministrazione di aver mantenuto queste società in capo al Comune e quindi ai cittadini veronesi, ai quali sono stati forniti servizi eccellenti.

Flavio Tosi
Sindaco di Verona

Leggi
Noi Comitati, buoni solo per le promesse

1 Comment

1 Comment

  1. Giulia Cortella

    24/12/2016 at 11:58

    Egregio signor sindaco,
    noi cittadini avremmo voluto che lei anziché dire “In quest’ultimo anno abbiamo creato opportunità di lavoro grazie all’aumento degli investimenti sul territorio e al turismo, ricordiamo l’inaugurazione di Bricoman e le prossime aperture di Iper, Esselunga e Adigeo, che forniranno grandi opportunità di impiego.” avesse detto: abbiamo trovato fondi internazionali ed europei per attuare il progetto di rilancio di tutto il campo trincerato della zona sud con la costruzione e il riutilizzo dei forti di terra con la creazione di parchi, centri espositivi, campi sortivi per i giovani e sale da ballo per gli anziani e la popolazione, sale cinematografiche, auditorium nei magazzini generali e questo perché con gemellaggio con città austriache e ungheresi abbiamo attinto ai fondi europei a questo destinati.
    Di supermercati e centri brico non avevamo bisogno e nemmeno di traffico smog e auto ovunque…la nostra bella città in gara con Catania che soffoca di centri commerciali nella sua cintura periferica…che tristezza…
    Buon Natale Signor Sindaco.
    Giulia

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altri articoli

Advertisement